luca

Ieri sera l'apertura del Club to Club era tutta per l'uomo del momento, quel timido romanticone di Chet Faker. Absolut e #C2C14 gli hanno organizzato un live all'Hiroshima Mon Amour e noi non potevamo mancare: vi presentiamo i tipi più interessanti che...

di Marta Stella
|
10 novembre 2014, 5:20pm

Alice Guarini

Ieri sera l'apertura del Club to Club era tutta per l'uomo del momento, quel timido romanticone di Chet Faker. Absolut e #C2C14 gli hanno organizzato un live all'Hiroshima Mon Amour e noi non potevamo mancare: vi presentiamo i tipi più interessanti che abbiamo incontrato a Torino.

Come ti chiami?
Luca.

Quanti anni hai?
26.

Da dove vieni?
Di La Spezia ma vivo a Torino.

Cosa fai nella vita?
Il medico, sono un ortopedico.

Cosa indossi?
Una t-shirt di CAMO.

Come mai sei qui stasera?
Ci pseudo-lavoro, ma ci sarei venuto a priori perché mi piace Chet Faker.

Cosa ne pensi della scena clubbing di Torino?
Da cliente ti dico che è abbastanza figo. Abbiamo perso tantissimo dalla chiusura dei Murazzi in avanti, ma secondo me riusciamo ancora a proporre una cosa di livello abbastanza alto in Italia e a prezzi abbastanza contenuti. Diciamo che non mi lamento. Da organizzatore la mia opinione è abbastanza la stessa. Sono finito a Club to Club perché sposa la mia idea di festival, non mi sposterei da qua.

Cosa ti viene in mente se ti dico la parola "trasformazione"?
Un sacco di cose stupide tipo i Transformers.

Se potessi trasformarti in questo momento in qualsiasi cosa, in cosa ti trasformeresti?
In Aphex Twin.

Crediti


Foto Alice Guarini

Tagged:
Club to Club
#C2C14
torino
alice guarini