armonia cromatica in movimento: il debutto di sansovino 6 a milano è un successo

Tutti ne parlano come una delle migliori presentazioni della Settimana della moda. Abbiamo intervistato Edward Buchanan, il designer che ha incantato Milano insieme al suo gruppo di amici, tra cui Stefano Pilati, e ai suoi abiti che anziché sfilare...

di Eloisa Reverie Vezzosi
|
27 febbraio 2016, 9:00pm

In un momento storico in cui si va tutti di fretta e - malgrado le giornate grigie - brilliamo costantemente illuminati dalla luce riflessa dei nostri smartphone, il 25 febbraio alla Balera di Porta Venezia il mondo della moda ha potuto concedersi l'attimo acronico. Una volta scese le scale e arrivati in pista, oltre a non esserci più rete né campo di ricezione, tutti gli ospiti presenti sono stati catturati dalla dinamica presentazione di Sansovino 6. Ci aspettavamo un debutto milanese da lasciar senza parole, e così è stato. Incuriositi dalle novità della collezione di Edward Buchanan, dalla scelta della location, dal team di creativi coinvolti nella messa in scena di una vera e propria performance, da Stefano Pilati a Stephan Galloway, avevamo scommesso che questo sarebbe stato uno dei momenti più interessanti della Milano Moda Donna e, anche se la manifestazione non è ancora finita, noi ne siamo fortemente convinti. E mentre "l'armonia del tono su tono" prendeva vita danzando sui corpi delle modelle a ritmo di musica, ci siamo fermati un attimo a parlare col designer di Sansovino 6 di questa presentazione corale fatta di scambi di idee e amici considerati parte di un ricco mazzo di fiori.

Mentre a New York si respira pura aria di cambiamento ed è tangibile la nuova tendenza tra i creativi a unirsi in gruppi e lavorare in squadra, a Milano lei sembra essere l'unico ad aver scelto di muoversi in questa direzione.
Ho sempre lavorato in squadra. Un collaborativo scambio di idee è il mezzo attraverso il quale io riesco a mantenere vero e onesto il mio lavoro. Mi permette di scoprire aree che mi incuriosiscono e anche di lavorare con amici che fanno cose interessanti.

Come nasce l'idea di questa presentazione corale?
Ho iniziato pensando alle persone veicolo di idee, ai messaggeri creativi. Ho immaginato una donna che trasmettesse un determinato messaggio attraverso la sua arte e la sua posizione sociale. Magari la balera è il luogo in cui questa tipologia di donne potrebbe incontrarsi, scambiare idee, vedere amici, godere di un po' di buona musica e ballare. Volevo trasferire questa atmosfera in uno spazio tipico di Milano dal distintivo tocco americano. Volevo soprattutto portare un sorriso sul volto delle persone.

Com'è stato scelto il team coinvolto? Mi riferisco nello specifico a Stefano Pilati e Stephan Galloway.
Collaboro da sempre con i miei amici. Ho pensato che la mia prima presentazione potesse essere un'opportunità per riunire tutti i miei fiori insieme in un unico mazzo.

Come sintetizzare la performance in poche parole?Musica, movimento messaggeri e situazioni create ad hoc.  

Crediti


Testo Eloisa Reverie Vezzosi
Immagine singola di presentazione di Zelinda Zanichelli su cortese concessione di Sansovino 6 e Beside Communications
Immagini visuals su cortese concessione di Macs Iotti

Tagged:
FASHION WEEK
intervista
milano
Stefano Pilati
edward buchanan
sansovino 6
eloisa reverie vezzosi
presentazione
macs iotti