14 libri, magazine e graphic novel da leggere o regalare a San Valentino

Da bell hooks a Audre Lorde, da Ulli Lust a Katharina Volckmer, una lista di cose da leggere che hanno esplorato relazioni, amore e sessualità smarcandosi alla solita prospettiva patriarcale ed eteronormata.

di Elena Quadrio
|
10 febbraio 2022, 5:25pm

L’affossamento del ddl Zan lo scorso 27 ottobre 2021, comici che in prima TV tentano di fare passare per sketch performance dal sottotesto transfobico, gender gap, razzismo, misoginia discriminazione dilaganti: questa è l’Italia del 2022. Un paese che, per quanto conti numerose realtà progressiste e inclusive, rimane ancora inchiodato a prospettive patriarcali ed eteronormate che intaccano le nostre dinamiche relazionali e il rapporto col nostro corpo—con tutti i tabù che ne conseguono su relazioni, amore, sessualità, emotività, kink.

In occasione dell’arrivo di una delle festività più conservatrici, stereotipate e capitalizzate del calendario aka San Valentino, vi consigliamo 14 cose da leggere, regalare o regalarvi che prendono tutto il pacchetto di pattern e aspettative associate all’amore e lo decostruiscono, ribaltano, ridicolizzano.

Lista di libri sull’amore da leggere o regalare a San Valentino

AIRPUSSY - Il risveglio della dea, Ulli Lust, Bizzarro Books, Red Star Press

Ulli Lust, fumettista austriaca che vive e lavora a Berlino, è conosciuta per le sue graphic novel, tra cui Fashionvictims (2008) e Today is the Last Day of the Rest of Your Life (2009), che nel 2013 ha vinto l’Ignatz Award e il LA Times Book Award for Graphic Novels. Oggi disponibile in traduzione italiana per Bizzarro Books, Red Star Press, Airpussy nasce a fine anni Novanta come autoproduzione dell’autrice, all’epoca studentessa d’arte, e mixa erotismo e antichi riti mitologici di fertilità. La storia è quella di una dea che si addormenta durante l’inverno e si risveglia in primavera per incontrare il suo amante. Insomma, una Venere contemporanea che ci invita ad accompagnarla in una passeggiata erotica per la città.

Creature maleducate. Manualetto su sesso, sentimenti e mostruosità, Frad, Edizioni Minoritarie

Frad, fumettista romana acclamata per Non facciamone un lesbodramma, pubblicato da Asterisco, è appena uscita per Edizioni Minoritarie con un manuale cinico e punk di educazione anarchica e maleducata, che per l’autrice equivale a una liberazione sessuale e sentimentale. È un manuale di sopravvivenza realistico—e per questo, infondo, educato—contro le delusioni, gli imbrogli, gli sbagli dell’amore e delle relazioni—per come siamo abituati a concepirli. I disegni di Frad innescano riflessioni a cui quasi mai dà una risposta: “Per l’amore si muore. Quando sei innamorato non senti più i bisogni primari come quelli di mangiare e dormire, in pratica duri tre giorni e poi muori.” Queste creature maleducate siamo noi: i mostri sembrano umani e gli umani sembrano mostri.

Frankenstein Magazine 6.1, a cura di Marcello Mosca, Stefano Coizzi, Dario Guccio, Emiliano Mait Mattia, Autoproduzione

Nel primo numero di Frankenstein Magazine dedicato alla scrittura troviamo racconti di ogni genere, tra cyberpunk, horror, magia nera, vendetta, insetti e molto altro. Neon Kiss, il testo teatrale di Tea Hacic, racconta la storia tra una streamer sola e suicidal di Hollywood e uno slime verde—quello supericonico di Nickelodeon—che lei produce e utilizza nelle live. Poi c’è il racconto di Clara Mazzoleni di una ragazza che va in vacanza da uno conosciuto su Tinder sullo sfondo di Hope is A Dangerous Thing For a Woman Like Me to Have di Lana del Rey. Yasmin Incretolli, parte civile della sentenza 6826/2011 che ha facilitato l’iter per la transizione di genere anche per le persone minorenni, scrive L’Ode alle Transessuali Minorenni. Mentre A Bitter Tears Phone Call è la storia visiva di Costanza Candeloro che parla della dipendenza da D.

La fine dell’amore. Amare e scopare nel XXI secolo, Tamara Tenenbaum, Fandango Libri

Uscito nelle librerie italiane il 3 febbraio 2021 per Fandango, è uno dei libri più venduti in Argentina degli ultimi mesi. La fine dell’Amore lascia intravedere ciò che accade quando matrimonio e monogamia non sono più gli obiettivi di una vita. Tamara Tenenbaum, nata e cresciuta in una comunità ebraica ortodossa di Buenos Aires, si immerge nell’universo degli affetti e del sesso, celebrando la distruzione creativa dell’amore romantico e dei postulati che lo sostengono, per la ricostruzione di “amori migliori” e vite più soddisfacenti. L’autrice indaga temi di amicizia, militanza femminista, maternità come scelta o come imperativo, poliamore e dating app, esplorando le sfide che i giovani affrontano all’inizio della vita adulta. 

Whore of New York, Liara Roux, Repeater Books

Liara Roux è abituata a essere fraintesa ed etichettata. È una sex worker e un’organizzatrice politica che vive a New York. Scrittrice di fumetti e attrice porno, è generalmente “up to no good”. Nel 2021 pubblica Whore of New York: A Confession, le memorie di come è diventata sex worker, che svelano le verità inaspettate celate dietro all’industria del sesso. Da bambina, la natura curiosa, istintiva e ribelle di Liara è un problema in un mondo progettato attorno alle esigenze di uomini eterosessuali cisgender neurotipici. Cresce in una casa oppressivamente restrittiva, finché non inizia a esplorare la propria identità, autodeterminandosi. Criticando i meccanismi di sfruttamento del capitalismo, il conservatorismo della medicina occidentale e le politiche sul lavoro sessuale, il libro è uno studio del risveglio e della crescita personale, spirituale e sessuale.

100 Boyfriends, Brontez Purnell, MCD

100 Boyfriends (2021) è una lettura per chi è incline all’autosabotaggio disfunzionale, che dicono sia come cavalcare un toro sotto l’effetto di acidi. Tra dark humor ed emozioni strazianti, il testo di Brontez Purnell—acclamato regista, musicista, artista performativo d scrittore afroamericano underground—è soprattutto onesto. Dai magazzini sporchi e dai bar gentrificati di Oakland alle desolate cittadine agricole dell’Alabama, Purnell racconta il desiderio, la disperazione e la solitudine dell’omosessualità e della Blackness, con una sorprendente miscela di leggerezza e vulnerabilità. I personaggi fanno molto sesso, scopano con i mariti dei colleghi, si strofinano gli occhi con una pomata anti-emorroidi quando sono in hangover, sono oggetto del razzismo dei vicini e, in un epilogo fragoroso, portano una band punk in un disastroso tour europeo. Viaggiano per superare traumi personali e coltivare il valore comunitario, mentre vivono ai margini della white supremacy eteronormata.

Atti di disperazione, Megan Nolan, Enne Enne Editore.

Classe 1990, Nolan esordisce nel panorama letterario con il racconto della sua relazione con Ciaran, ragazzo emotivamente irrisolto e gelido a cui fa da sfondo la Dublino notturna degli anni ‘10. Acts of desperations (2021) è il racconto di un anti-amore, di una dipendenza ossessiva e di una passione tossica che con l’amore sembra condividere, allo stesso tempo, illusoriamente tutto e veramente nulla. Estasi e sofferenza si alternano continuamente nel rapporto, mentre l’autrice narra episodi di sesso, sesso violento, ai limiti del consensuale, stupro, autolesionismo, dipendenza da alcolici. Il tutto senza l’ombra di un giudizio.

Zami: così riscrivo il mio nome, Audre Lorde, Edizioni ETS

Nel 1982 Zami usciva per Persephone Press, casa editrice diretta da un collettivo lesbo-femminista. Nel 2014 esce in traduzione italiana per Àltera, collana di intercultura di genere di Edizioni Ets. Di origine caraibica, Audre racconta il viaggio di formazione della sua identità, complessa e irriducibile. Il titolo Zami è una parola che a Carriacou significa “donne che lavorano insieme da amiche e amanti”. Lontana dagli sputi sul cappotto che riceve da piccola per le strade di Harlem e dall’omosessualità bianca, conformata, rigidamente codificata della scena gay del Village, nella New York degli anni Sessanta, Audre abbatte tutte le ipocrisie, smaschera gli abusi e denuncia la violenza del razzismo, del sessismo e della polizia.

Kink: Stories, a cura di R. O. Kwon e Garth Greenwell, Simon & Schuster

Tra i libri più attesi del 2021, Kink è un’antologia dinamica di racconti brevi che esplorano amore, desiderio, BDSM e tutta una serie di perversioni sessuali. A cura di R.O. Kwon e Garth Greenweel, la collezione contiene opere di famosi scrittori come Callum Angus, Alexander Chee, Vanessa Clark, Melissa Febos, Kim Fy, Roxane Gay, Cara Hoffman, Zeyn Joukhadar, Chris Kraus, Carmen Maria Machado, Peter Mountford, Larissa Pham e Brandon Taylor. Si parla di schiavitù, giochi e relazioni di potere, dalle case private agli uffici di psicoterapia, dai sex club clandestini a un teatro sessuale della Parigi di inizio XX secolo.

