la design week milanese in realtà virtuale

Continua il nostro tour digitale a 360° per le strade di Milano alla ricerca di novità Fuorisalone.

|
27 aprile 2016, 12:25am

Gufram “On the Rocks” in Corso Como 10

Il Fuorisalone milanese è una sorta di grand tour del Design in cui e' umanamente impossibile vedere tutto ciò che la città offre, da zona Tortona fino a Lambrate, passando per le 5VIE del centro e Brera gli eventi sono innumerevoli. Se vi siete persi qualche installazione, o non siete venuti a Milano durante la Design Week, vi portiamo noi a vedere alcune delle presentazioni piu' interessanti, con una full immersion virtuale a 360°.

Gufram ha festeggiato i suoi primi cinquant'anni di radical design con la mostra "On the Rocks" in Corso Como 10 presso la Galleria Carla Sozzani, tra sculture domestiche e cactus giganti, pratoni, sassi e il mitico divano Bocca di Studio65.

Dior Homme ha presentato due installazioni esclusive del duo creativo francese M/M Paris. In visita a Plusdesign Gallery abbiamo scoperto il loro spazio abitativo immaginario dove oggetti, sogni e ricordi si mescolano con la realtà.

La Casa dei Demoni in Via Cesare Correnti 14 ha ospitato "Ladies and Gentlemen", mostra collettiva a cura di P-S e Secondo me. Mobili, tessuti, sculture e divani, anche un tavolo roteante, perfetto per il nostro video 360°.

L'azienda giapponese Karimoku New Standard ha scelto quest'anno la zona hot delle 5VIE per presentare i suoi arredi in legno ultra essenziali.

Barnaba Fornasetti ha ospitato la giovane artista Stefania Fersini, che ha installato tra le mura eleganti di Casa Fornasetti un piccolo dipinto magico che si mimetizza tra gli specchi di famiglia. Vi sfidiamo a trovarlo!

L'esperienza di video virtuale si può avere navigando su Chrome, Opera, Firefox oppure Internet Explorer. Purtroppo Safari non supporta ancora questo servizio. Se state guardando i video dal cellulare cliccate qui e usate l'app di YouTube

Crediti


Testo Gloria Maria Cappelletti
Video 360 Realta' Virtuale di Roberto Mancuso in collaborazione con Sara Caccivio