Fotografie su gentile concessione di Dior, Y/Project e Louis Vuitton

Le mutande di fuori sono il nuovo trend della A/W 22 uomo

Da Dior a Y/Project, passando per MSGM fino a Louis Vuitton, quest'anno l'intimo maschile torna in bella vista, per un throwback negli anni '90.

di José Criales-Unzueta; traduzione di Enea Venegoni
|
27 gennaio 2022, 12:42pm

Fotografie su gentile concessione di Dior, Y/Project e Louis Vuitton

Un ragazzo è davvero ben vestito se, sotto a un look è perfetto, indossa mutande vecchie di dieci anni, probabilmente acquistate dalla madre nella sua merceria di fiducia? No, non lo è. Fortunatamente la moda è arrivata in nostro soccorso con un nuovo batch di biancheria intima così bello da diventare direttamente protagonista dei nostri look. Che si tratti di slip o boxer, probabilmente li abbiamo già visti spuntare dalle cinture sulle passerelle della Fashion Week A/W 22. Ad oggi abbiamo visto boxer spuntare dalle tute in cashmere Dior o abbinati ai capi sartoriali di Louis Vuitton e MSGM, e poi ancora fare capolino da sopra i jeans e le felpe di Y/Project—l'elenco continuerà sicuramente a crescere ancora e ancora. Dunque è ufficiale: le mutande di fuori sono il nuovo trend della stagione. Ma, perché è tornato proprio adesso?

In teoria, ogni persona indossa l’intimo—anche se non tutto il tempo. Eppure, nonostante le migliaia di opzioni alla moda che abbiamo—come gli slip di Rick Owens A/W 21 e i boxer monogrammati di Y/Project—le mutande da uomo continuano a essere invisibili (a meno che tu non sia su Grindr, ovviamente). 

y/project mutande scoperte sfilata aw 22
Fotografia su gentile concessione di Y/Project

Forse uno dei motivi per cui oggi torniamo a mostrare la nostra biancheria intima è perché nelle ultime due stagioni i pantaloni si sono trasformati in capi dalle silhouette comicamente larghe. In linea con l'ossessione per i Y2K della Gen Z e dal bisogno di vestibilità comode e oversize, quasi tutti з designer hanno allentato le cuciture, ma la conclusione è che i pantaloni sono diventati così larghi da scendere pericolosamente sotto i fianchi. Forse la larghezza dei nostri pantaloni ha messo in mostra le nostre mutande come conseguenza di questa scelta stilistica. Volete degli esempi? Parliamo dei boxer grigi A/W 22 di MSGM, che sporgono dai larghi pantaloni di lana; i pantaloni extra larghi con cintura di Prada S/S 22; gli enormi jeans Pre-Fall 22 di Balenciaga con una cintura così bassa da esporre un paio di slip con logo; la sfilata di Celine S/S 21 di Hedi Slimane, The Dancing Kid, con i suoi elastici con logo scoperti da jeans larghi.

Ma non si può parlare di boxer in vista senza menzionare la radice di questo stile: la cultura hip-hop. Basti pensare ai boxer della collezione A/W 22 di Louis Vuitton progettata da Virgil Abloh, oppure le famigerate felpe Balenciaga A/W 21 trompe l'oeil con il dettaglio dei boxer a vista—che sono diventate virali su Twitter dopo essere state accusate di gentrificare i vestiti larghi—oppure i boxer in satin di Willy Chavarria S/S 22 abbinati a pantaloni chino ispirati allo stile cholo lowrider dei Chicanos di Los Angeles. L’ispirazione arriva chiaramente dalla cultura black e dalla storia della moda hip-hop negli anni '90, non a caso oggi uno dei decenni preferiti dal mondo della moda.

00017-MSGM-Mens-Fall-22-credit-brand.jpg
Fotografia su gentile concessione di MSGM

In effetti, la biancheria intima ha avuto il suo momento di gloria negli anni '90, quindi ha senso che stia tornando insieme al resto dei trend innescati dalla nostalgia collettiva per quel decennio. Vengono alla mente le immagini di delle TLC che indossano boxer Tommy Hilfiger sotto jeans extra larghi, insieme al perizoma monogrammato Tom Ford della S/S 1997 per Gucci, e poi il video hot di Marky Mark che sfila su una passerella Calvin Klein nel 1993 con i suo pantaloni (comicamente grandi) che sempre più biancheria intima a ogni passo. Queste immagini sono impresse nella mente di chi ha vissuto gli anni '90 e sono quelle stesse persone che ora sono cresciute e creano abiti per le nuove generazioni—tutto torna ora, no? Non c'è niente di meglio di un ritorno nostalgico. Inoltre, è un fenomeno che nella moda femminile accade già da un po'. Basti guardare la sfilata S/S 22 di Miu Miu, con le sue gonne minuscole e i maglioni corti che mettevano in mostra i reggiseni e gli slip marchiati Miu Miu.

Dior Men AW22
Fotografia su gentile concessione di Dior

E poi, perché mai la tua biancheria intima non dovrebbe completare il tuo look? Perché dovrebbe restare nascosta? Per la collezione Dior Uomo A/W 22, Kim Jones ha fatto spuntare i boxer in cotone dai pantaloni sportivi in ​​cashmere grigio—il colore preferito di Dior. "Non è solo per dare spettacolo, è un intimo vero, perché la gente lo chiede," ci ha detto durante un'anteprima, aggiungendo che molti dei clienti Dior lo avevano richiesto. "Alla gente piace indossare Dior dalla testa ai piedi, fino a calzini e la biancheria intima," ha aggiunto.

In definitiva, mettere la stessa attenzione che si mette nell’abbigliamento “esteriore” anche per la propria biancheria intima dà un senso di completezza e di ordine. E una volta che hai comprato delle mutande davvero buone, chi può biasimarti per volerle sfoggiare? Che si tratti di slip di Rick o boxer Dior, niente ti fa sentire più attraente di un paio di mutande comode e cool. Un po' come Andy Warhol, che indossava diamanti sotto il dolcevita per sentirsi bello dentro.

Questo articolo è apparso originariamente su i-D UK

Segui i-D su Instagram e Facebook

Leggi anche:

Tagged:
Louis Vuitton
LINGERIE
Menswear
Dior
y/project
Moda
A/W 22