Perché la nostra pelle peggiora quando indossiamo la mascherina?

La "maskne" è un fenomeno che colpisce quasi tutt* noi. Come rimediare? Qui una breve guida per migliorare la situazione.

di Beatrice Birolo
|
18 novembre 2020, 9:24am

Fotografia di Katarina Petrovic

Le mascherine svolgono un ruolo vitale nel ridurre la diffusione del Coronavirus, e dobbiamo prepararci a indossarle ancora per molto, molto tempo. Mentre ci fanno sentire al sicuro ovunque andiamo, a lungo andare possono però danneggiare la nostra pelle, soprattutto se dobbiamo indossarla per molte ore di fila per motivi, ad esempio, di lavoro.

Inoltre, è proprio durante i periodi di maggiore stress, come quello che stiamo vivendo ormai da mesi, che lo stato della nostra pelle si aggrava ulteriormente. Il paradosso è che è sempre in quei momenti che la skincare finisce dritta all’ultimo posto nella lista delle nostre priorità. Ed è normale: se ai soliti impegni quotidiani si sommano ansie e preoccupazioni, la cura della propria pelle può decisamente sembrare un aspetto su cui è permesso sorvolare, a cui non abbiamo tempo da dedicare.

Non esiste un modo giusto o sbagliato di pensare la propria routine, e ognuno è libero di gestire la sua scala di priorità come meglio crede. Ma se sei tra chi non ne puoi più di avere una pelle danneggiata e irritata dalla combo letale stress+mascherina, eccoti una breve guida con alcuni suggerimenti per ovviare al problema.

Maskne. Che cos’è?

È l’acne indotta dalla mascherina (da “mask induced acne” = maskne). Si tratta di una condizione della pelle che colpisce sempre più persone in questo periodo e, nello specifico, prende il nome di “Acne Mechanica”: un tipo di acne che si verifica a causa di attrito e pressione sulla pelle. Questo tipo di sfogo dell’acne, dunque, può verificarsi quando la pelle viene strofinata, schiacciata o allungata. È molto comune, ad esempio, nelle persone che praticano sport dove è richiesto di indossare un equipaggiamento aderente al corpo, come nel nuoto professionista.

La mascherina sottopone la nostra pelle a calore e attrito eccessivi, e se combinata con un ambiente umido, dovuto al parlare o al sudare indossandola, la conseguenza è una crescita eccessiva di batteri dell’acne, ovvero la ricetta perfetta per gli sfoghi!

Scegli la mascherina giusta

Il tessuto è fondamentale. Se possibile, evita i sintetici come il nylon e il poliestere sul lato che poggia sulla pelle, perché questo tipo di tessuti hanno una maggiore probabilità di irritarla e causare sfoghi.

Meglio optare per una maschera traspirante, realizzata con materiali a trama fitta e multi strato: qualunque sia la tua scelta, è importante creare un equilibrio tra traspirabilità ed efficacia, per massimizzare il comfort senza compromettere la sicurezza.

Tratta bene la tua mascherina

L’ideale sarebbe trattare la propria mascherina come la propria biancheria intima.

Se possiedi una mascherina riutilizzabile, lavarla regolarmente è essenziale, assicurandoti di usare un detersivo eco e senza profumo, specificatamente ideato per pelli sensibili. Inoltre, se possiedi una maschera in tessuto o cotone, è possibile disinfettarla spruzzando dell’alcol isopropilico al 70% (che, grazie alle sue proprietà disinfettanti e detergenti, è l’ideale per la pulizia igienica generale).

Impara a conoscere la tua pelle

Se non hai mai avuto il tempo di chiederti, e tanto meno di identificare, il tuo tipo di pelle, questo è un ottimo momento per farlo! Vedilo come un'opportunità per fare ricerche sulla tua pelle e trovare i prodotti che funzionano meglio per te.

A prescindere dal tipo di pelle, partiamo dalle basi:

  1. Tieni la pelle pulita, quindi lavati il viso con un detergente sia mattina che sera, sempre.
  2. Resta sul semplice: 5 semplici step saranno sufficienti.

E poi, eccoti uno schemino facile e veloce per capire qual è il tuo tipo di pelle:

Detergi la tua pelle col prodotto giusto

Tenere la pelle pulita è fondamentale, soprattutto prima e dopo aver indossato la mascherina, al fine di depurare la zona del viso che rimane coperta. In questo periodo parecchio stressante, sotto tutti i punti di vista, la soluzione ottimale sarebbe utilizzare un detergente delicato e non aggressivo, ovvero che non alteri il PH naturale della pelle, e che controlli la produzione del sebo, riducendo così gli sfoghi e rendendo la carnagione più uniforme.

