Fotografia di Mitchell Sams

cosa pensiamo della sfilata di virgil abloh per off-white

Se da domani si impenneranno le vendite di Dr. Martens, sapete perché.

|
giu 20 2018, 4:36pm

Fotografia di Mitchell Sams

Chi?
Dopo aver preso a mazzate le pareti della moda, Virgil Abloh le ha completamente distrutte. Outsider dal primo giorno, oggi è a capo di una delle maison che hanno scritto la storia di questa industria creativa. Pochi giorni prima del suo debutto in casa Louis Vuitton, Abloh ha deciso di trasformare la sua sfilata OFF-WHITE primavera/estate 19 in un tributo a uno dei padri fondatori della street-art, Dondi White. Prima che i modelli iniziassero a camminare lungo la passerella, la voce di Dondi ha risuonato per la location: "Non sono mai sceso a compromessi. Sono sempre stato me stesso, ho fatto quello che mi andava di fare e ho cercato di trasmettere il messaggio che nessuno doveva o poteva insegnarmi come essere creativo. Credo di voler dire, semplicemente, che io esisto e voglio essere ascoltato. Arrivo dalla strada, faccio graffiti nelle stazioni della metropolitana e credo che il mio lavoro sia importante. Voglio che le persone lo vedano—voglio influenzare gli altri."

Sostituisci "fare graffiti nelle stazioni della metropolitana" con "essere direttore creativo" e questa dichiarazione potrebbe essere attribuita anche a Virgil Abloh: la sua capacità di reinterpretare oggetti e capi lo ha portato a collaborare con chiunque, da Ikea a Rimowa. "Credo che sia il momento di resettare i nostri computer," ha spiegato nel backstage a Charlie Porter del Financial Times. "Il mondo della moda non ha più fame di novità. Vuole vedere una rivoluzione. È il momento di essere assertivi e accogliere le loro richieste."

Cosa?
Ribellione e rivoluzione adolescenziale sono quindi al centro della collezione e prendono la forma di un volto che tutti conosciamo e colleghiamo istintivamente al non rispettare le regole: Bart Simpson. Aggiungi denim su denim, graffiti e Dr. Martens e la ricetta è presto pronta. I look presentati sono caratterizzati da una forte presa sulla realtà e la solita vicinanza allo streetstyle. I proventi della collezione andranno, secondo quanto dichiarato da Abloh, a God’s Love We Deliver, organizzazione benefica basata a New York che consegna pasti caldi ai senzatetto della città.

Wow!
A un certo punto è arrivata anche la neve finta in passerella (e sulle teste di alcuni invitati) e con lei gli zaini/valigie Rimowa. All'interno, proprio come nelle suole delle nuove OFF-WHITE x Nike Air Max 97s, solo aria. Ma Virgil può anche questo, far sfilare l'aria e dirci che è rivoluzionario.

Crediti


Fotografia di Mitchell Sams

Questo articolo è originariamente apparso su i-D UK.