Un cazzo ebreo, Katharina Volckmer, La nave di Teseo

Di Katharina Volckmer, Un cazzo ebreo (2020) è uno stream of consciousness di poco più di cento pagine sulla sessualità maschile, femminile e queer e sullo storico senso di colpa tedesco. È sovversivo, irriverente e audace. La protagonista, che è nata e cresciuta in Germania e si è trasferita a Londra, si lascia andare a un flusso di coscienza irrefrenabile, che sbanda vorticosamente tra fantasie sessuali su Hitler, ricordi di una madre autoritaria e un padre volatile, la vergogna di un’eredità irrimediabile e l’isolamento e la solitudine che si provano in una società in cui non c’è spazio per le contraddizioni, le deviazioni, le difformità.

Chiaroscuro, Raven Leiliani, Feltrinelli

Edith ha 23 anni e vive in un appartamento infestato dai topi a Buschwick, Brooklyn. Lavora in una casa editrice e non ha tanti soldi, ma ha una passione per la pittura. Edith fa sesso per sentirsi un essere umano, e questo diventa per lei un modo di misurare le distanze sociali che la separano dagli altri e che le sembrano insormontabili. È afroamericana, e tutto glielo ricorda. La situazione precipita quando Edith perde il lavoro e Rebecca, la moglie dell’uomo con cui scopa, Eric, la invita a stare da loro in un sobborgo bianco e benestante del New Jersey per aiutare la figlia adottiva afroamericana, Aika, ad affrontare le guerre culturali e l’adolescenza in una comunità di WASP. Attraverso dinamiche sconcertanti, rabbia, tenerezza e dolore, Edith approda a una nuova consapevolezza di sé e del proprio posto nel mondo.

Pornoterrorismo, Diana J. Torres, D Editore

Dall’unione delle parole “porno” e “terrorismo” nasce il manifesto politico e sessuale di Diana J. Torres, che si articola attraverso la narrazione di una serie di episodi biografici. L’autrice infrange così le catene eteronormate e patriarcali di conformismo sessuale, religione ed etichetta, rivendicando il diritto di godere del proprio corpo e della propria sessualità, mentre esplora forme di attivismo queer (“Lo squirting è un atto politico contro la paura di esplodere.”). Un a tratti testo sconcertante e violento che si fa strumento di lotta per la liberazione dalla repressione sessuale.

Tutto sull’amore. Nuove visioni, bell hooks, Fetrinelli

Morta a dicembre 2021, bell hooks era un’autrice, attivista e femminista statunitense tra le più importanti dell’empowering intersezionale. I suoi scritti si concentrano sull’interconnessione tra etnia, classe e genere e su quei meccanismi che producono e perpetuare i sistemi di oppressione e di potere. In questo libro hooks riflette sull’amore in modo radicalmente innovativo: prende le nozioni sull’amore ideale che ci sono state insegnate fin dall’infanzia e le decostruisce sulla base di un rinnovato significato di amor proprio—ben distante dal narcisismo—, inteso come strumento di pace.

Amore e rivoluzione: Idee di una comunista sessualmente emancipata, Aleksandra Kollontaj, Red Star Press

Aleksandra M. Kollontaj è figlia di un generale zarista. Giovanissima e nemica giurata delle istituzioni patriarcali, oltre al matrimonio rifiuta la vita che la famiglia ha immaginato per lei. Inizia così il suo percorso di atti di ribellione, che la porteranno a essere tra i fautori della Rivoluzione di Ottobre e della costituzione bolscevica. Kollontaj è la prima donna nella storia a ricoprire l’incarico di ministra e di ambasciatrice. Con Amore e rivoluzione: Idee di una comunista sessualmente emancipata l’autrice vuole sconvolgere radicalmente gli schemi di oppressione che si verificano sia nel rapporto tra capitale e lavoro sia nel rapporto tra generi. Fun fact: gli operai e le operaie della fabbrica autogestita RiMaflow di Trezzano sul Naviglio, su proposta di un comitato interno formato da esponenti femministe e LGBTIQ+, hanno dedicato a lei la Vodka Antisessista Kollontai, i cui proventi andranno a finanziare progetti per donne e soggettività LGBTIQ+.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo di Elena Quadrio

Leggi anche:

Tagged:
queer
LGBTQ
amore
san valentino
sessualità
Fanzine