Pubblicità

marni autunno/inverno 15

I colori vibranti di Consuelo Castiglioni alla sfilata di Firenze.

di Anders Christian Madsen
|
19 gennaio 2015, 12:36pm

Le collezioni donna e uomo di Marni differiscono sempre per la loro appariscenza. Mentre la prima ha proposto un guardaroba piuttosto estremo con stampe e pellicce dai colori vibranti, l'altra ha una disciplina intellettuale che tende verso il minimal.

Lo statement di Consuelo Castiglioni alla sfilata di Marni al museo Marino Marini di Firenze è stato l'incontro tra l'estetica maschile e femminile. Un cast di ragazzi efebici ha camminato tra pezzi di arte moderna sotto la trance sognante di Boys Latin di Panda Bear indossando gilet di pelliccia che si aspetterebbe di vedere in una sfilata di Marni donna. Si sono visti anche pantaloni a zampa - sembra che voglia tornare questa vibra anni '70 - e top patchwork che facevano eco alla visione di Castiglioni sullo street style da fashion week.

Ma il nerd-figo, protagonista delle precedenti sfilate Marni, non deve disperare: c'erano anche completi anni '60 - o forse inizio '70? - e le giacche polverose marroncine che hanno assicurato Marni un posto al Pitti, così gli studenti di architettura di domani potranno andare in ufficio senza essere presi in giro.

marni.com

Crediti


Testo Anders Christian Madsen

Tagged:
firenze
uomo
marni
pitti