Pubblicità

cosa vale la pena guardarsi su netflix a giugno

Napoli senza filtri, film per fattoni e l’ultimissima possibilità per Black Mirror.

di Benedetta Pini
|
31 maggio 2019, 5:30am

Miley Cyrus, screenshot dal trailer della quinta stagione di Black Mirror.

Basta pioggia, basta cielo grigio. Che ne è stata della primavera? Dopo un susseguirsi di sbalzi climatici che ci hanno assicurato una dose di lamentele più che giustificate, l'estate è arrivata per davvero. Ma come recita uno dei miei meme preferiti, esiste forse qualcosa di più bello che annullare i propri piani all'ultimo minuto per restarsene sul divano tutta la sera? Probabilmente no.

E se la pensate come me, ecco qui serie di consigli per affrontare l’ennesimo lunedì sera di spola tra divano, letto, frigorifero e copertina (leggera).

Selfie (1 giugno)

Napoli, Rione Traiano, estate 2014. Davide muore ucciso per errore da un carabiniere durante un inseguimento: era stato scambiato per un latitante, ma lui di problemi con la giustizia non ne aveva mai avuti di alcun tipo. Lui voleva solo diventare un calciatore. Alessandro e Pietro sono amici fraterni, il primo ha perso il padre quando era piccolo, non vive più a Napoli e lavora in un bar, il secondo è come se i genitori non li avesse e fatica a trovare lavoro come parrucchiere. In presa diretta il loro quotidiano, tutto in video-selfie: la loro amicizia, le loro giornate, i loro drammi, le loro paure, i loro pensieri, i loro quartieri e la terribile tragedia di Davide. Senza filtri.

Oh, Ramona! (1 giugno)

Il cinema romeno degli ultimissimi anni sta finalmente uscendo dai propri confini e quello che riusciamo a vedere non è per niente male; tipo Adrian Sitaru. Oh, Ramona! racconta la nuova generazione dei gangster romeni, plasmati a immagine e somiglianza dei malavitosi occidentali, che sono per loro degli eroi. Il fulcro del film è proprio questo rapporto nei confronti dell'identità: la progressiva occidentalizzazione, lenta ma inesorabile, sta sostituendo i prodotti locali, i pensieri, i punti di vista, i comportamenti e il lessico, appiattendoli nel nome della globalizzazione. Questa riflessione emerge dalla storia di crescita di Andrei, alle prese con la vita, la famiglia e, ovviamente, l’amore.

Suxbad - Tre metri sopra il pelo (1 giugno)

Armatevi di patatine, dolci vari, birra, cuscini e un divano comodissimo in cui sprofondare: non vi servirà nient’altro per godervi questi film, tanto meno i vostri neuroni. Se volete prendervi una pausa dal vostro cervello e dai vostri pensieri annullandovi per un paio d’ore, questi sono i film che fanno per voi. Il primo in versione spy comedy demenziale, il secondo declinato da teen drama con il trio di nerd più sfigati della storia del cinema.

Black mirror - stagione 5 (5 giugno)

Dopo un progressivo declino della serie, toccando il fondo con il film interattivo Bandersnatch, un vero e proprio flop secondo la critica cinematografica, forse siamo tutti stufi di dare l’ennesima possibilità a Black Mirror. Eppure la speranza che torni come una volta è troppo forte e, in fondo, ci crediamo ancora. L’autore Charlie Brooker sembra andare proprio in questa direzione: come all’inizio, solo tre episodi e temi come amore, sesso, lavoro, vita dopo la morte e, ovviamente, esiti distopici della tecnologia. Dita incrociate.

Tales of the City (7 giugno)

Mini-serie revival di quella uscita tra il 1993 e il 2001, Tales of the City è un ritorno a tutti gli effetti: Mary Ann (Laura Linney) torna a San Francisco, da dove era scappata molto tempo prima per dedicarsi interamente alla propria carriera, lasciando soli la figlia Shawna (Ellen Page!) e l’ex marito Brian (Paul Gross). Di anni ne sono passati venti, e non sono pochi, eppure Mary non è cambiata molto: ora la crisi è quella di mezza età e, paradossalmente, causata dalla nuova vita troppo perfetta che nel frattempo si era costruita in Connecticut. Ovviamente, Anna Madrigal (Olympia Dukasis) con le sue piante di marijuana e la sua comunità queer è sempre lì al 28 di Barbary Lane e accoglierà Mary come se non fosse passato un solo giorno.

I Am Mother (7 giugno)

La specie umana si è estinta. A furia di ignorare per decenni segnali climatici inequivocabili, siamo davvero arrivati al capolinea, o meglio, il nostro pianeta si è evidentemente scocciato di sopportare tutto il nostro egoismo, tutta la nostra noncuranza, tutta la nostra ingordigia e ha deciso di scrollarsi di dosso i parassiti che lo stavano lentamente consumando, ovvero noi. Ecco che questa serie ci dà uno scenario di quello che potrebbe succedere, e non è per niente rassicurante: a ripopolare il pianeta Terra sarà una madre-robot progettata per generare esseri umani, iniziando proprio da un'adolescente. Creepy.

Dark - stagione 2 (21 giugno)

Un po’ Stranger Things, un po’ Fringe (ve la ricordate?), Dark ci aveva conquistati con la prima stagione, dimostrando che la Germania non ha niente da invidiare alle produzioni americane. Se non l’avete vista recuperatela, e poi correte a vedere le nuove puntate. Tra teen drama, saga generazionale, fantasy e viaggi spazio-temporali, la seconda stagione di questa serie tedesca sembra non deluderà le aspettative.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Se proprio proprio proprio vuoi uscire, però, qui trovi cose da fare in giro fino a domenica:

Tagged:
Film
cinema
Netflix
nuove uscite
black mirror
novità 2019
cose da vedere