edward enninful è il nuovo editor-in-chief di british vogue

Negli anni '80, lo stylist inglese è diventato il più giovane Fashion Director di un magazine internazionale. Lui aveva 19 anni, e quel magazine era i-D. Dopo aver collaborato con Vogue America e Italia ed essere stato al timone di W Magazine, Edward...

|
10 aprile 2017, 2:05pm

Edward Enninful è stato annunciato come nuovo Editor-in-chief di British Vogue. Edward varcherà ufficialmente la soglia di Vogue nei panni di Editor il 1 agosto, sostituendo Alexandra Shulman, che cederà lo scettro dopo 25 anni ed è attualmente l'editor più longeva di sempre.

Negli anni '80 Edward ha mosso i primi passi nel mondo della moda come modello di i-D. Aveva 16 anni, ed è poi diventato il più giovane editor di sempre in un fashion magazine di rilievo quando è stato nominato Fashion Editor di i-D a 18 anni e Fashion Director a 19, ruolo che ha ricoperto per i vent'anni successivi. La sua carriera è proseguita come Fashion and Style Director di W Magazine, collaborando contemporaneamente con Vogue Italia e America. Nel 2016 ha ricevuto il prestigioso riconoscimento OBE per i servigi resi nel campo della diversità e tolleranza.

Leggi anche: Edward Enninful rappresenta la diversità nella moda

Commentando l'arrivo di Edward a British Vogue, il presidente e chief executive di Condé Nast, Jonathan Newhouse, lo ha descritto come "una figura fondamentale dell'industria della moda, di Hollywood e della musica che ha saputo dar forma allo zeitgeist culturale," aggiungendo che, "grazie al suo talento ed esperienza, Edward è assolutamente preparato per farsi carico della responsabilità di British Vogue."

Durante la sua lunga carriera nella moda, Edward si è fatto conoscere come sostenitore della diversità. Il suo nuovo ruolo in casa Vogue sarà quindi apprezzato dagli addetti ai lavori, e non, che hanno criticato il magazine per la mancanza di diversità; Edward ha infatti sempre scelto modelli internazionali e britannici che rappresentassero con orgoglio la loro eterogeneità, incluse Naomi CampbellJourdan Dunn, le uniche top model di colore apparse su British Vogue negli ultimi anni.

In risposta alla situazione sempre più difficoltosa per gli immigrati nell'America di Trump, Edward ha recentemente creato il commovente video I Am An Immigrant, in cui ha riunito i nomi più importanti dell'industria della moda, della musica e del cinema per mostrare agli spettatori l'essenziale e innegabile contributo creativo degli immigrati statunitensi.

Congratulazioni Edward, da tutta la famiglia i-D. Sappiamo che sarai il miglior editor che British Vogue abbia mai avuto!

Crediti


Testo Charlotte Gush
Fotografia Wolfgang Tillmans