le star di instagram saranno le nuove topmodel?

Come i social media hanno cambiato il volto delle agenzie di moda.

di Ger Tierney
|
24 agosto 2015, 8:40am

Il volto dell'industria della moda ha adottato maschere differenti; quello che non va un giorno è una figata il giorno dopo. Gli anni '80 ci hanno consegnato topmodel atletiche con capelli giganti. Gli anni '90 hanno lottato contro tutto quel glamour e il look è diventato skinny heroic chic. Gli anni 2000 hanno adulato le qualità elfiche di Gemma Ward, Agyness Deyn e Lily Cole. Quindi cosa caratterizzerà gli anni '10? Ci ritroviamo nel bel mezzo dell'era post-internet e la risposta è su Tumblr o Instagram.

La tecnologia sta avendo un impatto enorme sui volti e i corpi dell'industria della moda. C'è stato un grande cambiamento nei confronti dei casting di modelle non professioniste per strada. Potrebbe essere causato dal fatto che i social media stanno cambiando il mondo in cui consumiamo immagini e rendendo più semplice trovare nuove facce interessanti. Giovani fotografi come Maisie Cousins trovano i loro soggetti postando sui loro account social, "Quando cerco modelle su instagram o facebook significa che c'è già qualche connessione, anche se su un livello superficiale, ma significa che esse stesse vogliono farlo. Non mi sentirei a mio agio ad usare un'agenzia di modelle, sembra troppo lontano, le ragazze sono spesso così giovani e gli ideali di bellezza che l'industria promuove, io credo, sono davvero dannosi per le donne. Non vorrei che qualcuno guardasse i miei lavori e si sentissero male nei confronti di se stesso. A cosa serve l'arte con cui non puoi relazionarti?

Instagram ha trasformato completamente l'immaginario creativo. Siamo bombardati da immagini dei nostri amici che luccicano attraverso filtri scelti con cura. Le immagini sono belle e intriganti ma ti ci puoi ritrovare - sono noi, e le persone che conosciamo, solo pianificanti alla perfezione, composti e magari scattati un paio di volte. La nostra mentalità cambia, perchè ora troviamo più interessante e comprensibile vedere una ragazza o un ragazzo che potrebbe essere l'amico figo di nostro fratello in un editoriale, piuttosto che il solito modello che era il volto di Topshop lo scorso anno.

Instagram è riuscito a far scendere celebrità e topmodel dalle loro torri d'avorio e metterle proprio lì nei nostri smartphone facendo cose normali come...farsi una foto nude incinta. OK, non normalizza davvero le celebrità ma le rende onnipresenti, ed è già un bel cambiamento. Non è una novità oggi vedere qualcuno come Cara D sulle pagine di una rivista perchè la vedi con i suoi amici in posti più interessanti sul tuo cellulare, quando vuoi.

Internet ha creato celebrità come Cameron Dallas e Nash Grier, il cui stato di celebrità è nato su internet postando vines e facendo video su youtube su...non lo sappiamo ancora bene. Non cantano per forza, ballano o recitano ma puntano su quello e parlano ai loro fan. Questo tipo di fenomeno delle star di Instagram ha delle ricadute ma anche delle impennate, perchè la moda li imita. Invece di girare per le strade e i terminali degli aeroporti per trovare la prossima star, gli scouting sono passati al metodo meno invasivo del guardare i propri cellulari. Storm models ha creato un'app che invita aspiranti modelle ad uploadare le loro foto nella speranza di essere scoperte.

Le modelle professioniste e affermate stanno affrontando una competizione più tosta che mai, spinte dalla mentalità della domanda e dell'offerta di internet. Un'ulteriore pressione è data dalla domanda di nuove facce mai viste prima. Come ha commentato il Fashion Editor di i-D Max Clarck, "Scattare qualcuno che non è mai stato visto in un editoriale prima d'ora porta una sorta di autenticità. È una parola strana da usare, ma "possedere" in un certo senso una modella/casting da al tuo lavoro una individualità che è molto importante. Tutti gli stylist lavorano con gli stessi strumenti - le collezioni - ma ampliare la tua area di ricerca è qualcosa che può essere completamente libero da qualsiasi costrizione.

Il presidente di Silent Models di New York, Peter Fitzpatrick, sta combattendo e creando problemi nell'industria delle agenzie di moda. La scorsa settimana Business of Fashion ha annunciato il lancio di una nuova app, Swipecast, che permette a fotografi, agenti dei casting e stylist di scritturare una modella/modello direttamente attraverso l'app bypassando l'agenzia. Permette a un modello di ricevere il 90% del suo compenso, anzichè il solito 70-80%. Il potenziale è enorme per l'industria. I clienti hanno accesso a sempre più volti e hanno anche più controllo, piuttosto che utilizzare solo le ragazze che le agenzie tendono a proporre. Inoltre, questo apre le porte a modelle non convenzionali e fornisce una piattaforma ufficiale alle modelle che venivano scoperte per strada. Fitzpatrick vuole che l'app democratizzi il canone tipico di bellezza proposto dalle modelle e permetta l'accesso ai clienti a volti e corpi di diverso tipo che non sarebbero sempre scritturati da un'agenzia. "Una delle ragioni per cui abbiamo creato Swipecast è perché volevamo aprire i casting a modelle con una gamma più ampia di taglie, forme, etnie, e altezze. Volevamo utilizzare la nostra esperienza per creare una soluzione tecnologica per l'industria. Con Swipecast, i clienti potranno utilizzare dei filtri per trovare i tipi giusti per il progetto. Potranno vedere le foto della modella sul suo account Facebook e Instagram. Abbiamo parlato con molti fotografi e direttori dei casting e entrambi continuavano a rimarcare il fatto che ora si basano su Instagram per capire la personalità della modella. Ora i clienti avranno un nuovo strumento da utilizzare, non solo foto che spesso sono photoshoppate."

Mentre le agenzie di modelle non scompariranno da un giorno all'altro, è bello vedere che l'industria si stia aprendo, permettendo a voci e opinioni di informare su ciò il mondo ritene bello. Con app come Swipecast e agenzie di nicchia o alternative che stanno spuntando in tutto il mondo, qualcosa di fantastico sta per accadere. Tieni d'occhio questo volto...

Crediti


Testo Ger Tierney
A partire dall'alto a sinistra in senso orario, foto Lotte Van Raalte, Rosie Matheson, Josh Osborne, Rosie Matheson, Ellie Smith, Grace Pickering.

Tagged:
casting
Μόδα
modelle