Design di Emma Bruschi, fotografia di Daragh Soden 

La moda più eco-friendly del 2020 al prestigioso festival di Hyères

Il fotografo Daragh Soden ha documentato i look più sostenibili dei finalisti in gara.

di Jack Sunnucks
|
21 ottobre 2020, 10:10am

Design di Emma Bruschi, fotografia di Daragh Soden 

Dal 1986, a Hyères si tiene il Festival Internazionale di Moda, Fotografia ed Accessori. Quest’anno nulla è cambiato, a parte il distanziamento sociale ovviamente.

Per la sua 35esima edizione, che ha avuto luogo dal 15 al 18 ottobre, i finalisti (selezionati da una giuria che includeva Kaia Gerber e Jonathan Anderson) erano parte di un programma digitale di mentorship organizzato da Mercedes-Benz e Fashion Open Studio, attraverso il quale hanno imparato nuove pratiche ecosostenibili. Alla fine del programma, i finalisti Tom Van der Borght, Emma Bruschi, Maximillian Ritter, Xavier Brisoux, Andrea Grossi, Katarzyna Cichy, Timour Desdemoustier, Céline Shen, Marvin M’Toumo e Aline Boubertwere hanno dovuto selezionare un look dalle loro collezioni che esprimesse al meglio le tecniche da loro imparate.

I look prescelti sono stati fotografati da Daragh Soden, che ha vinto il premio del Grand Prix du Jury per la categoria di fotografia del Festival nel 2017, e lo shooting ha avuto luogo presso il Horniman Conservatory a Londra, una location scelta per la sua somiglianza allo spazio adibito per il festival francese. “Il Horniman Conservatory ricordava molto la Villa Noailles, specialmente per gli interni, trasformati da Georgina Pragnell, l’incredibile set designer con cui abbiamo lavorato,” afferma Daragh. “Assieme al preciso styling di Ola Ebiti, lo shoot aveva la stessa freschezza creativa del Festival a Hyères.”

Guarda i look sostenibili in questione qui sotto, e leggi i pensieri di Daragh rispetto le incredibili opportunità che offre il festival ai talenti emergenti.

Daragh Soden per Mercedes Benz Katarzyna Cichy
Design di Katarzyna Cichy, fotografato da Daragh Soden

Ciao Daragh! Dove sei in questo momento, e come ti senti?
Al momento mi trovo a Londra, e cerco di fare il più possibile qui attorno a casa, lavorando su diversi progetti personali attorno al mio quartiere e terminando alcuni lavori ancora in corso.

Cos’ha significato per te vincere il Grand Prix du Jury a Hyères?
Vincere il Grand Prix mi ha aperto delle porte incredibili. Sono stato felice di avere l’opportunità di scattare un progetto a Tolone, alla Villa Noailles e il Portrait de Ville di Be-poles, di scattare una fashion story/documentario con alcuni dei membri della giuria di quell’anno e più di tutto di essere stato introdotto all’immenso network di creativi che sono associato alla Villa Noailles e al Festival d'Hyères.

Daragh Soden per Mercedes Benz Celine Shen
Design di Celine Shen, fotografato da Daragh Soden

Perché è importante che ci sia un festival dedicato ai giovani talenti della moda?
Le industrie creative sono notoriamente difficili da ‘scalfire’. Il Festival d'Hyères offre a giovani e nuovi talenti la possibilità di entrare al loro interno, conoscendo alcuni dei migliori dell’industria, seguire i consigli direttamente da chi è al top e iniziare a saldare dei contatti in Europa e in tutto il mondo.

Puoi parlarci dello shooting al Horniman Conservatory?
Il Horniman Conservatory ricordava molto la Villa Noailles, specialmente per gli interni, trasformati da Georgina Pragnell, l’incredibile set designer con cui abbiamo lavorato,” afferma Daragh. “Assieme al preciso styling di Ola Ebiti, lo shoot aveva la stessa freschezza creativa del Festival a Hyères.

Ci sono stati dei design che ti hanno colpito?
Ad essere sincero, sono stato colpito dalla diversità di stile tra tutti i look finalisti. Penso che sia simbolico rispetto a come creano i giovani designer di oggi, e credo anche che sia incoraggiante vedere la mentalità aperta attraverso cui la giuria ha selezionato i talenti finalisti.

Daragh Soden per Mercedes Benz Timour Desdemoustier
Design di Timour Desdemoustier, fotografato da Daragh Soden
Daragh Soden per Mercedes-Benz Aline Boubert
Design di Aline Bouber, fotografato da Daragh Sode
Daragh Soden per Mercedes-Benz Marvin M'Toumo
Design di Marvin M'Toumo, fotografato da Daragh Soden
Daragh Soden per Mercedes-Benz Andrea Grossi
Design di Andrea Grossi, fotografato da Daragh Soden
Daragh Soden per Mercedes-Benz Xavier Brisoux
Design di Xavier Brisoux, fotografato da Daragh Soden
Daragh Soden per Mercedes-Benz Maximilian Rittler
Design di Maximilian Rittler, fotografato da Daragh Soden
Daragh Soden per Mercedes-Benz Tom Van Der Borght
Design di Tom Van Der Borght, fotografato da Daragh Soden
Daragh Soden per Mercedes-Benz Emma Bruschi
Design di Emma Bruschi, fotografato da Darah Soden

Questo articolo è apparso originariamente su i-D UK

Segui i-D su Instagram e Facebook

Leggi anche:

Tagged:
2020
Mercedes-Benz
eco-friendly
Daragh Soden
Hyères
sostenibilità