Dress Vetements from Dover Street Market Ginza. Tank top and Choker Stylist's Own.

in conversazione con kiko mizuhara, scattata da nobuyoshi araki

In occasione dell'uscita del secondo numero di i-D Japan, vi riproponiamo la cover story e l'intervista a Kiko Mizuhara, scattata dal leggendario fotografo Nobuyoshi Araki.

|
14 ottobre 2016, 10:10am

Dress Vetements from Dover Street Market Ginza. Tank top and Choker Stylist's Own.

Vestito Vetements da Dover Street Market Ginza. Stivali Vetements da Adelaide. Canotta e choker dello stylist.

Camicia e accessorio Junya Watanabe Comme Des Garçons. Orecchini dello stylist.

Vestito Noir Kei Ninomiya. Reggiseno Rellik. Stivali Vetements da Adelaide. Intimo e choker dello stylist.

Maglione Dior.

Giacca e short Louis Vuitton. Reggiseno e choker dello stylist.

Quando entra nello studio, l'intera stanza prende vita. La sua bellezza e la sua vivacità sono più intriganti che mai, anche se Mizuhara ha recentemente acquisito una nuova e sfrontata sicurezza in se stessa, in senso buono. Tutto è già pronto, e Nobuyoshi Araki inizia subito a scattare (dopo averla stretta in un caldo abbraccio).

Kiko Mizuhara. 25 anni. Modella e attrice, in Giappone non passa un giorno senza che la si veda in TV o sulla copertina di un magazine. Però a lei non interessano gossip e pettegolezzi e il suo spirito instancabile e senza paura la aiuta a non arrendersi mai, indipendentemente dall'ostacolo che si trova davanti. Mizuhara va fiera del suo background e della sua identità multiculturale e, dopo aver già conquistato il Giappone, ora punta al mercato asiatico.

Influenzare un'intera generazione e ciò che ha ricevuto in cambio
È necessario riconoscere che oggi al mondo ci sono moltissimi giovani ti talento nella generazione che va dai 17 ai 30 anni. Grazie ai social media, le persone in Giappone possono conoscere e incontrare creativi di tutto il mondo. Fino a pochi anni fa si ergeva una sorta di barriera invisibile che separava il Giappone dal resto del mondo. I giovani di oggi, invece, sono più liberi da questo punto di vista. Ora c'è questa energia che porta i giovani di tutto il mondo a riunirsi per creare insieme -- sono felice di essere nata in questa generazione fantastica. Scopro cose nuove ogni giorno, il che mi mantiene motivata. Ho la sensazione che le persone interessanti continueranno ad aumentare... Ora le cose sono completamente diverse da quando ho iniziato come modella dodici anni fa, sai? Il Giappone stava venendo travolto dalla terza ondata di moda Gyaru all'epoca: le ragazze erano completamente immerse nel trend ganguro, se ne andavano in giro per Shibuya in tute kigurumi e Kumi Koda era una delle cantanti più popolari. Le donne avevano un carattere "forte". Credo che dopo quel periodo ne sia venuto un altro in cui le donne tendevano ad essere più tranquille e a venir sminuite. Ora però, le cose stanno cambiando nuovamente e le ragazze hanno imparato ad esprimere la loro forza in modo diverso. È come se tutti si fossero improvvisamente stancati di essere conservativi. Si riesce a sentire il profumo di questo cambiamento positivo nell'aria e anch'io voglio far parte di questo movimento. Credo davvero molto nel potere della mia generazione.

Nuove forme di comunicazione
Il mio inglese è migliorato molto, quindi posso impegnarmi davvero a mantenere il contatto con gli amici che ho incontrato grazie ai social media. La cosa davvero bella di piattaforme come Instagram e Snapchat è che, oltre a comunicare con le persone, puoi condividere con loro il tuo gusto personale. Ciò che carichi su Snapchat si cancella dopo 24 ore e questo rende più semplice condividere imediatamente ciò che ti circonda. Adoro avere la possibilità di scoprire di cosa si stanno occupando le persone che mi incuriosiscono, cosa le influenza. Ho sviluppato una sorta di dipendenza. 

Sullo scandalo che fanno i suoi post su Instagram
Sì, i miei post causano spesso un sacco di trambusto. Ma credo che un capezzolo sia, semplicemente, un capezzolo. E quindi? Non c'è bisogno di fare tante storie. Quando assisto a reazioni simili, però, mi fa rendere conto di quante persone seguano me e i miei post. Io non sono cambiata per niente, ma mentre inizio a caricare sempre più cose su questo tipo di piattaforme, le persone che le guardano cambiano. Ciò significa che ci sono molte più persone che mi criticano adesso. Non mi sono mai impegnata per presentarmi sotto la luce migliore e la mia posizione a riguardo non è cambiata. Ultimamente, però, ho la sensazione che con l'aumento di persone che seguono i miei movimenti diventeranno più frequenti anche gli episodi di questo genere.

Conquistare l'Asia
Prossimamente reciterò in qualche film in Cina. Sono così felice! Voglio rimanere fedele alle mie radici asiatiche. Sarebbe fantastico se dal Giappone potessi passare all'Asia e dall'Asia al resto del mondo: sono stata cresciuta con la cultura giapponese, coreana e americana, il che è abbastanza raro. Vorrei poter sfruttare questo background unico che ho la fortuna di avere anche nel mio lavoro. 

Come l'ha cambiata lavorare in Asia
Gli asiatici al di fuori del Giappone hanno un approccio molto più aggressivo. Direi che i cinesi sono i numero uno in questo. Anche ai coreani piace parlar chiaro e di norma sono anche molto divertenti. Adorano fare cose nuove, ma allo stesso tempo sono bravi ad imitare, affrontano ogni sfida con molta flessibilità. Sono molto aperti e tolleranti, ma credo che sia essenziale comprendere la cultura di questi Paesi e rispettarla -- sarebbe molto naïve pensare di andare in Cina e ottenere subito un lavoro. Voglio lavorare lì e per questo sto cercando di imparare di più sulla loro cultura, per dimostrare la mia buona volontà... adoro ciò che sto scoprendo! Da quando ho la possibilità di visitare gli altri Paesi asiatici ho iniziato a vedere il Giappone in modo più oggettivo: credo che un tempo fossimo un Paese davvero originale, ma ora stiamo assistendo a un crollo. Se l'Asia riuscisse ad unirsi e lavorare come un'insieme unico riusciremmo ad ottenere cose fantastiche e fare del grande intrattenimento. Per ragioni politiche e per le nostre rivalità, però, al momento non stiamo andando d'accordo. Vorrei che la mia generazione riuscisse a cambiare le cose. Voglio che i Paesi asiatici collaborino per creare delle grandi cose da condividere con il mondo.

Come si vede tra 10 anni
Vediamo… Avrò 35 anni. Mi piacerebbe creare una sorta di "unione," in cui giovani artisti, attori, cantanti e creativi si possono unire per lavorare insieme. Spero che reciterò ancora, ma limitandomi a ciò che mi va davvero di fare.

I consigli per la prossima generazione
Continuate a fare ciò che vi piace e nient'altro. Non pensate al lato economico della questione, perché arriverà più tardi da sé.

Crediti


Testo Kazumi Asamura Hayashi
Foto Nobuyoshi Araki
Moda Erika Kurihara
Capelli e trucco Katsuya Kamo
Assistente capelli e trucco Yui Hayashi (Kamo Head)
Assistenti moda Katsuyuki Naito e Ayano Santanda
Modella Kiko Mizuhara at Asia Cross
Un ringraziamento speciale a Takayuki Mashiyama at Taka Ishii Gallery