Pubblicità

c'è un solo modo per prendere like su instagram—e non è il contenuto

Parolina magica: algoritmo.

di Benedetta Pini
|
21 giugno 2018, 4:31pm

Immagine via Instagram.

I numeri nel 2018 sono importanti. Forse sono l’unica cosa che davvero conta. Lo scorso anno ci chiedevamo se un uso ridotto dei social media potesse danneggiarci sul lavoro, e negli ultimi giorni il dibattito circa follower, like e impression si è fatto particolarmente acceso. A fare scalpore è stato questo “manifesto” scritto dall’influencer Sara Melotti, in cui spiega (usando un linguaggio piuttosto allarmista e strillone, va detto) quali sono concretamente le conseguenze del nuovo algoritmo di Instagram.

Come questo nuovo sistema funzioni ce lo hanno illustrato i nostri colleghi di VICE poco tempo fa: “Fino a giugno 2016 i post dei seguiti venivano presentati semplicemente in ordine cronologico, ma da quel momento in poi tutto è cambiato.” Oggi vediamo infatti foto e immagini in base a cinque fattori: freschezza del contenuto, interazioni, frequenza, numero di following e tempo di permanenza.

Partendo dall’assunto che maggiore visibilità = maggior numero di like, una volta capito perché un contenuto finisce sul tuo feed, resta solo da capire come far finire il tuo contenuto sui feed altrui. La regola qui è una sola: se un tuo post riceve un alto numero di like e commenti nei primi 30 minuti, le probabilità che appaia tra le prime immagini sull’homepage dei tuoi follower—o addirittura nella sezione “Esplora”—aumentano a dismisura. Bonus: più seguito hanno i profili da cui arrivano le interazioni, più il post “andrà virale”.


Insomma, conta solo ciò che succede a una tua foto non appena la posti. Il contenuto della foto non ha la minima rilevanza. Non serve a nulla sbattersi per trovare il filtro giusto su VSCO, non ha senso chiedere un check all’amico grafico, né un consiglio al collega copywriter per scrivere la didascalia perfetta. Con qualche gruppo su Telegram o Facebook, un buon bot e tempo a sufficienza vedrete crescere il vostro profilo a dismisura.

Basta ricordarsi che non c’è niente di reale in questa manfrina di like e follower. Ma questo ce lo aveva già insegnato Lil Miquela.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Leggi anche: