Pubblicità

la spring/summer 18 è stato il mese della moda più inclusivo di sempre

Il numero di modelle non bianche, trans e plus-size non era mai stato così alto. MAI.

di André-Naquian Wheeler
|
13 ottobre 2017, 11:28am

Fotografia Stanislaw Bonieckif

Le passerelle della stagione primavera/estate 18 sono state le più eterogenee di sempre, secondo quanto riportato nel nuovo studio Diversity Report di The Fashion Spot. In tutte e quattro le Fashion Week è infatti stato registrato un aumento di modelle non bianche, plus-size e trans, simbolo dell'attenzione sempre maggiore che stilisti e marchi riservano alla diversità. In questo senso, sono stati fatti passi da gigante nell'industria della moda: le modelle transessuali sono passate da 12 nell'autunno/inverno 17 a ben 45 per la primavera/estate 18 e, per la prima volta nella storia, ci sono state almeno due modelle di colore in ogni sfilata della LFW.

Per lo studio, The Fashion Spot ha preso in esame le 266 sfilate principali che si sono svolte tra New York, Londra, Milano e Parigi. Proprio come avvenuto per l'ultimo mese della moda, anche questa volta è stata New York la capitale più eterogenea dal punto di vista etnico: sulle sue passerelle, il 36.9 percento delle modelle erano di colore. Seguono Londra, con il 31 percento e Milano, con il 24.7 percento.

Anche l'età delle modelle si sta facendo sempre meno univoca, riporta The Fashion Spot. L'esempio lampante di questa tendenza è stato il finale della sfilata-tributo di Donatella Versace al defunto fratello Gianni, in cui le indimenticata e indimenticabili top model degli anni '90—oggi tutte over 40—ci hanno ricordato ancora una volta che il glamour non ha età. In totale, le modelle sopra i 50 anni che hanno sfilato durante questo mese della moda sono state 27, anche questo un nuovo record per l'industria.

Ma anche la rappresentazione delle minoranze in passerella sembra essere una tendenza più viva che mai, come dimostrano i recenti successi di Maye Musk e Hari Nef. Il cambiamento è nell'aria, ve ne siete accorti anche voi?