beyoncé sceglie il primo fotografo di colore per una cover di vogue in 126 anni

Tyler Mitchell ha 23 anni e un talento così incredibile da aver attirato l'attenzione anche di Sua Maestà Queen Bey.

|
lug 31 2018, 1:49pm

via @tylersphotos

Tyler Mitchell ha 23 anni, fa parte della famiglia di i-D, lavora come filmmaker e fotografo, è americano ed è l'artista che Beyoncé ha personalmente scelto per la sua copertina di Vogue.

Dopo una serie di editoriali scattati per noi di i-D Tyler ha lavorato con Teen Vogue, The Fader, Office Magazine, Marc Jacobs e Ray Ban. Nato ad Atlanta e oggi residente a New York University, sarà il primo fotografo di colore a firmare una copertina per Vogue US in 126 anni dalla nascita del magazine.

A questo si aggiungono i pettegolezzi sempre più insistenti che vedrebbero l'editor in chief della testata, Anna Wintour, al suo ultimo numero in edicola, nonostante Condé Nast abbia più volte smentito la notizia. Nuovi talenti, una nuova visione, nuove energie sono in arrivo.

Quindi perché dopo 126 anni di white gaze il magazine ha finalmente deciso di commissionare una copertina a un fotografo di colore? Secondo The Huffington Post, è merito di Beyoncé. "La ragione per cui un artista nero di 23 anni fotograferà Beyoncé per una cover di Vogue è che Beyoncé ha usato il suo potere e la sua influenza per far sì che le cose andassero esattamente così," ha dichiarato all'Huffington una fonte.

Yas Queen!

È importante ricordare che questa non è la prima volta in cui Beyoncé comparirà sulla copertina del numero di settembre di Vouge US. Ad aprire le danze fu nel 2015 Mario Testino, che da allora ha dovuto affrontare accuse di molestie sessuali da parte di numerosi modelli

. Non sorprende quindi che per questa seconda cover sia stato scelto un altro professionista del settore.

"Queen B! Beyoncé rules the world" era il titolo che accompagnava la cover del 2015. Tre anni dopo, Beyoncé ha conquistato anche Anna Wintour e Condé Nast. In fase creativa, sembrerebbe infatti che la cantante abbia avuto un "controllo senza precedenti" sull'esito finale della cover story. E la sua prima decisione in questo senso è proprio stata quella di chiamare il giovane fotografo. Questo significa essere un role model e usare la propria piattaforma d'elezione, nonché notorietà, per generare cambiamenti reali.

Tyler ha immortalato personaggi non solo noti, ma anche di un certo peso sociale, come la fashion family di Telfar, l'attivista Kimberly Drew e i giovani musicisti di Atlanta, ed è un talento precoce nell'unire youth culture e temi identitari. Non sorprende quindi che abbia colpito persino Mrs Carter. "Fotografo le persone di colore in modo reale e puro," ha dichiarato lo scorso dicembre al The New York Times. "C'è un punto di vista onesto dietro le mie immagini."

Nel mondo assurdo e folle in cui viviamo, abbiamo sempre più bisogno di eroi che illuminino il nostro percorso. Tyler Mitchell è una star in ascesa che può aiutarci a immaginare, e documentare, un domani migliore.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Non dimentichiamo comunque che:

Questo articolo è originariamente apparso su i-D UK.