Per entrare nello specifico:

Concediti del tempo per una maschera per il viso

Questo step non è necessario per la tua routine, ma può essere un modo divertente per concederti un po’ di self-care, per esempio mentre leggi o fai un po’ di binge-watching. Eccoti quindi un elenco di maschere che aiutano ad alleviare arrossamenti e irritazioni, ripristinando l'idratazione della pelle e levigandone la grana.

Mi raccomando, non usarle più di 1-2 volte a settimana.

Scopri il siero, e usalo!

I sieri, come le maschere, hanno una vasta gamma di scopi, quindi la chiave è trovare quelli più adatti alle esigenze specifiche della tua pelle. Per contrastare i problemi cutanei causati dalla mascherina, ti consiglio di utilizzarne uno con ingredienti che aiutino a calmare gli arrossamenti e con formule che rispettino l'integrità della pelle, supportando l'idratazione e la riparazione della barriera cutanea.

Per farti qualche esempio:

Con questo tipo di prodotto, è meglio procedere per gradi: usalo prima 2 volte a settimana (preferibilmente la sera) per verificare come reagisce la tua pelle, dopodiché potrai implementarne l’utilizzo e applicarlo ogni giorno.

Prendi l’abitudine di applicare ogni giorno una crema viso

Questo step è fondamentale per mantenere la pelle equilibrata, sana e protetta da irritazioni e secchezza. Incorporalo nella tua routine, sia la mattina che la sera.

Nello specifico, ti consiglio:

E prendi anche l’abitudine di applicare ogni giorno la crema solare—sì, pure d’inverno! 

Quando si tratta di cura della pelle, la protezione solare è senza dubbio il passaggio più importante della tua routine. La scelta di utilizzare certi prodotti può variare da persona a persona, ma mettere la crema solare è il consiglio più universale che riceverai. Aiuta a prevenire segni di invecchiamento precoce e, soprattutto, protegge dal cancro alla pelle.

Scegli una crema solare con almeno SPF 30 e ricordati di applicarla 10 minuti prima di uscire, in modo che possa penetrare bene nella tua pelle. Quando? Tutti. i. giorni.

Non ti dimenticare delle labbra

Ricordati che aggiungere un balsamo o una maschera per labbra può fare miracoli per lenire e idratare le labbra secche, reintroducendo l’umidità in una zona che ne viene privata dalla mascherina.

Alcuni ottimi prodotti sono Laneige Lip Sleeping MaskFresh Sugar Lip Treatment Advanced Therapy e Dr.Pawpaw Original Balm.

Come truccarti e struccarti senza fare danni

Per concludere, se stai sviluppando alcune irritazioni sul viso, sarebbe meglio non truccarsi il viso per un po', magari scegli di puntare tutta l’attenzione sul tuo sguardo! Oppure, se proprio non vuoi rinunciare al full-glam neanche con la mascherina, cerca di evitare ingredienti potenzialmente irritanti o che ostruiscano i pori, scegliendo invece prodotti con consistenze più leggere.

Un altro aspetto a cui fare attenzione sono gli strumenti che utilizzi per truccarti (pennelli, spatole, spugne). Poiché li utilizziamo sul nostro viso e intorno agli occhi, al naso e alla bocca, è particolarmente importante rimanere sempre diligenti sulla loro pulizia, da eseguire almeno una volta a settimana, e ancora più frequentemente se sei stato malato. Per farlo, puoi usare del sapone neutro con acqua tiepida per rimuovere lo sporco, poi stendi il tutto ad asciugare (se sono pennelli, riponili a testa in giù, in modo che l’acqua fuoriesca) e infine spruzza dell’IPA per disinfettare. 

Nota Bene

Ricorda: non tutto funziona per tutt*. Ascolta sempre la tua pelle e costruisci la tua routine a seconda di come reagisce all’ambiente che ti circonda e ai metodi che utilizzi. Trova gli ingredienti nei prodotti che funzionano meglio per te, e modificali a tuo piacere!

Crediti

Testo di Beatrice Birolo
​Fotografia di Katarina Petrovic​​

Leggi anche

Tagged:
Coronavirus
Skincare
mascherine
maskne