quattro artisti cinesi da conoscere subito

Basta arte occidentale: oggi guardiamo a Oriente e ai talenti creativi che stanno riscrivendo le regole del lavoro artistico cinese.

di i-D Staff; foto di Maxwell Tomlinson
|
26 marzo 2018, 3:13pm

Questo articolo è originariamente apparso sul numero cartaceo di i-D The Radical Issue 351, primavera 2018.

Tang Dixin

Come rispondi a chi ti chiede di descrivere il tuo lavoro? Questo mondo mi costringe a vivere in un certo modo. Di rimando, io impongo su di lui la mia forza. Dipingi, ma crei anche performance. Come si collegano questi due aspetti creativi? Il giorno in cui ho visto un treno venirmi addosso, ricordo di aver guardato chiaramente il conducente, di essermi buttato nello spazio tra le rotaie e di aver sentito il treno passare sopra la mia testa. Questo evento mi ha cambiato. Ho sentito la cacofonia delle ruote spaccarmi i timpani. Ho visto le scintille eruttare come un vulcano mentre il treno cercava di frenare. Il mio corpo era uno strumento musicale in cui risuonavano i suoni dell'esterno. Poi il treno si è fermato. Mentre io mi arrampicavo su per i binari c'era una donna che mi fissava. Ho creato questo minuetto usando il mio corpo e i miei ricordi di quel giorno. Quando ci ripenso, posso solo cercare di descrivere l'esperienza, ma non costringere qualcuno a riviverla insieme a me. Questo numero di i-D vuole rompere con l'establishment. Tu cosa ne pensi? Non voglio essere bloccato in un mondo antico, ma neanche crearne uno nuovo. Non credo nelle tradizioni, né in un prosperoso futuro tecnologico che risolverà ogni nostro problema. Voglio semplicemente attraversare e investigare l'essenza di ogni singolo istante.

Xinyi Cheng

Come descriveresti i temi a cui lavori? Desiderio, energia ed emozioni mi affascinano, così come la relazione che intrattengono gli uni con gli altri. Qual è la cosa che più ti piace quando si tratta di dipingere? Amo la fisicità di questa azione. E il modo in cui un dipinto può sopraffare emotivamente l'osservatore. Definiresti il tuo lavoro come politicamente schierato? Tutto ciò che facciamo è politicamente schierato. È il modo in cui decidiamo di vivere, mangiare, viaggiare e amare.

Chen Zhe

Come descriveresti i temi a cui lavori? Una ricerca per tentare di capire meglio le esperienze che tutti condividiamo. Credi che l'occidente guardi all'arte cinese attraverso una lente stereotipata? Certo che sì, ma anche noi non possiamo evitare di stereotipizzare l'arte proveniente da altre culture. Ma è davvero un problema oggi? Non credo. Quale credi sia l'evento che sta rivoluzionando l'arte contemporanea? Ormai non esistono più certezze. Tutto quello che abbiamo sono incertezze.

Lu Pingyuan

Perché hai scelto di inserire testi narrativi nelle tue opere? Nelle storie che creo tutto può essere perfetto. Quale credi sia l'evento che sta rivoluzionando l'arte contemporanea? Viviamo nell'era dell'informazione. Le cose si diramano per il mondo in pochissimo tempo, e altrettanto velocemente vengono poi sostituite. Siamo sempre connessi e presenti, spiandoci gli uni con gli altri come fossimo fantasmi.

Crediti


Fotografia di Maxwell Tomlinson

Grooming di Shiori Takahashi. Assistente alla Fotografia Rory James Cole. Assistente grooming Megumi Sano.