finalmente, la mostra su jean paul gaultier arriva a parigi

La retrospettiva del designer più forte e ironico di sempre ha raggiunto Parigi, la sua città.

di i-D Team
|
31 marzo 2015, 4:59pm

Ellen von Unwerth, Survivants (Laetitia Casta, Vladimir McCary et Jenny Shimizu) 1993, Publié dans Interview magazine Collection Les Tatouages. Prêt-à-porter Femme printemps-été 1994 © Ellen von Unwerth.

Jean Paul Gaultier: From the sidewalk to the catwalk spuntò a Montreal quattro anni fa. Dopo aver raccolto più di un milione di visitatori a Brooklyn, Dallas, Londra, Madrid, Melbourne, Rotterdam, San Francisco e Stoccolma, la mostra finalmente arriva a Parigi per quattro mesi.

Jean-Paul Cluzel, presidente del Grand Palais, ha rivelato: "Ho visto la mostra a San Francisco e ho deciso di ospitarla qui e dargli più spazio." Infatti, questo è sicuramente l'allestimento più grande in assoluto, con più abiti provenienti dalle collezioni più recenti. Riguardo alla sua amata città, l'enfant terrible della moda JPG ha detto: "Sono così orgoglioso di mostrare i miei lavori nella mia città, Parigi. Dalla mia infanzia col mio piccolo orsacchiotto Nana, su cui ho sperimentato tutte le mie idee, fino a oggi. Riflette chi sono." 

Izima Kaoru, Fez' Mysteron SS84, 1983 Collection Le Retour de l'imprimé Prêt-à-porter Femme printemps-été 1984 Chapeau par Stephen Jones pour Jean Paul Gaultier. © Hanatsubaki Magazine / Shiseido Co., Ltd. 

Parlando di bambole, queste guideranno il visitatore attraverso la mostra raccontando le storie riguardanti ispirazioni e temi feticcio: santi, righe alla marinara, punk, tatuaggi, giochi di generi e ovviamente corsetti. E la voce di Catherine Deneuve racconta qualcosa sugli iconici schizzi della couture. Le muse sono ovunque: Madonna, Kylie Minogue, Amanda Lear, Björk, Rossy de Palma, Farida Khelfa, solo per fare alcuni nomi. I famosi fotografi che immortalarono i pazzeschi look di Jean Paul Gaultier dalla sua personale etichetta ai suoi anni da Hermès. I visitatori vedranno le testimonianze di Paolo Roversi, Ellen Von Unwerth, Tim Walker, Mert & Marcus, Jean Baptiste Mondino, Steven Meisel, Sølve Sundsbø, Peter Lindbergh, Mario Testino, Inez&Vinoodh, tutti riassunti in un catalogo edito dalla Réunion des Musées Nationaux solo per la mostra parigina. Questo profondo viaggio nel mondo di Gaultier è un must del mondo della moda.

Max Abadian, Couleur Café (Herieth Paul) 2013, Publié dans le magazine Dress to Kill, 2013Robe marin en raphia crocheté, Collection You Got the Look... Alike Prêt-à-porter Femme printemps-été 2013 © Max Abadian.

grandpalais.fr

Tagged:
parigi
Μόδα
jean paul gautier