I 5 migliori progetti degli studenti NABA realizzati per il workshop “Give Voice!” di TGNC x Converse, scelti da i-D

Ecco che i modelli iconici di Converse diventano un manifesto di valori sociali oggi più urgenti che mai: antirazzismo, sostenibilità, fluidità e giustizia.

di Carolina Davalli
|
07 giugno 2021, 11:55am

In un momento in cui l’incertezza aleggia sulle nostre vite ed è in atto una presa di coscienza collettiva su tematiche urgenti come la lotta al razzismo, battaglie per i diritti, sensibilizzazione all’accettazione di generi e orientamenti sessuali, è essenziale chiedersi: che ruolo può giocare la moda in tutto questo?

Non esiste una risposta sola, anzi, le vie percorribili per innescare cambiamenti reali si estendono su tutta la superficie della moda, da scelte legate a una produzione più etica alla valorizzazione e tutela dei lavoratori, fino a manovre economiche più trasparenti e alla creazione di campagne pubblicitarie orientate all’empowerment. E tra tutte le possibili vie, Converse ha scelto di approcciare questi temi essenziali andando proprio alla radice, nel luogo dove la moda nasce e prende forma, partecipando attivamente in quello spazio in cui progettazione, creatività e slancio al futuro sono la vera e propria benzina che alimentano cambiamenti concreti nella cultura collettiva.

Così, con l’aiuto di una realtà parte integrante dell’universo Converse, The Good Neighborhood Collective—la piattaforma e community di connessioni e collaborazioni tra talenti emergenti italiani delle seconde generazioni—, il brand ha organizzato Give Voice!, un workshop dedicato agli studenti del Triennio in Fashion Design di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti, invitati a reinterpretare 30 iconici modelli Converse sovvertendo le silhouette e infondendovi i temi affrontati durante il webinar: antirazzismo, sostenibilità, fluidità e giustizia.

Moderato dalla Editor at Large di i-D Italy Gloria Maria Cappelletti, e tenuto dai membri di TGNC con il supporto di Converse, il workshop ha l’obiettivo di utilizzare la progettazione di moda come veicolo per la comunicazione di messaggi sociali oggi urgenti e cruciali.

Noi di i-D Italy abbiamo selezionato i 5 migliori progetti degli studenti NABA realizzati per il workshop “Give Voice!” di TGNC x Converse

Back To Psychedelic Future, di Elize Nzusi & Benedetta De Nardis

TGNC: Give Voice! I 5 migliori progetti dal workshop i-D x Converse x NABA

Ispirate dalla fantasmagorica era di Soul Train e Motown, il duo di studentesse ha interpretato la scarpa Converse stabilendo legami estetici e concettuali tra la nostra contemporaneità e un periodo storico in cui l’industria creativa era dominata e pervasa da talenti e figure provenienti dai background più diversi. Dalla musica, all’arte fino alla moda, ecco che questo panorama di reference, biografie e storie incredibili viene incarnato da un progetto di design essenziale e forte, che viene estetizzato al massimo attraverso uno shooting che parla di isolamento, di protezione e di vulnerabilità, pieno di quello slancio vitale che ci unisce nei momenti più difficili, senza guardare al colore della pelle, alla classe o alla provenienza di chi ci circonda.

Black Eccellence, di Elisabetta Caspani & Francesca Fusetti

TGNC: Give Voice! I 5 migliori progetti dal workshop i-D x Converse x NABA

Con un’attenzione particolare alle minoranze che ancora oggi combattono per ottenere uguaglianza, giustizia e rispetto, il progetto celebra la diversità nel suo essere bacino di eccellenza, di crescita, di condivisione e unione di talenti. Attraverso un design che estetizza la bellezza fluida e totalizzante che caratterizza ogni etnia, la silhouette vuole si fa portavoce delle storie di chi, spesso andando contro una società dominata da pregiudizi e stereotipi, ha cambiato il mondo e la mente della collettività, valicando quelle cime di intolleranza che hanno caratterizzato (e che caratterizzano ancora) la nostra storia, proiettando la società verso un mondo più inclusivo.

Jingjing Huang, Marine Caron, Yang Shen & Tzveta Torlova - Love Yourself

TGNC: Give Voice! I 5 migliori progetti dal workshop i-D x Converse x NABA

Il tema affrontato dal team di studentesse è quello del self-love, una pratica che sembra aver ottenuto la giusta risonanza e importanza solamente da pochi decenni, intesa ora come parte fondante della nostra identità. L’autostima è spesso inaccessibile o difficile da raggiungere ancora per molte persone, e questo design si fa portavoce di un manifesto che ci spinge a prendere la questione sul serio, indirizzandoci attivamente a una presa di coscienza della nostra importanza come persone, identità e soggettività, aiutandoci a prenderci cura di noi stessi e nel nostro valore.

Isley Dunlop, Giulia Innocenti & Gaia Orrù - PUNK

TGNC: Give Voice! I 5 migliori progetti dal workshop i-D x Converse x NABA

Partendo dalla storia del gruppo hardcore punk americano Bad Brains, il progetto vuole essere la testimonianza di come la commistione tra generi, background e heritage culturali possa davvero fare la differenza, creando dei cortocircuiti capaci di rivoluzionare realmente la società in cui viviamo. Attraverso la loro musica, i Bad Brains hanno dato voce a realtà e minoranze che ancora non facevano parte dell’universo punk, ridefinendo così il loro spazio all’interno del mondo della musica. Fondendo design decostruiti dal sapore punk inglese ai versi delle canzoni del gruppo, il modello di Chucks nato dalle studentesse è il simbolo di quella inestinguibile tensione al futuro che solo le rivoluzioni culturali sanno affrontare.

Seyla Grassi & Martina Alvi - WHERE IS THE LOVE?

TGNC: Give Voice! I 5 migliori progetti dal workshop i-D x Converse x NABA

Il 4 dicembre 2003 usciva l’iconica canzone dei The Black Eyed Peas che ha portato senza freni o inibizioni il tema del razzismo, dell’intolleranza e dell’odio all’interno della musica pop, facendo il giro del mondo e diventando un vero e proprio inno all’amore, alla libertà e all’accettazione del prossimo. Così, in una sorta di reenactment del video musicale, il duo di studentesse ha inserito il proprio design all’interno di contesti urbani con l’obiettivo di intercalare questa cruciale domanda nel ritmo della quotidianità. Inserendo questo memento nei gesti più banali della nostra vita, possiamo portare cambiamenti reali nella società e, soprattutto, nella vita degli altri.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo di Carolina Davalli
Fotografie su gentile concessione di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti

Leggi anche:

Tagged:
manifesto
converse
naba
the good neighborhood
tgnc