amore, odio e tribunali nel mondo dell'arte: marina abramović vs ulay

Dopo 13 anni di vita e arte condivisa insieme, Ulay chiede a Marina di essere risarcito.

di Eloisa Reverie Vezzosi
|
02 dicembre 2015, 2:27pm

Tutti conoscono Marina Abramović, la regina della performing art. Le sue provocazioni e il suo carattere "difficile" sono diventati leggenda tanto quanto la sua arte. Aveva lasciato tutti senza parole con la sua recente litigata con Jay-Z così come aveva fatto parlare di sé la sua ultima collaborazione con Givenchy e la conquista di New York insieme a Riccardo Tisci. Ma sapevamo (e temevamo) che non avremmo dovuto attendere molto prima che tornasse sulla bocca di tutti indipendentemente dai suoi lavori artistici.

Come riportato dal The Guardian, infatti, l'artista serba sarebbe stata trascinata in tribunale dal tedesco Frank Uwe Laysiepen, compagno non solo di vita per ben 13 anni. Ulay accuserebbe Abramović di aver violato le condizioni di un contratto siglato nel 1999 riguardante le opere realizzate insieme. Secondo lui, la performer si sarebbe presentata come unica autrice di lavori nati dalla loro partnership, di aver mentito sul prezzo di vendita e di averlo pagato solo in quattro occasioni nell'arco degli ultimi 16 anni. Marina Abramović ovviamente smentisce. E nell'attesa di sapere quale sarà l'esito in tribunale di questa finita storia d'amore, vogliamo ricordare la storica coppia così:

Crediti


Testo Eloisa Reverie Vezzosi

Tagged:
arte
The Guardian
tribunale
Marina Abramovic
Ulay
eloisa reverie vezzosi
performing art