le book connections: la rassegna da non perdere per chi ama fotografia e arte

Per la prima volta in Italia, Connections celebra a Milano l'amore per la creatività.

di i-D Staff
|
14 novembre 2017, 11:39am

Immagini su cortese concessione dell'Ufficio Stampa Le Book

Prima dell'avvento del digitale fare ricerca a livello creativo era un compito decisamente arduo. Come si scoprivano nuovi talenti senza Google e Instagram? A chi ci si rivolgeva per fare scouting quando indirizzi e-mail e numeri di cellulare non esistevano? Una delle possibili risorse a cui l'industria creativa faceva ricorso erano le rassegne d'arte. All'inizio degli anni '80 nasce così a Parigi Le Book Connections, risorsa pensata per facilitare il ricircolo di informazioni e ispirazione tra creativi, addetti ai lavori e appassionati.

Il rischio di vedersi svuotata di ogni utilità negli anni più recenti era quindi molto alto per Le Book Connections, ma i suoi creatori hanno saputo reinventare scopo e modalità dell'evento, rendendolo a tutti gli effetti una piattaforma di comunicazione virtuale e reale pensata per scoprire di nuovi talenti creativi, per identificare i prossimi trend in materia d'arte e per trarre un bilancio di quanto nato a livello artistico nell'ultimo anno. Da Parigi, Connections—versione live di Le Book, in cui la comunità creativa si incontra nel mondo reale—si sposta a Londra, New York, Berlino, Los Angeles e dal 2017 anche a Milano. Insomma, l'evento ideale per chiunque ami fotografia, arte e creatività e voglia allargare i propri orizzonti in questi ambiti.

Noi non mancheremo, ci si vede in Fondazione Feltrinelli il 16 novembre. Prima però è necessario registrarsi a questo link, perché la rassegna è solo su invito.

Qui trovate tutte le informazioni di cui avete bisogno, compreso l'elenco completo di giurati, talk e interventi.

Tagged:
Fotografia
arte
Cultură
rassegna
connections by le book
arte a milano
news di fotografia
le book connections