"se la moda non fosse divertente non ci lavoreremmo proprio"—@checkinginvoices

Abbiamo intervistato il duo creativo più ineffabile di Instagram per parlare del loro progetto Archive+Now vol.2 in collaborazione con Trussardi, ma anche del perché dovremmo prenderci tutti un po' meno sul serio.

di i-D Staff; foto di Checking Invoices; traduzione di Gaia Caccianiga
|
10 aprile 2019, 11:48am

Possiamo tutti concordare, spero, sul fatto che la moda non andrebbe presa troppo sul serio. Ma c'è un'eccezione. Nella fashion industry c'è qualcosa che noi di i-D prendiamo estremamente sul serio: deve essere sempre e comunque un luogo sicuro in cui poter sperimentare, creare e divertirsi senza paura di essere giudicati, indipendentemente dal nostro job title o dal nome dell'università che abbiamo (o non abbiamo) frequentato. Per questo @checkinginvoices ci piace così tanto.

Questa coppia creativa si auto-definisce "un duo anonimo basato nel nulla" e crea contenuti di moda ironici e divertenti, perfetti per l’era digitale in cui viviamo.

Un esempio di tali contenuti è la collaborazione con Trussardi. Difficile pensare a due mondi più lontani, eppure Checking Invoices ha saputo trovare un punto d'incontro con il brand, unendo le forze per realizzare il secondo capitolo di Archive+Now. Il progetto è stato sviluppato da Trussardi per celebrare il suo centennale archivio, dimostrando quanto sia ancora attuale e contemporaneo.

Se la prima volta Trussardi ha scelto di affidarsi alle sorelle designer Venturini, per questo secondo appuntamento hanno invece dato carta bianca a Checking Invoices, che ha creato per il brand una serie fotografica e alcuni surreali video, unendo la sua inconfondibile estetica a quella altrettanto iconica di Trussardi. Ovviamente non abbiamo incontrato le due menti creative, perché non si possono incontrare alieni sul pianeta Terra, ma abbiamo fatto comunque due chiacchiere virtuali con loro. Ci hanno raccontato come i loro destini abbiano incrociato quello di Trussardi, quali sono le loro speranze per il futuro e come si è sviluppata questa collaborazione.

1554887879754-CHECK_INV-TRUSSARDI-0288

Come descrivereste @checkinginvoices a chi non conosce né voi, né il vostro lavoro?
Checking Invoices è un profilo Instagram nato per caso tra due amiche mentre si provavano vestiti e bevevano vino insieme. Immaginati qualcosa come la scena di Leon in cui Natalie Portman indossa mille abiti imitando personaggi famosi. L’account incarna una persona non meglio specificata che indossa outfit assurdi in giro per la città e interagisce con la gente in situazioni divertiti. Cerchiamo di dare un tocco di ironia al mondo della moda!

1554887793435-CHECK_INV-TRUSSARDI-0514

Dove e quando vi siete conosciute?
Ci siamo incontrate a Milano circa otto anni fa a una cena per il Ringraziamento in un appartamento sui Navigli. Siamo andate subito d’accordo, ma ai tempi di fondare qualcosa come Checking Invoices neanche ci passava per la testa!

1554887931741-CHECK_INV-TRUSSARDI-0086

Perché avete deciso di collaborare con Trussardi?
Sai, Checking Invoices viene da un mondo completamente diverso da quello di Trussardi, ma siamo comunque riuscite a unire questi due universi e dar vista a una fantastica collaborazione. Conosciamo Trussardi da quando siamo piccole, quindi ricevere questa proposta è stato un onore. Tolta la gloria personale, non avremmo mai preso parte a un progetto in cui non crediamo. Per noi Checking Invoices è qualcosa di molto personale, crediamo che il suo successo sia dovuto dal fatto che ancora oggi per noi è più una passione che un vero lavoro.

Quando abbiamo visitato l’archivio abbiamo capito che Trussardi ha tutte quelle straordinarie qualità che cerchiamo in un brand, ed è stato perfetto poterle studiare e scoprire. Più che unirci a Trussardi, ci siamo fatti ispirare e abbiamo creato qualcosa di nuovo per entrambi in cui possiamo identificarci.

1554887915641-CHECK_INV-TRUSSARDI-0179

Qual è il capo o l’accessorio più interessante che avete scovato nell’archivio di Trussardi?
The crystals dress of the Opera scene, un capo che ci ha colpito la sua pesantezza e la connessione che questa ha con la storia del brand, è stato indossato nella storica sfilata alla Stazione Centrale di Milano nel 1985.

1554887931339-CHECK_INV-TRUSSARDI-0078

Cosa vuol dire per voi absurd-chic? E che relazione ha questo concetto con la filosofia di Trussardi?
Non abbiamo inventato noi il termine, ma probabilmente per descrivere questo concetto useremmo la famosa citazione di Wilde: "Non si può mai essere troppo eleganti o troppo educati." Questa frase riassume il nostro progetto con Trussardi. Alla fine se qualcosa è ben fatto, anche se è esagerato, rimane ben fatto.

1554887879977-CHECK_INV-TRUSSARDI-0256

Nel mondo della moda di oggi per rimanere rilevanti sul panorama internazionale è necessario avere un’immagine unica, riconoscibile già a prima vista. Come avete sviluppato la vostra?
Analizzando Checking Invoices da un punto di vista esterno, considerando che siamo entrambe dentro il settore moda, abbiamo capito che nasconderci ci ha aiutate molto, ma come abbiamo già detto nulla è stato pianificato. Il concetto di coprirci con abiti molto personalizzati ci ha permesso di spiccare e di connetterci con il nostro pubblico in modi diversi (con la moda, l’identità, lo humor ecc…), e allo stesso tempo abbiamo creato un personaggio divertente.

Detto questo, crediamo che il modo più facile per essere coerenti sia essere sinceri, e crediamo che il pubblico percepisca che il nostro progetto è ancora così intimo e personale.

1554888776004-CHECK_INV-TRUSSARDI-0350

Finite questa frase: “La moda deve essere divertente perché...”
Altrimenti non ci lavoreremmo proprio.

1554887792481-CHECK_INV-TRUSSARDI-0432

Pensate che la moda dovrebbe prendersi meno sul serio? Perché?
La moda viene decisamente presa troppo seriamente. Certo, rispecchia la nostra società ed è un settore molto creativo (entrambe ci lavoriamo), ma per sua stessa definizione, è un qualcosa che ha successo per un limitato periodo di tempo. È temporanea. Alla fine il mondo girerebbe anche senza, quindi dovremmo prenderla meno sul serio. È un campo molto ampio e fa parte dell’arte, ma spesso si creano troppi, troppi drammi al suo interno. Quando diciamo “meno seriamente” non intendiamo in maniera superficiale, ma vogliamo far capire che può arrivare dritta al punto anche senza tragedie e puzza sotto il naso.

1554887794181-CHECK_INV-TRUSSARDI-0299
1554887790996-CHECK_INV-TRUSSARDI-0321
1554887794195-CHECK_INV-TRUSSARDI-0435

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti


Testo di Amanda Margiaria
Fotografia di Checking Invoices