ecco dove sfilerà gucci a settembre

A Parigi, ok, ma in una location unica (e che non aveva mai ospitato sfilate prima d'ora).

|
lug 27 2018, 9:35am

L'amore di Alessandro Michele per la Francia è cosa nota, come dimostrano le ultime collezioni del direttore creativo di Gucci. Tutto è iniziato a febbraio, quando per la campagna pre-fall 2018 ha scelto le frenetiche atmosfere delle università parigine all'alba della rivoluzione studentesca del '68. Il percorso celebrativo è proseguito poi con la decisione di far sfilare la Cruise 19 nella necropoli di Alyscamps, ad Arles (cittadina provenzale famosa per aver ispirato i dipinti di Van Gogh). Ultima tappa di questa esplorazione è stato un annuncio che ha lasciato molti a bocca aperta: Gucci non presenterà la sua primavera/estate 19 a Milano, come accaduto per le precedenti collezioni, ma a Parigi. Nello specifico, a ospitare l'evento sarà Le Palace, uno dei più famosi locali notturni della capitale francese.

La nuova direzione di Gucci è unica per ispirazioni e risultati, ma certo non si può dire che Alessandro Michele manchi di coerenza. Esiste oggi un brand tanto amato dai giovani quanto Gucci? Difficile a dirsi, e difficile non trovare un parallelismo lampante tra i ragazzi che oggi impazziscono per Gucci e quelli che nella seconda metà del Novecento resero Le Palace la leggenda parigina che è oggi. Sono le sue pareti che hanno saputo cogliere alla perfezione l'essenza degli anni '70, '80 e '90, accogliendo figure mitiche del calibro di Lagerfeld, Roland Barthes, Andy Warhol, Mick Jagger, Mugler e Alain Pacadis.

Nel corso dei decenni Le Palace si è guadagnato il nome di tempio delle controculture, facendo arrivare il suo nome, e le leggende che lo circondano, ben oltre i confini di Parigi e della Francia stessa. Il 24 settembre Gucci sarà la prima maison di moda a sfilare in questo storico luogo. L'annuncio—arrivato poco dopo che Hedi Slimane ha festeggiato il suo compleanno proprio al Palace in compagnia di Grace Jones, Diana Ross e Jane Birkin—è la dimostrazione che questo luogo non ha solo un glorioso passato alle spalle, ma anche un altrettanto luminoso futuro davanti a sé.

Ci vediamo a settembre.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Leggi anche:

Questo articolo è originariamente apparso su i-D FR.