architettura anni '50 e modelle che cadono alla primavera/estate 16 di opening ceremony

Carol Lim e Humberto Leon immaginano il mondo del futuro ispirandosi a Frank Lloyd Wright.

|
set 15 2015, 4:06pm

Ogni sfilata di Opening Ceremony arriva con una sorpresa - una flotta di Ferrari, una performance di Elle Fanning, un cameo di Justin Bieber. Ma durante l'evento della notte scorsa avreste visto gli occhi degli editor spalancarsi improvvisamente quando una modella è caduta lungo la passerella di Wall Street. È mancata a tutti l'aria. Dobbiamo aiutarla? Poi si è rialzata e ha continuato a camminare. 

Quando è successo la seconda volta c'è stato un vero e proprio attimo di panico, ma nessuno può stare mai tranquillo sulla terra ferma...  Era un segno di cedimento o forse un passo di danza? 

"Abbiamo fatto un spettacolo di danza con Justin Peck e il New York City Ballet il 30 settembre, e questo è stato parte della conversazione tra Justin e me," ha spiegato Humberto Leon dopo lo show. "Ci stiamo occupando degli abiti di scena per il suo balletto e abbiamo incorporato questo lavoro nella nostra sfilata. Volevamo qualcosa che cambiasse il passo dei modelli. Le nostre modelle erano sette ballerine del New York City Ballet."

Le ballerine, che poi si sono esibite durante il finale, erano perfettamente in linea con l'iniziale ispirazione della passerella: il lavoro dell'architetto americano Frank Lloyd Wright. Sua figlia Iovanna era una ballerina, ha aggiunto Humberto. "Volevamo veramente festeggiare il suo rapporto con la figlia." 

Soprattutto la passerella rappresentava le principali idee di Lloyd Wright su come dovremmo vivere. Intitolato "The Living City," la collezione si focalizza sulla visione che l'architetto ha dell'utopia, comunità autonome in cui gli uomini possono coesistere con la natura. La collezione coinvolge ammassi circolari di vegetazione ispirati da Cloverleaf, una cooperativa a cooperative di costruzione edilizia che non è mai andata oltre la realizzazione dei palchi. C'erano colonne incise e giganti lanterne illuminate coperte da colorate forme geometriche che richiamavano le vetrata di Lloyd Wright.

Gli abiti sfidano anche le grandi tendenze di FLW, con uno schema di colori anni '50 con arancioni bruciati e delicati marroni. Degli enormi bottoni dorati faceva intravedere la biancheria, giacche a forma di scatola e abiti a forma piramidale - volevano mantenere le forme classiche dell'architetto per tutti gli amanti del suo stile. Hanno aggiunto inoltre scollature su tuniche di seta e top, e stampe astratte in giallo e nero su pantaloni a vita alta e cappotti sotto il ginocchio. Anche le scarpe hanno acquisito una forma attorcigliata, un allusione alle intagliate gambe dei tavoli.

Il più grande tributo all'architetto è stata la collezione di maglioni e t-shirt create insieme alla Frank Lloyd Wright Foundation, completate con piccoli loghi rattoppati. E non avendo mai perso una collaborazione, Carol e Humberto hanno anche lavorato per questa stagione con Edible Schoolyard. Le piante del set erano, come abbiamo già detto, sono state donate dal centro di beneficenza newyorkese dopo lo show a beneficio dei figli delle prossime generazioni. Nessun'altro più di FLW avrebbe approvato. "Molte persone non capiscono che aveva questa idea di costruire comunità in cui le persone si sarebbero mantenuto grazie al proprio giardino in anni '50 e '60," ha detto Humberto. "Dobbiamo guardare a quello che ha fatto lui per cercare di andare avanti? " 

Crediti


Testo Alice Newell-Hanson
Foto Jason Lloyd-Evans