Fotografia di Jonathan Daniel Pryce

nel backstage del tour mondiale delle drag queen di rupaul

Tipo Violet Chachki, Detox e Kim Chi. Tipo.

di Liam Hess
|
30 maggio 2019, 10:10am

Fotografia di Jonathan Daniel Pryce

"Oggi la fonte principale di immagini di drag queen sono i selfie su Instagram fatti con FaceTune," scherza il fotografo Jonathan Daniel Pryce. "Quindi ho voluto scattare le queen. Nelle mie foto sono sempre favolose, ma con luci più semplici e in situazioni meno costruite del solito." Si riferisce alla serie che ha realizzato nel backstage del tour annuale Werq The World, durante il quale gli è stato concesso un accesso all-area per fotografare alcune delle queen più famose di RuPaul's Drag Race, tra cui Violet Chachki, Detox e Kim Chi.


Lettura fondamentale prima di proseguire: Il Dizionario di RuPaul's Drag Race, dalla A alla Z.


"Il mondo delle drag mi affascina per la contrapposizione tra glamour e il passato complicato di chi sceglie di farne parte," aggiunge Jonathan, che è anche famoso per le sue foto di streetstyle pubblicate con lo pseudonimo di @garconjon. "Il documentario Paris Is Burning ne parla magnificamente. Le ragazze di Ru sono molto popolari ora, quindi è tutto più glamour, fanno sfoggio di un benessere e lusso che spesso nella vita reale le drag queen non si possono permettere."

1558525535084-GarconJon-Jonathan-Daniel-Pryce-Drag-Race-05160003_30003a
Fotografia di Jonathan Daniel Pryce

È questo ritorno cosciente alle radici glitterate delle drag che rende le immagini di Jonathan così magiche. C'è Monét X Change che si appoggia a un balaustra nel backstage con un cappello di raso rosa e un ritratto sbiadito di Asia O'Hara che potrebbe provenire direttamente da una ball anni '80 nel Lower Manhattan. Un'altra immagine sembra invece un'istantanea di “resti di drag”: una parrucca abbandonata e un abito di piume di struzzo, buttati frettolosamente in una valigia. "Fotografo un sacco di uomini nel mio lavoro e mi piace osservare le interazioni e le vulnerabilità davanti alla telecamera," mi spiega Jonathan. "Ma con le drag queen è più una collaborazione. Hanno costruito un'immagine potente, che è intenzionale e studiata: sono sia la famiglia reale che il buffone di corte."

Quando si tratta di dirci se ha qualche queen che preferisce scattare, Jonathan è un po’ più timido. "Dietro le quinte abbiamo pochissimo tempo tra un'esibizione e l'altra, ma queste regine mi hanno regalato moltissime pose forti, ognuna completamente diversa dall'altra," dice, prima di ammettere: "Probabilmente mi sono affezionato di più a Monét [X Change] perché scherziamo molto insieme—e ha un volto bellissimo." Come racconta Jonathan, il tour è un po’ un affare di famiglia, e aggiunge: "C'è un vero cameratismo e ci prendiamo cura l'uno dell'altro."

1558525713729-drag-race-1
Fotografia di Jonathan Daniel Pryce

Ma quando parla della queen che secondo lui vincerà l’undicesima stagione di Rupaul's Drag Race, non esita: "Yvie Oddly, senza dubbio! Ho capito dalla prima puntata che sarebbe stata divertente, fresca e creativa nel suo approccio, e non ha deluso le mie aspettative." Puntate tutti su Yvie, dunque: se c’è qualcuno che sa cosa rende una regina una superstar, quello è Jonathan. Che vinca la migliore!

1558525736805-drag-race-2
Fotografia di Jonathan Daniel Pryce
1558525744450-drag-race-3
Fotografia di Jonathan Daniel Pryce
1558525749589-GarconJon-Jonathan-Daniel-Pryce-Drag-Race-9909996
Fotografia di Jonathan Daniel Pryce

Segui i-D su Instagram e Facebook

Se queste immagini di drag non vi bastano, qui ne trovate altre dal Superball di Amsterdam:

Questo articolo è originariamente apparso su i-D UK