Torna il Lago Film Fest: 5 film da non perdere!

In riva al lago e sotto le stelle: dal 23 luglio al 1 agosto va in scena il festival di cinema indipendente e creatività espansa, che unisce in un unico luogo cinema, arte, musica e ambiente.

di Gloria Venegoni
|
20 luglio 2021, 1:10pm

Screengrab dal film "Sting Like a Bee" - Leone

Ormai consolidato con questa diciassettesima edizione in arrivo, il Lago Film Fest torna con il modello ibrido adottato già da molti eventi culturali nell’ultimo anno, ovvero proiezioni in presenza a Revine Lago—nel cuore della neo area dell’UNESCO—, replicate anche in streaming online. I 127 film in concorso—suddivisi in 9 sezioni—sono accomunati dal concept che sta alla base dell’intera programmazione di quest’anno: il concetto di lingua franca, intesa come spinta a trovare un linguaggio comune che permetta a ogni diversità di esprimersi e di trovare il proprio spazio.

Oltre ai titoli in concorso, ci saranno due sezioni del festival dedicate a specifiche aree tematiche, con l’obiettivo di fare riflettere il pubblico su realtà contemporanee spesso dimenticate. Una è Prisma, punto di partenza di un dialogo sulla comunità LGBTIQ+ che si sviluppa in due direzioni, Queerscapes, che riflette sull’estetica queer contemporanea, e Gender Terror, ispirato alle teorie della filosofa contemporanea Judith Butler. L’altra sezione speciale è Chile Despierta, una selezione di cortometraggi realizzati da creator provenienti da diversi paesi, che tramite il medium audiovisivo fanno riflettere sulle condizioni sociali di coordinate geografiche lontane dalle nostre. Segnatevi anche Signplicity - Il cinema in lingua dei segni, progetto interamente dedicato al cinema in lingua dei segni, una forma d’arte complessa e troppo spesso lasciata passare sotto ai radar dei festival internazionali.

Orientarsi in questo fitto programma non è semplice, e qui sotto vi diamo una mano consigliandovi i titoli secondo noi più interessanti.

Ecco dunque i 5 film da vedere al Lago Film Fest 2021

“Blackhole Edge”, Antonella Mignone e Cristiano Panepuccia (Italia, 2019) | 23 luglio 2021, ore 22.00 e 30 luglio ore 21:30

Una radiografia dinamica della sofferenza quotidiana che scorre attraverso i piccoli e grandi eventi della vita, creando un fluido torrente nero che otterrà la propria liberazione solo alla fine di una lotta contro tutto.

“The Orphan”, Carolina Markowitcz (Brasile, 2018) | 24 luglio 2021, ore 22:45 e 28 luglio 2021 ore 21:30

Vincitore della Queer Palm a Cannes, racconta la storia di Jonathas, un ragazzo cresciuto in orfanotrofio, poi adottato e successivamente rispedito al mittente non appena la famiglia si rende conto della sua “diversità”.

“Eggshell”, Ryan William Harris (Irlanda, 2020) | 23 luglio 2021 ore 22:00 e 28 luglio 2021 ore 22:00

Raccontata attraverso gli occhi di Joey, circondato dalle violenze della periferia irlandese, questa è la storia di quel periodo delicato della vita in cui si è costretti a mettere un piede fuori dall’immaginazione e iniziare ad affrontare per davvero la realtà.

“Africa Bianca”, Filippo Foscarini e Marta Violante (Italia, 2020) | 23 luglio 2021 ore 21:30 e 25 luglio 2021 22:30

Se i testi scolastici hanno deciso di debellare il colonialismo italiano dalla storia mondiale, fingendo che non sia esistito, questo corto ve ne racconterà una parte, per dare voce e luce a eventi che non devono essere dimenticati.

“Here/Not Here”, Bim Ajadi (Regno Unito, 2020) | 30 luglio 22:00

Un musical drammatico che combina elementi di hip hop con il calcio, il BSL e il Visual Vernacular. Tutto in lingua dei segni.

Potete consultare il programma completo del Lago Film Fest a questo link, oppure una versione sintetica su questo pdf. I biglietti, tra cui il Virtual Pass che consente la visione dei film online fino al 10 agosto, possono essere comprati a questo link.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo di Gloria Venegoni

Leggi anche:

Tagged:
Film
cinema
Festival
arte