Immagine di sinistra di Steven Traylor, Immagine di destra di Marzio Emilio Villa

Cose da leggere e guardare su identità black, autodeterminazione e lotta al razzismo

In occasione della Giornata Internazionale per le Persone di Discendenza Africana, celebriamo la cultura e l'identità nera attraverso un’accurata selezione di editoriali, articoli e film.

di i-D Staff
|
31 agosto 2021, 10:19am

Immagine di sinistra di Steven Traylor, Immagine di destra di Marzio Emilio Villa

Più o meno un anno fa, nel dicembre 2020, le Nazioni Unite hanno accettato la richiesta di oltre 50 paesi di istituire la Giornata Internazionale per le Persone di Discendenza Africana. Si tratta di una giornata cruciale ed urgente, atta a favorire la preservazione della cultura e della memoria storica della diaspora. Una data essenziale anche e soprattutto per celebrare internazionalmente l’identità delle persone afrodiscendenti, ancora soggetta ad atti e dinamiche perpetrare da un razzismo endemico, intersezionale e sistemico.

Per cambiare le cose e comprendere ciò che succede nel mondo, è necessario studiare e informarsi, e per questo anche noi di i-D, in questa data così importante, abbiamo voluto creare una piccola (e non esaustiva) guida alle letture, ai film e agli editoriali che celebrano l’identità nera, cercando di riunire più affondi per dare voce e spazio alla cultura ed esperienza delle persone afrodiscendenti.

Dalle guide all’antirazzismo ai reportage dalle proteste per il movimento BLM, da una selezione di fonti agli editoriali di moda che celebrano la creatività africana, fino ai progetti fotografici che indagano la diaspora nelle isole caraibiche e l’esperienza dei giovani italiani di seconda generazione, ecco una selezione dei progetti per celebrare il primo anniversario della Giornata Internazionale per le Persone di Discendenza Africana.

1) Partiamo dalle basi: la nostra guida all’antirazzismo

Uno dei mantra che valgono per qualsiasi argomento è Educate Yourself, e da qualche parte bisogna pur cominciare. Noi abbiamo creato un abecedario che riprende i nomi, gli eventi e le azioni che dovresti conoscere per diventare antirazzista, e comportarti attivamente e ogni giorno come tale.

2) Partiamo dalle basi pt. 2: come combattere il razzismo

Mentre studi e ricerchi, è importante anche agire attivamente per arginare gli effetti ancora visibili e radicati nella società del razzismo sistemico intersezionale. Ecco come puoi fare.

3) Partiamo dalle basi pt. 3: come far sentire la propria voce

Le parole sono importanti, e se il tuo interlocutore le utilizza o le ripete in maniera poco ragionata, allora è il caso di fare subito chiarezza. Qui alcuni esempi su come potresti rispondere.

4) Partiamo dalle basi pt. 4: letture su razzismo, discriminazione e diaspora

Titoli e autori che ti consigliamo di inserire subito nella tua reading list.

5) Il problema dei dati e della ricerca sul razzismo in Italia

“L’Italia non è razzista,” o almeno ci piace pensarlo. Il fatto è che esiste un problema di fondo che oscura una verità che, per chi la vive sulla propria pelle, sa essere reale.

6) 7 film e serie TV per approcciarsi al tema del razzismo e delle discriminazioni

Documentari, film e serie TV che approcciano il tema del razzismo e delle discriminazioni a 360°, facendo degli affondi nella storia, nella cultura e nell’identità afroamericana (e non solo).

7) Le immagini dalle proteste per il movimento Black Lives Matter

Spesso accade che dopo le manifestazioni o le proteste di qualsiasi genere scemi l’energia e l’attenzione che viene veicolata da e grazie a esse. Noi non vogliamo dimenticarle, per questo abbiamo documentato le proteste per il movimento Black Lives Matter di Milano, Londra, Amsterdam, Los Angeles e New York.

8) Scatti e impressioni dall’isola caraibica Curaçao

Ex colonia olandese, Curaçao fa parte delle Isole ABC ed è stata per decenni uno dei poli cardine per la tratta degli schiavi e per le navigazioni mercantili. Per questo, si è depositata sulla cultura e l’identità dei locali una stratificazione di influenze, traumi e stili di vita, qui immortalati dal fotografo emergente Gilleam Trapenberg.

9) La nuova generazione di fotograf* ner*, per la prima volta insieme in un libro fotografico

Segnatevi i loro nomi.

10) Cronologia e geografia dell’Afro Beat

La serie TV che esplora e indaga la scena musicale elettronica africana, espandendo il discorso alle influenze sonore che si sono diramate da e verso il continente.

