Immagini courtesy di REDValentino

REDValentino celebra l'audacia e l'irrefrenabile energia di Larissa Iapichino

La stella nascente del salto in lungo è il nuovo volto di "Inspired by REDValentino", il progetto dedicato alle donne che stanno ridefinendo il concetto di femminilità.

di Carolina Davalli
|
26 gennaio 2021, 3:22pm

Immagini courtesy di REDValentino

Per chi si interessa di sport, Larissa Iapichino non è sicuramente un nome sconosciuto. Figlia d’arte, la lunghista ha ricevuto la migliore educazione che si possa ottenere per coltivare le proprie passioni: quella tramandata dalla famiglia. Con Gianni Iapichino, campione italiano di salto con l’asta e decathlon, e Fiona May, due volte campionessa del mondo e due volte medaglia d’argento olimpica di salto in lungo, come genitori, Larissa ha ben presto imparato il significato delle parole dedizione, costanza e sacrificio.

Quest’anno, a soli 18 anni, Larissa ha già stabilito il nuovo record italiano di salto in lungo, una vittoria personale che segue già molti altri traguardi ottenuti nel corso della propria carriera. Ciò che la contraddistingue è una creatività senza freni, frutto di una passione inarrestabile e di un’instancabile energia, alimentata dalla voglia di sfidare i propri limiti. Le sue aspirazioni sono molte, anche al di fuori delle arene sportive, e i suoi interessi sono altrettanto disparati. Larissa è una ragazza, una donna, che non permette di farsi etichettare.

Non poteva che essere lei il nuovo volto di Inspired by REDValentino, il progetto della rinomata casa di moda che rintraccia personalità uniche, figure inarrestabili e decise, donne che esprimono la propria essenza senza compromessi né filtri. Larissa è tutto questo e molto altro, e per questo abbiamo deciso di intervistarla per saperne di più su di lei, sui suoi sogni, e su questa collaborazione, che le ha permesso di fare i primi passi all’interno del mondo della moda.

Raccontaci di te, dove sei cresciuta e com’è stato crescere lì?
Sono nata vicino Firenze a Borgo San Lorenzo e cresciuta nel Mugello, in una casa di campagna molto grande. Ho trascorso un’infanzia serena con i miei genitori, circondata dai cani che avevamo—ad un certo punto erano quattro… un pastore tedesco e tre alaskan malamute.

Ci sono delle figure che ti hanno portato a perseguire la carriera di atleta e che ti ispirano ancora oggi?
Una su tutte: Usain Bolt, il mio mito fin da quando l’ho visto la prima volta a Londra. Un atleta eccezionale, un vero modello di empatia e forza. È un grande comunicatore, capace di trasmettere l’idea che lo sport non sia fatto solo di record, ma anche di gioia, divertimento, orgoglio per la bandiera e correttezza verso i propri avversari.

La tua famiglia è da sempre parte integrante del mondo dello sport, ci sono dei consigli o insegnamenti che ti hanno dato, che tieni sempre a mente?
Mio padre mi ha sempre consigliato di essere costante, puntuale e di lavorare bene. Insomma, mi ha trasmetto il senso del rigore e del dovere. Mia mamma mi ha sempre spinto a essere paziente e a prendere tutte le esperienze in modo positivo.

Inspired by REDValentino Intervista Larissa Iapichino
Courtesy di REDValentino

Quali sono stati gli ostacoli (se ce ne sono stati) che hai incontrato entrando nel mondo dello sport professionale?
Credo di essere fortunata, perché non ho dovuto affrontare molti ostacoli: è avvenuto tutto in modo molto naturale. L’atletica per me è ormai una professione, ed è un lavoro che faccio divertendomi perché sono innamorata del mio sport.

Descrivi la tua pratica, il salto in lungo, in quattro parole.
Corsa, stacco, volo, atterraggio.

In che modo è cambiata la tua routine a causa della pandemia?
La DAD, prima totale e poi parziale, ha indubbiamente condizionato i ritmi di studio e socialità. A un tratto ho iniziato a sentire una fortissima mancanza dei miei amici e compagni di classe. Riguardo gli allenamenti, da poco siamo tornati a un regime di quasi normalità, mantenendo le limitazioni numeriche. A inizio lockdown non è stato facile. Ci siamo trasferiti in campagna e mi sono allenata in giardino, facendo salite e allunghi attorno casa e pesi nella palestra che mio padre ha costruito in garage. Di certo oggi sono una persona più consapevole di me stessa e delle cose che contano, e soprattutto di chi mi circonda.

