Cos'è l'Archeo Coreologia, la pratica di autocoscienza che mette al centro il corpo e i suoi movimenti

Dal 20 ottobre al 22 dicembre 2021 a Milano, un workshop di dieci settimane ci insegna attraverso il movimento come riappropriarci della nostra dimensione sensoriale corporea.

di Enea Venegoni
|
18 ottobre 2021, 9:31am

Fotografie di Marta Marinotti 

In un’epoca digitale dove passiamo almeno quattordici delle nostre sedici ore di veglia in un’immobilità forzata davanti a uno schermo che ci catapulta staticamente nel Metaverso, in cui il corpo si interconnette a realtà distanti rimanendo spesso completamente statico, tendiamo a dimenticarci delle potenzialità del nostro corpo e dei suoi movimenti. Ci scordiamo della connessione diretta che intercorre tra corpo e ambiente circostante, e del ruolo della nostra fisicità come interfaccia attraverso cui percepiamo e viviamo il mondo attorno a noi.

È l’epoca del distacco della carne dalla dimensione terrena e della vita perennemente online. Abbiamo dislocato il locus delle nostre emozioni interamente nella testa, o perlomeno ci siamo convintə che sia giusto così. Ma la sede principale dei nostri sensi rimangono le membra, la pelle, e le connessioni che questa innesca con gli spazi in cui è immersa—anche quando non ne siamo consapevolə. Se la mente analizza il segnale in arrivo, è il corpo a percepirlo e a farlo suo.

Per riappropriarci di questa sensibilità corporea perduta o, quantomeno, dimenticata, Francesca Mariano, artista del movimento e del suono e co-fondatrice di Nuova Atlantide con Vittoria de Franchis, ha dato vita—con la collaborazione dell’editor Petra Gogna—a Archaeo Choreology: A Movement Saga, un workshop che ogni mercoledì, dal 20 ottobre fino al 22 dicembre 2021, ci consegnerà una memoria del corpo, delle sue funzionalità e dei movimenti che abbiamo lasciato sopiti per fin troppo tempo. L’Archeo Coreologia viene così intesa come pratica di autocoscienza e consapevolezza della propria fisicità, oltre a essere un’esplorazione del rapporto a doppia mandata che intercorre tra mentre e corpo, tra espressione fisica ed emotiva, e l’unione tra movimento mentale e movimento fisico.

Per fermarsi, respirare, scoprire nuovi modi di essere e vivere il proprio corpo , non sarà necessaria alcuna esperienza precedente. Il workshop inizierà mercoledì 20 ottobre e già nella prima serata la lezione verrà accompagnata da una sessione di live music del progetto di computer music Lyy sünnœtty pækkülyttï (o LSP), dedicato all’esplorazione sensoriale aleatoria all’interno del dominio dei microsuoni. L’8 dicembre, invece, Greta Tosoni—educatrice e sex coach, fondatrice del progetto collettivo Virgin & Martyr—terrò una sessione dedicata alla Digital Healing, per promuovere l’educazione sessuale, socio-emotiva e digitale.

Il 17 novembre sarà poi il turno di Isabella Mongelli—performer, autrice teatrale, artista visiva e ospite d’eccezione—che con il suo workshop Sole Beante partirà dalla Teoria del Vago leopardiana per tracciare un percorso tematico che si districherà tra i concetti di malinconia, desiderio e ignoto. Attraverso azioni semplici, l’artista offrirà in chiave ironica un excursus emozionale che verterà sempre e magneticamente sul piano della commozione. Ma a far parte della programmazione troveremo anche altri nomi e progetti, tutti volti a espandere la nostra dimensione percettiva, sensoriale ed esperienziale.

Durante il workshop di dieci settimane, tramite una serie di esercizi guidati, talk, workshop e performance, ci immergeremo dunque in un percorso di consapevolezza cinetica in relazione ai sensi, alla memoria e all’immaginazione. Un processo di ricablaggio mentale, dove verranno esplorate e smontate paure, limiti e blocchi mentali, per liberare i propri strumenti sensori e creativi e sviluppare così strumenti per potare avanti la propria ricerca personale del proprio ruolo in uno spazio collettivo libero da limiti prestabiliti.

Il workshop “Archaeo Choreology: A Movement Saga” si terrà a Milano presso COMBO, dal 20 ottobre al 22 dicembre 2021 ogni mercoledì dalle 19:30 alle 21:30. Per maggiori informazioni e per scoprire come partecipare, vai qui.

DSC_4243.jpg
DSC_4473.jpg
DSC_4523.jpg
DSC_4207.jpg

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo: Enea Venegoni
Fotografie: Marta Marinotti 

Leggi anche:

Tagged:
Workshop
danza
Arte performativa
Corpo
arche coreologia