Collage realizzato da Giorgia Imbrenda

immagini dalla sfilata gucci cruise 2019 nella necropoli di arles

Dalle teste mozzate a croci gotiche e simil-zombie il passo è breve. Ecco cosa si è visto sulla passerella Resort creata da Alessandro Michele.

|
mag 31 2018, 8:45am

Collage realizzato da Giorgia Imbrenda

Ieri sera ad Arles, in Francia, si è tenuta la sfilata Gucci Cruise 2019. La collezione è stata presentata in un luogo decisamente insolito—la Promenade Des Alyscamps, necropoli paleocristiana situata lungo l'antica via Aurelia diventata nel corso del tempo cimitero e poi museo a cielo aperto—e ha ricordato a molti ospiti il sabba, "riunione di streghe che, avendo statuito un patto con il demonio per averne particolari favori e poteri, verrebbero di notte trasportate per aria in luoghi determinati per compiere riti orgiastici," come si legge nell'Enciclopedia Treccani.

Alessandro Michele e il suo team creativo hanno scelto come cornice il Sud della Francia come parte del triplice omaggio al paese, iniziato con la campagna pubblicitaria pre-fall 18 e che si concluderà a settembre, quando durante la Fashion Week Gucci sfilerà a Parigi, e non a Milano come da tradizione.

Ancora una volta, la maison italiana—grazie soprattutto all’insaziabile estro del suo Direttore Creativo—ha portato in passerella una collezione che farà molto parlare di sé, specialmente tra chi fa parte della Generazione Z. Si è trattato di una sfilata caratterizzata da atmosfere cupe e gotiche, che si è aperta tra le fiamme, letteralmente. Tanto velluto, tante croci, tante sovrapposizioni e una strizzata d’occhio alla letteratura del passato, tra citazioni dantesche e copricapi che Björk non disdegnerebbe affatto.

Qui le immagini che meglio riassumono le 114 uscite della Gucci Cruise 2019:

Crediti


Immagini Courtesy of Gucci by Dan Lecca