il volto surreale della fashion week

'Out of Fashion', il libro di Landon Nordeman, offre uno sguardo inedito su ciò che accade nel backstage delle nostre sfilate preferite, che si tratti delle montagne di fiori di Dior o delle passerelle canine.

di Emily Manning
|
11 agosto 2016, 9:40am

"Cos'hanno in comune l'esposizione canina Westminster Kennel Club Dog e una sfilata di Marc Jacobs?" Lo chiede Elisabeth Biondi, ex visual editor del New Yorker, in un saggio che accompagna il nuovo libro di Landon Nordeman, Out of Fashion. Beh, il nevrotico personaggio interpretato da Parker Posey in Campioni di razza aveva un armadio pieno di capi color caramello che non erano troppo lontani dai toni della collezione autunno/inverno 14 di Jacobs (e ora che ci pensiamo, sembra anche che Meg Swan sia stata l'ispirazione per le acconciature). Ma non è questo il parallelismo che interessa a Biondi: "Sia l'esposizione canina che la sfilata", scrive, "sono spettacoli a cui assiste un pubblico adorante e entrambe sono le protagoniste degli scatti di Landon Nordeman."

Prima che Nordeman iniziasse a scattare l'atmosfera creativa ed eletrizzante dei backstage delle sfilate che l'hanno reso celebre, era solito immortalare un mondo diverso, ma per certi aspetti simile: i concorsi di bellezza per cani. "A livello visivo, [Westminster] è ricco delle qualità che cerco in quanto fotografo: colore, teatralità e giustapposizioni," ha spiegatoThe New Yorker nel 2011. È stato quando un photo editor ha suggerito a Nordeman che avrebbe potuto trovare le stesse caratteristiche anche ad una sfilata che il fotografo ha dato inizio ai suoi reportage surreali nel mondo della moda.

Out of Fashion raccoglie quattro anni di fotografie che Nordeman ha scattato dietro le quinte, principalmente i lavori commissionati dal New York. Tra le foto è possibile scorgere volti familiari (Iris Apfel, Lindsey Wixson) e chiome note (Grace Coddington), ma la prospettiva fuori dagli schemi di Nordeman lo ha portato a concentrarsi meno sul lato glamour che normalmente viene posto sotto i riflettori e più sui momenti che di norma passano inosservati. Colori chiari e saturati uniti ad un uso preponderante del flash conferiscono vitalità e drammaticità ad ogni scatto senza per questo sacrificare la sottile ironia di Nordeman.

Il libro porterà i fashion addict in un viaggio tra sfilate che risulteranno loro immediatamente familiari --- le scolarette giapponesi di Thom Browne, le doppie facce di Jacquemus, le montagne fiorite di Raf da Dior --- ma riuscirà anche a presentarci la vita del backstage da una prospettiva del tutto inedita. "[Nordeman] ama lo sfarzo, i maniaci dello stile e le ostentazioni fuori dalle righe," scrive Biondi, "questo è il vero spettacolo per lui."

Out of Fashion, published by Damiani, arrives in October. More information here

Crediti


Testo Emily Manning
Foto Landon Nordeman

Tagged:
Μόδα
landon nordeman
out of fashion