11) La quotidianità delle motocicliste afroamericane della Carolina del Sud

La fotografa brasiliana June Canedo ha immortalato con autenticità l’emancipazione e l’autodeterminazione di un gruppo di motocicliste afroamericane alla Black Bike Week, un raduno di motociclisti che si tiene ogni anno a Myrtle Beach, South Carolina.

12) Intervista all’attivista black Janaya Future Khan

In occasione del numero di i-D The Utopia In Dystopia Issue, Janaya Future Khan e Tamika D. Mallory hanno parlato di ingiustizie, attivismo, proteste e i cambiamenti che sperano di vedere al più presto negli Stati Uniti.

13) Attivisti e fashion designer black da seguire: Stella Jean, Michelle Ngomo e Edward Buchanan

Che l’industria della moda sia di matrice razzista è una realtà fattuale, una consapevolezza diventata più evidente che mai negli ultimi anni, innescando un bisogno urgente di ripensare le dinamiche interne al settore. Noi abbiamo parlato con il gruppo di designer neri che stanno cercando di rendere queste dinamiche concrete supportando la nuova classe di designer emergenti di seconda generazione (e non solo).

14) 20 fotografi che stanno tracciando una nuova cultura visuale africana

La lista dei fotografi emergenti che stanno rivoluzionando i tropi estetici ancora troppo spesso legati al continente africano, scuotendo alle radici una visione colonialista e fuori fuoco degli immaginari legati alla cultura e alla vita in Africa.

15) Le storie ed esperienze di 20 talenti neri nell’industria creativa italiana

Il razzismo endemico esiste e una delle urgenze che dobbiamo affrontare in questo momento è la necessità di sollevare conversazioni oneste, autentiche e propositive. Ecco perché ci siamo fatt* raccontare da 20 creativi neri cosa significa lavorare nell’industria creativa italiana se appartieni a una minoranza. Leggi le loro storie qui sotto!

16) Acconciature eccentriche, parrucche vertiginose e visioni ultraterrene

Chi dice che l’hairstyling non è un’arte, si sbaglia di grosso.

17) Il progetto fotografico che mette al centro gli italiani afrodiscendenti e le loro esperienze

Autorappresentazione, questa è la parola chiave di Black Italians, il progetto fotografico che offre uno spazio sicuro agli italiani neri per raccontare la propria identità ed esperienza come giovani di seconda generazione.

18) L’editoriale di Rafael Pavarotti e Ib Kamara che celebra lo stile e la cultura della Sierra Leone

Colour blocking, stampe da capogiro, silhouette mozzafiato. Ecco la Sierra Leone, vista attraverso gli occhi del fotografo Rafael Pavarotti e dello stylist Ib Kamara.

19) Il reportage che segue la vita di tutti i giorni dei tassisti congolesi

Per chi non li conoscesse, i Wewa sono i tassisti su moto che trasportano i cittadini della terza più grande città di tutta l’Africa, Kinshasa, in una corsa a ostacoli tra le soffocanti vie della città. Ma non solo sono essenziali per la vita cittadina della megalopoli, sono anche conosciuti per i loro look dandy ed eccentrici, un’estetica frutto del lignaggio degli ormai iconici sapeurs.

20) 8 influencer su cosa significa fare questo lavoro se appartieni a una minoranza

Non tutti gli/le influencer sono pagat, trattat e presi in considerazione allo stesso modo, e non solo lo dimostra la pagina @influencerpaygap, lo dimostrano anche e soprattutto i resoconti delle esperienze di queste influencer basate in Italia, che ci hanno raccontato le ingiustizie e le dinamiche tossiche che persistono anche in questo settore.

21) Tutta la bellezza di Zanzibar e Dar es Salaam, in foto

Tra reportage e fotografia d’autore, queste immagini ci fanno dimenticare ancora per qualche istante che l’estate è ormai finita.

22) 20 creativi emergenti che stanno creando un nuovo immaginario dell’Africa

Ecco la nuova classe di fotografi, designer, stylist, videomaker e collettivi artistici che popolano e alimentano l’industria creativa africana, qui selezionati dalla piattaforma ghanese Manju Journal.

23) Il reportage di Alessandro Iovino su uno dei riformatori più isolati di Cape Town

Il fotografo italiano Alessandro Iovino è tornato in Sudafrica per introdursi a Chrysalis Academy, il riformatorio dove i ragazzi locali possono trovare il sostegno necessario a sviluppare le proprie potenzialità attraverso uno stile di vita basato sulla disciplina e l’allenamento fisico. Il risultato sono scatti incredibilmente suggestivi.

