La gioventù bruciata degli anni '70 e '80 rivive nei ritratti di Nan Goldin

Un estratto dall'unica e inimitabile serie "The Ballad of Sexual Dependency".

di Hannah Ongley
|
13 giugno 2016, 10:50am

Prima che Corinne Day trasformasse Kate Moss nella principessa dell' "heroin chic" negli anni '90, nel corso del decennio precedente c'è stata The Ballad of Sexual Dependency di Nan Goldin. A Goldin viene spesso riconosciuto il merito di aver sviluppato l'estetica che Bill Clinton ha notoriamente censurato. I suoi ritratti in cui immortalava la gioventù di fine anni '70 e inizi anni '80 erano controversi, intimi e veri.

La fotografa stesso è uno dei soggetti più memorabili della serie. La vediamo festeggiare, fare rissa e sballarsi per poi tornare sobria. "The Ballad of Sexual Dependency è un diario che ho lasciato aperto affinché le persone lo leggessero," ha detto Goldin del progetto. "Il diario è il modo in cui mantengo il controllo sulla mia vita. Mi permette di immortalare quasi ossessivamente ogni dettaglio." La serie è stata esposta in molteplici formati nel corso degli anni, ma la mostra in larga scala che si è tenuta Moma, Museum of Modern Art di New York, nel 2016, è sicuramente una delle più immersive mai realizzate. In tutto, durante la mostra sono stati esposti 700 ritratti in formato originale 35mm, accompagnati da una colonna sonora musicale evocativa.

Qui trovate un estratto dall'unica e inimitabile The Ballad of Sexual Dependency, la serie che meglio di tutte ha saputo raccontare la gioventù bruciata degli anni '70 e '80.

nan goldin the ballad of sexual dependency
nan goldin the ballad of sexual dependency
nan goldin the ballad of sexual dependency
nan goldin the ballad of sexual dependency
nan goldin the ballad of sexual dependency
nan goldin the ballad of sexual dependency
nan goldin the ballad of sexual dependency
nan goldin the ballad of sexual dependency
nan goldin the ballad of sexual dependency
nan goldin the ballad of sexual dependency
nan goldin the ballad of sexual dependency
nan goldin the ballad of sexual dependency

Crediti


Testo Hannah Ongley
Immagini per gentile concessione del MoMA

Tagged:
New York
Cultură
Foto
nan goldin
ritratti
the ballad of sexual dependency
gioventù bruciata