il primo mattone nel muro del museo della merda

The Shit Show, il nuovo progetto espositivo a cura di Luca Cipelletti in mostra presso Pomo galerie a Milano

di Gloria Maria Cappelletti
|
14 aprile 2015, 11:40pm

Settimana scorsa al Bar Jamaica guardavo appese ai muri alcune foto di Piero Manzoni e pensavo alla sua Merda d'Artista inscatolata nel 1961. Il lato trendy concettuale relativo agli escrementi sembra comunque non essersi esaurito, anzi è più che mai di moda a Milano.

Questa edizione del Salone del Mobile è stata inaugurata con un evento dedicato al tema di cui sopra presso Pomo galerie, che, insieme a Pin-Up magazine hanno ospitato la mostra temporanea The Shit Show, a cura di Luca Cipelletti, architetto di cui abbiamo già parlato su i-D, in collaborazione con il Museo Della Merda, che si trova a Castelbosco nei pressi di Piacenza.

Il marciapiede di Via Sirtori si è presto affollato di gente arrivata a Pomo galerie per parlare di design, arte, produzione, consumo, gas metano, mucche, Salò o le 120 giornate di Sodoma di Pasolini, Cattelan a Torino, Lacan e altre varie questioni personali. 

All'interno della galleria abbiamo trovato effettivamente sterco, ovunque, sulle pareti, soffitto e poi un vero e proprio muro fatto di mattoncini di deiezioni, diventati a fine serata un cadeau per gli ospiti VIP. Ora che ci penso, questo tema del muro di mattoni e della formazione di escrementi è stato sviluppato anche dai Pink Floyd in The Wall, chissà se Cipelletti ci ha pensato, glielo chiederemo…

Milano viene erroneamente considerata una città ritentiva, bloccata in un arroccamento indifferente. Ci sono invece molte realtà di condivisione intima tra cui The Shit Show, in mostra fino all'8 Maggio presso Pomo gallerie.

thepomo.com

museodellamerda.org

Crediti


Testo Gloria Maria Cappelletti
Immagini Courtesy Pomo Galerie, Milano

Tagged:
Design
pink floyd
arte
Cultură
Lacan
Pasolini
Fuori Salone
Salone
luca cipelletti
museo della merda
pomo galerie
the pomo