j.w. anderson cura una mostra che unisce moda e arte contemporanea

Disobedient Bodies esplorerà il corpo attraverso le opere d'arte e la moda.

di Felix Petty
|
06 settembre 2016, 1:33pm

Direttore creativo del suo brand omonimo e del marchio spagnolo Loewe, J.W.Anderson è uno degli stilisti più talentuosi del Regno Unito. Lo scorso anno ha vinto ha vinto il premio Womenswear e Menswear Designer of the Year ai British Fashion Awards, un gran traguardo per un designer così giovane, il quale che ha saputo giocare con i generi e sfidare la tradizione. 

Il designer nordirlandese ha trovato anche il tempo di curare una mostra alla Hepworth Gallery di Wakefield, la quale esplora il modo in cui gli stilisti e gli artisti si reazionano al corpo nel XX e XXI secolo. Il punto di partenza è stata la sua collezione autunno/inverno 13, per poi prendere in considerazione le opere di artisti come Sarah Lucas, Henry Moore e Louise Bourgeois assieme a creazioni di Rei Kawakubo, Helmut Lang e Christian Dior.

Parlando del suo approccio alla curatela, Jonathan ha affermato, "Volevo che la mostra rispecchiasse la varietà e la velocità con cui consumiamo le immagini oggi, e che fosse allo stesso tempo uno spazio in cui esplorare l'idea di gender e identità che da sempre ritrovate nelle mie creazioni."

Assieme alla mostra, Anderson presenterà anche uno spazio chiamato "laboratorio di ricerca" grazie al quale sarà possibile sapere qualcosa in più sul suo approccio al lavoro e sul suo modo di trovare l'ispirazione, con una selezione delle sue opere e fotografie preferite. "È un'opportunità unica per me per poter mostrare quelle opere e quelle collezioni che da sempre mi ispirano per il mio lavoro," ha spiegato, "e per vedere cosa accade quando questi due mondi si interfacciano."

hepworthwakefield.org/JWAnderson

Crediti


Testo Felix Petty

Tagged:
JW Anderson
disobedient bodies