Pubblicità

taiwan è il primo paese asiatico ad aver legalizzato i matrimoni gay

Finalmente una bella notizia.

di Benedetta Pini
|
17 maggio 2019, 11:54am

Immagine via Instagram

Ci sono giorni in cui si ha l’impressione che qualche strano allineamento planetario faccia in modo che tutto vada storto. Ieri l’Alabama ha vietato l’aborto e irrigidito ulteriormente l’applicazione della legge (no, neanche in caso di stupro o incesto, solo se la vita della persona incinta fosse “seriamente” in pericolo), oltre a ridurre a otto settimane il periodo in cui è possibile interrompere una gravidanza. Nel nostro Paese la situazione non va molto meglio: due giorni fa il Parlamento ha rifiutato di abbassare l’Iva sugli assorbenti, tassati al 22% come un bene di lusso.

Mentre l’idea di aprire un quotidiano o aggiornarci sulle news online ci fa già venire la gastrite, perché tanto lo sappiamo già che qualcosa ci farà sbroccare e chiederci cosa diavolo stia succedendo, dall’altra parte del mondo arriva finalmente una bella notizia. Taiwan ha legalizzato i matrimoni tra persone dello stesso sesso, ed è stato il primo Paese di tutta l’Asia a muoversi verso questa apertura.

Così ha commentato su Twitter la presidente di Taiwan, Tsai Ing-wen, membro del Partito progressista e liberale di centrosinistra: “Buongiorno, Taiwan. Oggi abbiamo la possibilità di fare la storia e mostrare al mondo che i valori progressisti possono attecchire anche in una società dell’Asia orientale. Oggi possiamo mostrare al mondo che #LoveWins”. Una grande vittoria che è il punto di arrivo di anni di dure battaglie, finché nel 2017 qualcosa ha iniziato a muoversi: il Tribunale costituzionale taiwanese approvò il matrimonio tra coppie dello stesso sesso, ammesso che il governo fosse riuscito a emanare una normativa adeguata entro il 24 marzo. alle coppie dello stesso sesso di sposarsi. Ma quando si è arrivati al referendum, ha vinto l’opposizione.

Questa prima sconfitta non ha fermato gli attivisti lgbt di Taiwan, che hanno continuato a lottare con forza e determinazione per i loro diritti. Anche in un contesto in cui la discriminazione, il conservatorismo e l’ignoranza sono dilaganti come quello asiatico, è possibile cambiare le cose.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti


Testo Benedetta Pini
Immagine via Instagram

Tagged:
LGBT
Asia
Taiwan
matrimoni gay