il movimento straight edge è più vivo che mai

Perché, anche trent'anni dopo la sua nascita, lo stile di vita che prevede l'astinenza dal consumo di tabacco, alcool, droghe e dal sesso occasionale sembra avere sempre più seguaci?

di Erica Euse
|
15 maggio 2017, 2:11pm

Quando nel 1981 Ian MacKaye ha scritto la canzone Straight Edge, il frontman della band Minor Threat non aveva idea che il suo brano avrebbe ispirato la nascita di un movimento internazionale. Quei 46 secondi erano semplicemente un modo per esprimere il rifiuto dello stile di vita basato sul consumo di alcol e droghe che molti artisti punk-rock seguivano all'epoca. Ma i suoi versi ("I'm a person just like you, but I've got better things to do, than sit around and smoke dope, because I know that I can cope"—sono un tipo proprio come te, ma ho cose migliori da fare che starmene in giro a farmi le canne, perché so che posso farcela) hanno portato migliaia di punk ad abbracciare abitudini più sane.

Il punk era nato quasi un decennio prima del debutto di Straight Edge e, fino a quel momento, era stato caratterizzato da atteggiamenti di ribellione spesso e volentieri legati all'uso di sostanze stupefacenti. I due elementi erano così legati che per MacKaye essere un punk che non si drogava era un atto rivoluzionario.

Dopo l'uscita della canzone, il termine "straight edge" fu poi adottato da una subcultura della scena punk hardcore i cui membri sceglievano di non fare uso di alcol, droghe e tabacco. Negli ultimi quarant'anni il movimento si è sviluppato in direzioni molto diverse tra loro, da violenti gruppi armati a sette religiose d'ispirazione induista, fino alla nuova generazione di adolescenti anti-droghe di oggi.

"Per tutta la mia vita ho visto gente che faceva uso di alcol, tabacco e droghe, ma non ho nessuna intenzione di compromettere le mie facoltà mentali, la mia salute o quella degli altri," mi ha detto Jacqueline, una ragazza di 20 anni che si considera una straight edge dal 2014. "Prima di entrare in contatto con il movimento mi sentivo diversa e sola, perché non sentivo il bisogno di provare sostanze stupefacenti come i miei coetanei, ma riconoscermi come straight edge vegani mi ha aiutato a capire chi sono e quali sono i miei valori."

Jacqueline è venuta a conoscenza dell'esistenza di questo movimento attraverso un video su YouTube di Patty Walters, frontman del gruppo pop punk britannico As It Is. "Nel video [Walters] spiega che quando era al liceo era normale che tutti uscissero e si ubriacassero, ma lui non ne aveva voglia. Mi sono immediatamente riconosciuta nella sua storia, perché anche io avevo provato quella sensazione crescendo" dice Jacqueline del video, che ha più di 300.000 visualizzazioni.

All'inizio degli anni '80 chi si identificava come straight edge era solito tatuarsi una "X" sul dorso della mano, ispirandosi al timbro usato dai buttafuori di alcuni locali notturni per riconoscere gli avventori troppo giovani per poter bere alcolici. Da allora, la "X" è diventata un simbolo universale per chi fa parte della comunità straight edge, e oggi molti di loro aggiungono alla bio sui social "xxx" o "xvx" per indicare la loro appartenenza al gruppo. La "v" sta per vegan, stile alimentare—e non solo—adottato da molti straight edge perché vicino al credo del movimento.

Jacqueline afferma di non conoscere molti straight edge, ma comunità online come Straight Edge Worldwide 80.000 seguaci su Facebook e mettono in contatto i suoi membri.

Anche se non tutti gli adolescenti che non fanno uso di alcol e droghe non si identificano come straight edge, numerosi studi confermano che sempre più teenager scelgono una vita alcol e drug free: la percentuale di studenti che affermano di non aver fatto uso di sigarette, alcol o droghe negli ultimi 30 giorni è passato dal 26 per cento del 1976 al 54 per cento nel 2014, numero più alto dall'inizio dello studio secondo l'organizzazione non-profit Child Trends, mentre la ricerca statunitense Monitoring the Future afferma che "l'uso di droghe, alcol e tabacco tra gli adolescenti è significativamente diminuito nel 2016, e i dati raccolti sono i più bassi dagli anni Novanta."

E se tale trend è la conseguenza di molteplici fattori, i ricercatori si stanno concentrando sul rapporto tra il tempo passato davanti allo smartphone e il desiderio di fare uso di sostanze illecite, in quanto gli effetti registrati dal cervello in queste due situazioni sono simili. Molti esperti indicano come fattori decisivi anche la sensibilizzazione all'interno delle istituzioni scolastiche e gli sforzi di genitori ed educatori nell'affrontare il tema delle dipendenze con i propri figli, proponendo soluzioni alternative meno pericolose per la salute.

Una di queste alternative è il progetto Wellness Environment della University of Vermont nato lo scorso anno. Si tratta di un progetto che vuole aiutare gli adolescenti ad abbracciare abitudini più sane nel delicato passaggio tra il liceo e l'università, mettendo a disposizione degli studenti corsi di neuroscience, meditazione, personal trainer e consulenti alimentari. Il successo è stato immediato, tanto che nel prossimo anno accademico il numero di studenti che potranno farne parte passerà da 120 a 650.

"Credo che molti studenti vogliano partecipare a questo tipo di progetti in cui possono trovare persone che condividono il loro stile di vita straight edge e contemporaneamente avere a disposizione gli strumenti per imparare a gestire lo stress e la pressione della vita universitaria," afferma Annie Stevens, dipendente dell'università che si occupa delle relazioni con gli studenti.

Il Wellness Environment è solo l'ultima prova a sostegno della crescente popolarità dello stile di vita straight edge, che magari non sarà esattamente quello che MacKaye aveva in testa quando ha scritto il suo inno alla vita sana, ma la cui importanza non può essere sottostimata vista la sua capacità di risultare ancora attuale, anche dopo tre decenni. Tanto che oggi considerarsi straight-edge sembra non essere più l'atto rivoluzionario di inizio anni '80, semplicemente una nuova normalità.

Crediti


Testo Erica Euse
Immagine via Flickr Creative Commons

Tagged:
Punk
straight edge
Cultură
cultura punk
sobrietà
stile di vita