le 5 migliori parodie del mondo della moda

Fare il verso a Victoria Beckham e ridere alle stronzate che dicono le fashion girls, ecco come prendersi gioco della moda ed essere sicuri che si diverta anche lei.

di Sarah Raphael
|
19 maggio 2015, 11:20am

Noi dell'industria della moda siamo un gruppo sensibile; di' qualcosa nel modo sbagliato e puoi dimenticarti per sempre il tuo nome sulla lista degli invitati. Fortunatamente, sono davvero pochi quelli che rientrano in questo stereotipo e, di solito, non si tratta di gente che conta. La maggior parte delle persone che lavorano nella moda sono divertenti e consapevoli di loro stesse, un mondo a parte rispetto alla reputazione di mastini che spesso le precede. Se non puoi ridere di te stesso… come finisce la frase? Ecco a voi cinque video che hanno preso in giro la moda e sono rimasti impuniti.

Being a Dickhead's Cool 
Era questa la prima volta che qualcuno prendeva per il culo East London? Caricato nel 2010, Being a Dickhead's Cool è stata la prima volta in vita mia in cui mi è capitato di guardare un video virale e riconoscere le persone al suo interno. Chiunque vivesse in East London all'epoca dell'uscita del video, che scrivesse o anche solo pensasse di scrivere su un blog - e che quell'estate bazzicava i London Field di sabato - ha automaticamente pensato, "…merda". Il film prende fotografie di street style e lascia cadere sopra di loro la grafica testa di cazzo, mentre una colonna sonora col synth enuncia alcune liriche vincenti quali, "mocassini senza calzini", "mi ricordo quando i bambini a scuola mi prendevano in giro, ora vivo nella loro vecchia proprietà" e "attualmente sto dirigendo una rivista ed è interamente incentrata sulle mie palle". Il video è stato creato dall'illustratore e regista Rubert Dangoor e dal rapper e produttore Raf Riley (ora in contratto sotto l'etichetta di Diplo?!). Forse questo video ha davvero cambiato l'approccio alla moda su internet… sicuramente è stato un punto di svolta. 

Shit Fashion Girls Say
Nel 2012 Patrick Pope, aka P'trique, ha pubblicato Shit Fashion Girls Say, una parodia di Shit Girls Say, caricato un mese prima da qualcun altro. P'Trique dice semplicemente quel genere di stronzate che si dicono mentre si indossa una parrucca bionda. E' divertente perché è vero, bla bla, e perché potrebbe facilmente essere inserito nella colonna "pettegolezzi" di un reportage sulla fashion week. Doverosi da riportare sono, "ooooh questo è wang?", "lei continuava a chiamarlo Rodart" e "i turbanti sono di tendenza, ma non sto cercando di essere politica"; tutto detto da un uomo con la barba. L'industria della moda ha riso parecchio e tutti hanno voluto farsi un selfie con P'Trique durante la settimana della moda. Derek Blasberg, editor-at-large di Harpers Bazaar, compare persino nella seconda parte… ecco, quanto bene l'abbiamo presa!

Jimmy Kimmel's Lie Witness, Fashion Edition
NON POSSO GUARDARE. L'equipe di Jimmy Kimmel ha deciso di intervistare le sgargianti personalità che bazzicavano fuori dalla NY fashion week, persone che dovrebbero dirvi tutto quello che c'è da sapere a riguardo. I protagonisti, per lo più adorabili ma incredibilmente ansiosi di condividere le loro opinioni sulla moda, hanno iniziato a commentare stilisti e collezioni che Jimmy e la sua troupe avevano inventato di sana pianta. Nomi di bevande e personaggi di Friends, il momento peggiore in assoluto è quando agli intervistati viene mostrata la foto di una cacca sopra la testa di una modella e, alla domanda "che cosa pensate di questa tendenza", probabilmente la persona peggiore dell'universo risponde "Si chiama moda, state al passo". Non posso guardare..

73 Domande a Victoria Beckham Vogue - Parodia
Questo gennaio, Vogue ha rilasciato "73 domande con Victoria Beckham", dove VB aleggia intorno al suo nuovo negozio in un cappotto bianco, rispondendo con discreta sagacia a domande stupide. Quando le è stato chiesto "se la tua vita fosse un film, quale sarebbe?" Victoria ha risposto, "The Hunger Games", il che è stato davvero divertente. Dieci giorni dopo, Holly Burn e Amy Dallmeyer hanno postato una parodia in cui Holly vaga per un negozio di generi alimentari in un cappotto bianco, rispondendo alle stesse domande. Quale le viene chiesto quale fosse il suo oggetto preferito nel negozio, Holly afferra con sicurezza "un barattolo di crema depilatoria della Gillette". Persino Victoria a twittato il link con "x vb" e una emoji sorridente. 

FASHON FILM
Sussurrando minchiate stratosferiche mentre guarda intensamente attraverso vecchie videocamere con indosso una ghirlanda, Lizzy Caplan è il miglior brutto tipo di persona alla moda. "Presto formerò la mia band", mugola, "..con un amico", e continua con "alle volte faccio la DJ". La fine di questo film è meglio di qualsiasi altro colpo di scena e I Soliti Sospetti, SAW, Oldboy, Memento, Fight Club, Il Sesto Senso sono tutti pesci piccoli. Grazie, Matthwe Frost.

Crediti


Testo Sarah Raphael

Tagged:
Fashion Film
being a dickhead's cool
Μόδα
Sarah Raphael
shit fashion girls say