5 blog defunti di cui sentiamo la mancanza

Prima dell'arrivo dei like e dei selfie su Instagram aprivamo i nostri cuori al mondo scrivendo su Wordpress o Blogger. Anche se alcuni blogger degli inizi come Susie Lau di Style Bubble continuano ad usare le loro piattaforme, altri hanno intrapreso...

di Emily Manning
|
14 ottobre 2015, 2:12pm

dress me+you. t-shirt american apparel. skirt and tiara tavi’s own.

Style Rookie: Quando la dodicenne Tavi Gevinson nel 2008 ha postato il suo primo articolo su Style Rookie, il mondo ha finalmente ottenuto ciò di cui ha sempre avuto bisogno: una ragazza radiosa che non aveva paura di mostrarsi ai suoi compagni di scuola vestita come una Rei Kawakubo che si è ritrovata per caso nel reparto di Halloween di Party City. Ma dopo quattro anni passati a ciondolare in bizzarri look Rodarte, una poi quindicenne Tavi ha inaugurato Rookie, un sito che non tratta solo di moda, e ha creato un'ottima piattaforma femminista per adolescenti di tutto il mondo. Non fraintendeteci, siamo dei grandi fan di Rookie e supportiamo in pieno questo cambiamento, ma non possiamo essere gli unici a cui mancano i giorni della dodicenne Tavi con addosso gli abiti della nonna, giusto? Anche se ora usa Style Rookie solo per postare alcune novità occasionali riguardo ciò che succede intorno a lei, il suo archivio interno splendidamente bizzarro è ancora per la maggior parte accessibile. Raccomandiamo seriamente di prendere la rincorsa e tuffarsi nel passato, guardando come gli screenshots di Twin Peaks hanno influenzato il suo stile e leggendo le sue prime recensioni sulla Fashion Week. Ricordate, questa è una ragazza che ha intervistato John Galliano quando aveva solo quattordici anni.

Epicly Later'd: Prima che Epicly Later'd diventasse una serie di documentari di Vice incentrati sui personaggi più interessanti del mondo dello skate era un blog di foto del fotografo e regista Patrick O'Dell. Anche se O'Dell ha messo il blog a dormire tre anni fa, il sito è ancora aperto (!!!!) e permette di andare a vedere tutti i tatuaggi fatti in casa e gli individui con capelli tagliati a spazzola sullo skate che ha documentato su pellicola di medio formato. È la rappresentazione unica di quegli anni, che vanno dal 2004 al 2012, prima dell'avvento di Instagram.

Turned Out: La fotografa Maya Handley sta ancora mostrando il suo lavoro in uno spazio inaspettato (recentemente le sue immagini sono state esposte in una lavanderia a gettoni di Chinatown, come parte della mostra di gruppo The Spring Cleaning). Ma un posto in cui non potrete vedere le sue candide immagini delle strade di New York è il suo blog, TurnedOut.tv. Anche se è stato spesso etichettato come un blog di moda, Turned Out era più un diario-giornale-documentario digitale. Maya giocava con le proporzioni delle immagini, creava collages e caricava video astratti in slow motion.

4archive: I nerd delle riviste maschili hanno visto morire una parte della loro anima con la misteriosa sparizione di 4archive.net. La pagina Tumblr era fatta per lo più di scan di archivio di pagine di editoriali, con tutti gli stilisti, i fotografi, gli stylist, e le pubblicazioni organizzati in un elenco a portata di click. Chiunque stesse curando il sito non aveva solo un archivio di immagini assurdo, ma anche un gusto incredibile: Raf Simons, Willy Vanderperre, Olivier Rizzo, Paul Sinclaire, Corrine Day, Panos Tiapanis, e milioni dei bei ragazzi inglesi di Alasdair McLellan abbellivano le sue pagine. Anche se queste immagini erano ancora in circolazione grazie ai reblog e ai like, la fonte originale non è altro che un dominio. Ritorna 4archive! Ovunque tu sia..

White Lightning: Prima di partire per San Francisco per diventare direttore creativo di AFAR magazine, Elizabeth Spiridakis era una designer per T Magazine, direttore artistico di Bon Appetit e, cosa più importante, la fotografa di immagini sfuocate fatte con l'iPhone dietro a White Lightning. Con un cervello enciclopedico specializzato in anni '90, Elizabeth si discosta dalle altre blogger che non saprebbero distinguere Mazzy Star da Milli Vanilli. White Lightning c'era quando i Butthole Surfers si sono scontrati con le cuffie da piscina di Prada, quando Nicolas Cage ha incontrato Céline e - anche se si è spento nel 2011 - è un posto in cui puoi ancora trovare un sacco di playlist fighissime.

Crediti


Testo Emily Manning
Foto Petra Collins
Moda Tavi Gevinson 

Tagged:
Instagram
Noisey Blog
blogger
tavi gavinson