24) Il trailer del documentario “America Non C’è”

America Non C’è, il docu-reportage indipendente di David Marchesi, segue le storie di un gruppo di giovani di origine africana nel nord Italia a seguito delle proteste per il movimento Black Lives Matter a Milano. Un’esplorazione nelle vite, nelle esperienze e nell’intimità dei protagonisti, la cui voce sembra parlare per intere collettività, se non generazioni. Guarda il trailer qui sotto!

25) Il reportage di uno dei festival Metal più grandi del continente

La fotografa Arianna Todisco si è spinta all’Overthrust Death Metal Festival, il festival metal più grande del continente africano, per scattare la follia, l’energia e la spensieratezza condivisa dai partygoers (ormai affezionati) dell’evento.

26) Steven Taylor ha ritratto le famiglie di Los Angeles come nessuno prima d’ora

Non i soliti ritratti di famiglia.

27) Una lista di fonti per capire cosa sta succedendo in Palestina

Dai film ai podcast, dagli account Instagram alle coperture di nicchia, ecco una lista di fonti essenziali per iniziare a capire meglio cosa sta succedendo nei territori occupati della Palestina. Abbiamo stilato una lista simile anche per capire meglio la situazione in Afghanistan.

28) La collezione couture di Pyer Moss

Kerby Jean-Raymond ha fatto la storia della moda mostrando la propria collezione come primo stilista afroamericano ufficialmente invitato dalla Chambre Syndicale francese a sfilare nel programma della Haute Couture Week. E, naturalmente, la sua collezione è una celebrazione senza mezzi termini della creatività black.

29) 10 voci italiane per capirne di più su cosa sta succedendo nel mondo, anche dopo un anno dalle proteste BLM

Attivist, divulgator o semplici protagonisti di quello che sta accadendo nel mondo, ecco 10 profili Instagram italiani da seguire.

30) Il progetto The Black Jigsaw Project creato da MQBMBQ

My Queer Blackness, My Black Queerness fondata dall’editor e direttore creativo Jordan Anderson è un progetto digitale che esplora le narrazioni e le rappresentazioni delle identità queer nere, una piattaforma in cui si celebrano le infinite sfaccettature di questa comunità e luogo di ritrovo ideale per innumerevoli voci artistiche, che indagano la tematica attraverso i media più disparati. Questo è uno degli esempi di progetti portati avanti dalla piattaforma, seguila per scoprire quelli più recenti!

31) Storia della parrucca e il suo ruolo nella cultura nera

La parrucca ha assunto connotati, valori e messaggi contrastanti nel corso della storia. Ma la rilevanza che ha avuto per la cultura nera è innegabile, e persiste ancora oggi. Scopri le origini e le evoluzioni di questo accessorio!

32) Il progetto fotografico che indaga l’identità black queer

Approcciandosi ai temi dell’autorappresentazione e della riappopriazione della propria narrazione, il fotografo ha esplorato l’identità queer nera attraverso scatti intimi, personali e sinceri. Il risultato è uno spettro di visioni e rappresentazioni che toccano tutta l’esperienza dell’essere giovani persone nere queer.

33) Scatti del fotografo ufficiale delle Pantere Nere

Non puoi dire di conoscere realmente la storia delle Pantere Nere senza prima aver visto queste foto d’archivio.

34) Scatti del collettivo di creativi sudafricani Broke Boys

Andile (22), Mwandile (21), Sindiso (24), Bobo (23) e Bino (22) sono un collettivo di cinque giovani ragazzi con grandi sogni, che vivono insieme in una delle basse case di Blue Downs. Il fotografo Nick Van Tiem li ha seguiti per alcuni giorni, documentando la loro fratellanza.

35) Come Campbell Addy ha inserito i corpi neri negli immaginari della moda

Da oltre un decennio l’artista inglese Campbell Addy trasporta i temi di razza, sessualità e corpo nel contesto della moda, ancora conosciuta come un’industria elitaria, esclusiva e di matrice fortemente razzista. Con i suoi editoriali e progetti fotografici, è riuscito a offrire uno spazio a persone, identità e corpi che prima di allora non hanno mai avuto accesso a quel mondo.

36) Che cos’è il colourism e perché è essenziale conoscere (ed evitare) questa pratica

Il colourism è una pratica tanto subdola quanto distruttiva, ed è importante individuare i comportamenti e i contesti in cui viene a galla, per sradicarla alla radice. La moda non fa eccezione, ma non è l’unico contesto in cui traspare.


Segui i-D su Instagram e Facebook

Leggi anche:

Tagged:
razzismo
antirazzismo
identità