senza filtri, crude e bellissime: perché dovreste guardare le foto di rebecca thomas

Rebecca ha fatto dell'arte di essere al posto giusto nel momento giusto il suo più grande talento.

|
07 marzo 2019, 6:00am

Se anche voi avete passato un periodo post liceo/università a Londra cercando di capire qual è il senso della vita e perché siete finiti su questo bizzarro pianeta che chiamiamo Terra, è molto probabile che anche voi abbiate incontrato (magari inconsapevolmente) la neozelandese Rebecca Thomas. Ancor più probabile è che lei avesse una macchina fotografica in mano e fosse circondata da designer, drag queen, club kid, gente insolita e altri bizzarri esseri viventi.

Del resto, Rebecca si è costruita un nome nel mondo della fotografia proprio per il fatto di essere sempre al posto giusto al momento giusto. Qualche esempio: lavorare con Jonathan Saunders e Meadham Kirchoff; far uscire un libro fotografico con Princess Julia, What Julia Did; tornare per due settimane in Nuova Zelanda e immergersi nella natura dimenticando tutto il resto.

La sua fotografia si fa notare quindi per i soggetti, ma anche per l'assenza totale di giudizio nello sguardo di Rebecca. Osservando le sue immagini si percepisce perfettamente l'apertura mentale di chi sta scattando, la sua curiosità verso tutto ciò che è nuovo e non conosce. Qui da i-D facciamo da sempre il tifo per i creativi che approcciano il mondo con positività e talento, così abbiamo chiesto a Rebecca di raccontarci in prima persona la sua pratica artistica attraverso i 12 scatti che considera più rappresentativi.

Waiheke
All'inizio del 2018 sono tornata in Nuova Zelanda dopo ben 14 anni a Londra. Il mio posto preferito qui a casa è Waiheke Island. Questa foto è stata scattata a Casita Miro, una delle 22 vigne presenti sull'isola. I due ragazzi sono il figlio del proprietario e un amico che mi hanno accompagnato a fare un giro esplorativo nella proprietà.

Mia Sorella
Una delle ragioni per cui ho deciso di andarmene da Londra è proprio la mia sorellina. Volevo passare più tempo per lei, è un'artista e fashion designer, ma anche una collaboratrice fantastica per me. E poi è più piccola, quindi fa tutto quello che le dico quando è davanti all'obiettivo! Qui stavamo facendo le sceme imitando Leigh Bowery, e alla fine è uscita questa foto che è un po' un tributo.

Catherine Boddy
Catherine Boddy è una stilista davvero, davvero giovane che ho incontrato in Nuova Zelanda. Ha solo 16 anni! L'ho conosciuta a una festa e in qualche modo mi ha ricordato Rosemary Ferguson, una modella degli anni '90 dalla bellezza estremamente naturale e spontanea. Qui indossa una t-shirt dipinta a mano e cucita da mia sorella.

A casa con Angelyne
Sono una fan sfegatata della cantante e attrice americana Angelyne da un bel po' ormai, e questa foto l'ho fatta quando finalmente ho avuto l'occasione di incontrarla dal vivo, nel suo studio di Hollywood. È la regina del kitsch ed è come se una scultura di Jeff Joons avesse preso vita. La sua voce è incredibile! È diventata famosa per il solo fatto di essere famosa molto, molto prima di Kim Kardashian.

Mo AKA @Willfuck69
Questa è Mo. Per fotografarla mi sono fatta quattro ore di macchina da Los Angeles. Ha lavorato spesso con l'artista basata a Londra Angel Rose e il suo aspetto mi fa impazzire. Fotografare donne forti è una delle cose che preferisco fare in assoluto nella vita, e Mo rientra perfettamente in questa definizione. Non sembra una persona vera, quanto più una fantasia che è diventata realtà.

Lola
L'alter ego di mia sorella è una pin-up super trash chiamata Lola. È felice di conoscervi. L'estetica camp mi esalta praticamente da sempre, così come il lato più auto-ironico della sessualità. Credo che questa foto rifletta bene le mie inclinazioni estetiche, perché non vuole essere sexy, ma piuttosto prendere per il culo stereotipi e narrative tradizionali.

Honestly
Qui ero nel backstage della sfilata di Eugenie, il brand della mia amica Liz. La modella si chiama davvero Honestly, che è uno dei nomi più belli che io abbia mai sentito. Mi piace il messaggio femminista che vuole trasmettere la collezione di Liz, perché è un tema con cui lavoro da un sacco di anni. Le sue conseguenze riverberano su tutti, ed è incredibile che ancora oggi noi donne dobbiamo lottare per farci ascoltare.

Tutto sta negli stivali
Mia sorella, di nuovo, seduta sulla finestra a casa dei nostri genitori. Quegli stivali se li è fatta da sola.

Il letto di Elvis
Questo è il letto in cui Elvis ha dormito a Palm Springs durante la sua Luna di Miele. Non sono una sua grande fan, ma come ho già detto mi attrae tutto ciò che è camp, sopra le righe. Questo letto è l'emblema di tutto quello che amo, praticamente.

Bonnie
Los Angeles con Bonnie. È la presentatrice di un programma sul canale Gold Wang TV. Qui eravamo in un pub tedesco a Silverlake. Vi lascio immaginare quanto assurdo fosse essere lì sedute a bere birre. Il completo di Bonnie è di Golf Wang, un mio amico lavora nell'ufficio stile di questo brand e adesso è diventato la mia nuova ossessione. Vorrei tutto.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Completamente diversa per temi, estetica e soggetti, ma non per questo meno brava, è Yumna. Qui trovate i suoi 12 scatti preferiti:

Questo articolo è originariamente apparso su i-D US