Inspired by REDValentino Intervista Larissa Iapichino
Courtesy di REDValentino

Hai 18 anni, sei giovanissima! Hai già sperimentato un momento della tua carriera che ti ha formata, che in qualche modo consideri il giro di boa che ti ha fatto crescere come professionista?
La gara di Gyor in Ungheria da allieva, per i campionati europei U18 del 2018 Partivo favorita e mi sono imbambolata, senza riuscire a concludere bene la gara. Un’esperienza negativa per il risultato, ma che mi ha dato la forza di comprendere tutto il mio carattere e dimostrare il valore che ho. L’anno dopo a Boras, in Svezia, quest’audacia è venuta fuori in pedana, e sono riuscita a vincere l’europeo della categoria U20, nonostante fossi ancora U18. Ho imparato a non mollare mai.

Rispetto alla tua collaborazione Inspired by REDValentino, che tipo di esperienza è stata?
La collaborazione con REDValentino è stata per me una fantastica esperienza, la prima nell’ambito della moda. Il team è stato fantastico, mi sono divertita tantissimo nel cambio look e a posare dietro la macchina da presa. Il clima di grande familiarità ha reso l’impegno della giornata un vero piacere. La cosa che più mi ha stupita è quanto mi sentissi a mio agio—in fondo, sono un po’ timida—, è stato naturalissimo.

Inspired by REDValentino Intervista Larissa Iapichino
Courtesy di REDValentino

Cosa rappresenta questo brand per te?
Innanzitutto REDValentino ha dei valori che rispecchiano la mia personalità, romantica ed al contempo originale, fuori dell’ordinario. Il brand esprime la femminilità con un tocco sempre molto personale e non convenzionale. Ogni capo permette di comunicare il lato “fun” della moda, sempre con grande classe.

Come descriveresti il tuo stile?
Raffinata femminilità e originalità sono il mio mantra quotidiano. Definirei il mio stile classy rock.

Se dovessi scegliere un look REDValentino che più ti rappresenta, quale sarebbe e perché?
Tra i look indossati, il vestito nero con colletto bianco abbinato al cappottino e agli anfibi neri. Amo il contrasto; mi piace abbinare all’eleganza un tocco rock, eccentrico ed inaspettato, creando un look originale.

Inspired by REDValentino Intervista Larissa Iapichino
Courtesy di REDValentino

Possiedi un sogno, un obiettivo specifico, a cui aspiri quotidianamente?Quello di essere felice anche delle piccole cose.

Di solito, quando si pensa alla vita degli atleti, si immagina una routine fatta di regole, dedizione e impegno costante. Riesci a trovare il tempo per dei guilty pleasure?
Assolutamente sì! Per me può essere una giornata di shopping, o la colazione al mio bar preferito a Firenze con caffè e cornetto alla crema di pistacchio.

Cosa troveremmo in una tua playlist Spotify?
The Weeknd.

Tre persone che inviteresti a cena fuori (anche del passato), e dove le
porteresti?

Aron Piper, Dua Lipa e la mia migliore amica. Li porterei nella mia enoteca preferita a Firenze.

Inspired by REDValentino Intervista Larissa Iapichino
Courtesy di REDValentino
Inspired by REDValentino Intervista Larissa Iapichino
Courtesy di REDValentino
Inspired by REDValentino Intervista Larissa Iapichino
Courtesy di REDValentino
Inspired by REDValentino Intervista Larissa Iapichino
Courtesy di REDValentino
Inspired by REDValentino Intervista Larissa Iapichino
Courtesy di REDValentino
Inspired by REDValentino Intervista Larissa Iapichino
Courtesy di REDValentino

Segui i-D su Instagram e Facebook

Crediti

Testo di Carolina Davalli
Immagini e video courtesy di REDValentino

Leggi anche:

Tagged:
Sport
redvalentino
Larissa Iapichino
Inspired by REDValentino