la bellezza delle lentiggini

Il fotografo Brock Elbank ci parla della sua serie di ritratti in cui immortala le facce lentigginose di tutto il mondo.

di i-D Staff
|
06 ottobre 2015, 9:34am

La carriera di Brock Elbank è tanto varia quanto le facce che fotografa. Ha imparato il mestiere ai Metro Studios negli anni '90, lavorando su commissione per Isabella Blow, per poi trasferirsi a Sydney per lavorare nella pubblicità, ed è poi tornato infine a Londra, nel 2013, quando ha iniziato a lavorare al #Project60, scattando uomini con la barba per Beard Season, un'organizzazione di beneficenza che raccoglie fondi per finanziare la ricerca contro il melanoma fondata da un amico. Trovando un senso di quieta grandezza nelle barbe, e dimostrando che esse non sono solo una cosa da hipster, il progetto è stato un successo, ed ha anche dato vita ad un'esibizione ancor più apprezzata alla Somerset House.

Ma oltre alle barbe, Brock ha passato anni a scattare i volti lentigginosi di ragazzi e ragazze, individuando sui loro visi costellazioni uniche di naturale bellezza, da Sydney fino a Londra, e in moltissimi altri luoghi. Il risultato è un'intima serie di facce piene di lentiggini che fissano curiose la macchina fotografica, ognuna con una storia da raccontare. Ciò che colpisce particolarmente è che la maggior parte delle figure ritratte non sopportano le loro lentiggini, le vedono come imperfezioni e difetti; ma se la bellezza risiede nell'imperfezione, allora queste devono per forza essere le facce più belle del pianeta.

Che cosa ti ha fatto venire voglia di far diventare arte la tua passione per le lentiggini?

Nel corso degli anni ho apprezzato e studiato i volti e il carattere delle altre persone, soffermandomi su quelli che descriverei come individui visivamente ricchi. Sono sempre stato attratto da soggetti unici, e ciò mi ha portato sempre di più a concentrarmi sul ritratto. Mi piace concentrarmi su una persona per volta quando scatto, vale lo stesso con gli oggetti per le mie foto still life.

Che cos'è per te la bellezza?

Ai miei occhi, e secondo la mia umile opinione, la bellezza è un concetto ampio,prendiamo per esempio un ritratto che ho scattato di recente di un ragazzino di dieci anni di nome Josh. Josh era di razza mista, aveva i capelli ricci e rosso fuoco, la faccia piena zeppa di lentiggini, e occhi color verde e miele. Josh spiccava nella folla e si può avere un'idea di come sarà quando diventerà grande, è davvero notevole, ha un aspetto veramente unico. Non ho mai conosciuto nessuno come lui prima di allora. La bellezza per me è trovare qualcosa di così incredibile da risultare unico.

Che cosa dicono le tue immagini dei soggetti che posano per te?

Quando fotografo qualcuno cerco semplicemente di cogliere un dettaglio particolare, o un'espressione particolare. Mi piace conversare con ognuno dei miei soggetti prima di iniziare a fotografare. Mi piace sapere di loro, delle loro vite, e di molte altre cose ancora. Questa settimana ho avuto il piacere di fotografare Helio Ascari, un mastro artigiano che costruisce le biciclette più belle del mondo. Helio è brasiliano, ho seguito il suo splendido lavoro su Instagram per parecchio tempo. L'ho invitato per scattare un ritratto, dato che era a Londra. Helio mi ha parlato della sua dura infanzia nel sud del Brasile, e di come è diventato un modello compiuti i vent'anni. Dunque sapeva molto bene come posare. Ma è mostrandomi il suo bellissimo lavoro, in maniera umile, che ho capito che era quello l'aspetto che volevo catturare in un ritratto.

Era così importante che ogni soggetto avesse le spalle nude?

I vestiti rubano la scena al vero soggetto delle fotografie, ovvero le lentiggini, e secondo me gli abiti creano confusione nello scatto. Inoltre, molti dei soggetti hanno le spalle lentigginose.

Molte persone cercano di nascondere le loro lentiggini, ma tu sei riuscito a renderle un qualcosa che rende i soggetti ancora più belli, e hai cambiato il modo in cui le persone percepivano se stesse. Hai mai pensato di avere un ascendente così forte sulle persone che posano per le tue fotografie?

Ho sempre amato le lentiggini, ma molti dei soggetti che ho scelto di fotografare hanno qualcosa che hanno sempre odiato di loro stessi, specialmente da bambini. Ogni singola persona ritratta di questa serie ha avuto una storia simile - a scuola venivano odiati da tutti, erano vittime del bullismo, venivano presi in giro e volevano nascondere quello che consideravano un difetto. Ma la maggior parte di loro con il tempo ha imparato a convivere con le lentiggini, ad apprezzarle e ad amarle. Tutto ciò che sto facendo è documentare una serie di persone dall'aspetto incredibile, di ogni etnia, provenienti da ogni parte del mondo. C'è una ragazza che arriverà dagli Stati Uniti a dicembre, è di razza mista e sulla faccia ha le lentiggini più incredibili di sempre. Il fatto che lei voglia venire a Londra perché io le faccia un ritratto è molto toccante.

Beard è stata esibita alla Somerset House; hai le stesse ambizioni per la tua serie Freckles?

Beard è stato un lavoro fatto con amore, 18 mesi di lavoro per l'organizzazione di beneficenza che raccoglie fondi per la lotta contro il melanoma chiamata Beard Season. Non era una serie che ritraeva uno stile, ma serviva ad incrementare la consapevolezza riguardo una malattia prevenibile. Freckles è una serie che celebra soggetti provenienti da diversi contesti con qualcosa che odiano avere, ma che io amo, e spero di mostrare in tutta la sua gloria. Esibire questa serie su un palco così fantastico sarebbe un bellissimo epilogo.

Che cosa rende una persona che posa un buon modello?

Serve qualcuno che non sia troppo vanitoso o nervoso. Mi piace che le persone siano rilassate nell'ambiente in cui lavoro; ecco perché prima di tutto chiacchiero con loro.

Quando sai che una serie è finita?

Me lo dice mia moglie... 

mrelbank.tumblr.com

Crediti


Testo Tish Weinstock
Foto Brock Elbank

Tagged:
Cultură
lentiggini