pavoneggiamenti rock per l’autunno/inverno 2015 di rodarte

Laura e Kate Mulleavy esplorano il fascino degli uccelli migratori per la loro ultima collezione Rodarte.

|
feb 18 2015, 1:25pm

Photography Kathy Lo

"Siamo state ispirate dall'idea degli uccelli migratori," - ha detto Kate Mulleavy nel backstage - "si tratta più che altro uno stato d'animo. Il nostro intento era di catturare quella sensazione". Sensazione che si rende concreta in una sorta di libertà eterea e provocazione sensuale: brillantini, pizzo e morbide piume decorano i capi finemente lavorati, dagli abitini civettuoli fino ai pantaloni lavorati.

Alcuni elementi del mondo volatile hanno letteralmente abitato la collezione, con piume di struzzo e marabù che facevano capolino da cappotti e abiti da sera, come volendo affermare qualcosa. E così anche le minigonne glitterate con ricami effetto-livrea. Le piume sono state fatte organicamente ha spiegato Kate: "Se pensiamo che qualcosa possa funzionare lo testiamo. È un processo molto libero ed è stimolante perché ti spinge a pensare a ogni singolo capo fino all'ultimo minuto." 

Riferendosi alla precedente collezione caratterizzata da vibrazioni vagamente '60 e jeans a vita alta, Kate e Laura stanno esplorando una forma completamente nuova di moda al momento. Il focus è, infatti, sulla vita, con camicette portate dentro pantaloni morbidi, stretti da cinte sottili, facendoti pensare al backstage di Debbie Harry al Club Mudd, quando i fianchi di una donna misuravano intorno ai 65 centimetri. 

Pantaloncini in pelle, gonne sfarzose e abiti con paillettes evocano chiaramente l'universo del rock and roll con qualcosa di più di un pizzico di David Bowie. Si potrebbe facilmente immaginare uno di questi capi su un palcoscenico, e, quando abbiamo chiesto quale musicista le piacerebbe vestire più di ogni altro, Kate ha risposto, "Kim Gordon. Mi sorprende sempre, può indossare davvero qualsiasi cosa". Questa collezione è incredibilmente femminile ed è buffo pensarla indossata da Kim Gordon, simbolo di tutte le rocker in gonnella.

Crediti


Foto Kathy Lo