per queste due giovani modelle instagram è più di un hobby

Joanna Kuchta e Elizabeth Jane Bishop, 19 anni, modelle, migliori amiche, regine dei social media.

di Zio Baritaux
|
10 luglio 2015, 9:36am

In un post su Instagram, le amiche Joanna Kuchta ed Elizabeth Jane Bishop posano come Cher e Dionne nel film Ragazze di Beverly Hills. Come i personaggi, Joanna ed Elizabeth sono diventate icone di stile - ma per una generazione che passa il suo tempo più online che a guardare film. "Ci sono così tante cose positive che nascono dal mio eccessivo uso di Internet,"  dice Joanna, che è nata in Polonia ma adesso vive in Irlanda. "Ho conosciuto il mio ragazzo e i miei amici su Internet!" Ma le Ragazze del film erano inconsapevoli e naive, mentreJoanna ed Elizabeth sono ben consapevoli di come presentano se stesse al mondo. 

Attraverso il loro approccio ai social media, hanno creato un seguito di più di 500k follower ciascuna su Instagram (e i loro post, come ad esempio una foto di Joanna che pettina i capelli di Elizabeth, conta più di 50.000 mi piace). Ma Joanna ed Elizabeth, una studentessa universitaria e "creativa", usano Instagram non solo come uno spazio per pubblicare belle foto - se ne servono per sviluppare il loro personal brand e questa scelta ha portato loro al vero successo nel mondo reale. Le agenzie di modelle le hanno scoperte grazie alla condivisione di foto e Joanna ha firmato con l'Anti-Agency ed Elizabeth con l'Elite. Abbiamo parlato col duo di social media, essere sexy e dei loro segreti.

Come sviluppi il tuo personal brand attraverso i social media? Qual è il tuo segreto? 
Elizabeth: Sono sempre stata orgogliosa di ogni scatto che ho postato - forse questo è il mio segreto?  
Joanna: Mi è sempre piaciuto fare foto ai miei outfit e creare belle composizioni. Sono troppo pigra per essere fashion blogger, perché descrivere il proprio look e dire quante tazze di caffé uno beva con una grammatica corretta l'ho sempre ritenuto troppo laborioso. E all'inizio, facevo solo foto di cose tipo - teneri oggetti personali, i miei abiti, il mio ragazzo e me. Lo faccio ancora ma mi piace farlo sembrare più bello grazie a luce e composizione così che tutto torni. Il mio segreto è semplicemente essere me stessa.

Pensi molto al modo in cui ti presenti su Internet oppure dipende tutto da come ti viene al momento? 
Elizabeth: Penso sia importante essere orgogliosi di quello che si fa. Sono una perfezionista, che può essere una benedizione o una croce, tuttavia sono fatta così e sono fiera di me stessa quando guardo indietro al mio lavoro e al risultato ottenuto senza sforzo. Spesso è questo ciò che va nei miei post.  
Joanna: Sì e no. Scrivo tweet su qualsiasi cosa, ma per quanto riguarda le immagini, sono una perfezionista. Non sai la fatica di farsi 200 selfie tutti simili, ma non caricarne nemmeno uno "perché hai dei ciuffi di capelli randagi sulla faccia". 

Quella dei social media è una forma di auto-espressione. Ma pensi che sia anche un'arte?
Elizabeth: Il mondo dei social media è ciò che fai. Alcuni lo usano semplicemente per condividere le loro vite e avventure con gli amici e la famiglia, altri lo usano per esprimere la propria creatività e qualità artistiche. Io non definirei i social media come "arte", ma puoi utilizzare tutta la varietà di piattaforme per esprimere la tua attitudine, personalità, stile e creatività. 
Joanna: I social media possono essere arte. Possono essere comicità. Possono essere politica. Poi ci sono persone che li usano per comunicare compagni e che pensano che tutto quello che posto io non abbia alcun senso. Amo il lato artistico dei social media, perché è così attuale e d'ispirazione. Ho anche trovato così tante persone di talento e visionarie su Instagram. Voglio essere amica di tutti. 

I social media sono diventati uno strumento per le giovani donne di esprimere se stesse, e spesso, di esplorare la propria sessualità. Che cosa pensi di sessualità e social media? 
Elizabeth: Sono nata in una città dove le persone avevano una mentalità molto chiusa per quanto riguarda la sessualità e l'essere diversi, così molti non hanno capito che cosa stessi facendo - non ho mai messo un'etichetta alla mia sessualità. Sono attratta dalle ragazze così come lo sono dai ragazzi, da sempre. Quando ho iniziato a stare sui social e sono diventata parte di una comunità, ho capito che non ero l'unica a sentirsi così. Mi sono sentita più sicura di me stessa ed è importante per le persone sentirsi così, sapere che non sono sole.
Joanna: Dà potere. Se non fosse per i post femministi cazzuti su Tumblr, ci sarebbe voluto molto tempo per essere serena nel mio corpo e a mio agio con cose naturali come i capezzoli o i peli. Sono felice che le ragazze stiano iniziando a esplorare la propria sessualità invece di conformarsi allo sguardo maschile. Mi piace vedere meno gente che parla di cosa agli uomini piaccia delle donne, e dall'alta parte vedere le donne più sicure nei loro corpi.

Come vi siete incontrate? 
Elizabeth:
 Ho iniziato a parlare con Joanna da quando ci siamo scoperte su Twitter. Ci siamo incontrate la prima volta mentre lei stata facendo un viaggio in Inghilterra per le sue vacanze e ci trovammo a Birmingham, che è vicino a dove vivo, così abbiamo dormito nel suo albergo. 
Joanna: Siamo state cacciate dall'albergo per aver fatto casino in palestra. È stato così divertente!

Dalla testa ai piedi, descrivi il tuo outfit perfetto. 
Elizabeth: Tutto purché sia Moschino o Versace.
Joanna: Mi piace il bianco e mi sento come se mi trovassi negli anni '70, quindi direi jeans a zampa e a vita alta bianchi che cingono il corpo, un top bianco e tacchi alti e bianchi.

Qual è il tuo consiglio migliore?
Elizabeth:
 Una volta che hai imparato ad amare te stesso, tutto diventa più facile.  
Joanna: Non sono brava a dare consigli. Siate semplicemente voi stessi. 

Crediti


Testo Zio Baritaux
Tutte immagini su cortese concessione di Elizabeth Jane Bishop e Joanna Kuchta

Tagged:
Instagram
Twitter
Social Media
intervista
elizabeth jane bishop
joanna kuchta