l’ultimo cinema erotico parigino mette in vendita una collezione margiela vintage

Tutto ciò che bisognava fare era immergersi, buttandosi di testa, nel glorioso mondo creato dagli abiti Margiela.

di i-D Staff
|
06 marzo 2017, 2:50pm

Feticisti di stivali Tabi tenetevi pronti, perché ora a Parigi c'è un luogo dedicato allo shopping vintage Martin Margiela: solo per un weekend, l'ultimo cinema erotico di Parigi si è trasformato in un emporio Margiela vintage. Byronesque, app di shopping vintage (pensate a Grailed, solo con meno hype intorno), ha portato la sua personale collezione di vintage Martin Margiela al cinema Le Beverley, in rue de la Ville Neve, per una retrospettiva in cui al pubblico è permesso acquistare i capi in mostra.

Margielaporn è una vetrina pensata per celebrare l'iconicità di Martin nel mondo della moda, dallo humor leggero di abiti dal lussuoso détournement - come un capospalla fatto di guanti o un cappotto di parrucche - all'inganno nascosto nei pezzi più conosciuti della casa di moda, come le suole Tabi del '96, che lo stilista ha attaccato con lo scotch ai piedi delle modelle per poterle sfoggiare in passerella. Margiela è una delle figure più misteriose del mondo della moda, e l'interesse di pubblico e media per la sua storia è solo l'ennesima prova dell'influenza che lo stilista ha sulla nostra immaginazione. Tutto quello che dobbiamo fare è immergerci, buttandoci di testa, nel glorioso mondo creato dagli abiti Margiela.

"Il mistero che Martin Margiela ha creato attorno al suo brand è qualcosa di non replicabile al giorno d'oggi," fa notare il fondatore di Byronesque, Gill Linton. "Oggi, tutto è esibito, niente è lasciato all'immaginazione. Tutti parlano di moda, ma intanto non ci sono cambiamenti né rivoluzioni, quindi chi è in cerca d'ispirazione deve rivolgere il suo sguardo al passato. Vetements ha saputo riportare interesse e eccitazione attorno alle vecchie collezioni di Margiela, perché i suoi stilisti sono riusciti a riempire il vuoto che si era andato a creare, ma facendolo hanno anche riportato a galla il bisogno di rivolgersi agli originali."

"La richiesta e la voglia di guardare agli originali nel mondo della moda di oggi sono tendenze innegabili. Per questo Byronesque è andato a caccia dei capi più iconici di Margiela: per poterne celebrarne l'originalità. Mettere insieme una collezione di capi così importanti, risalenti al periodo iniziale del brand - alcuni arrivano dalla passerella del 1989 - non è stato per niente facile. E' un'opportunità per trovare capi incredibilmente rari, il tipo di pezzi che su eBay neanche compaiono.

"Negli ultimi anni abbiamo cercato di reinventare l'industria del vintage all'insegna di un approccio moderno, creativo e provocante. Ora la gente sta iniziando a rispondere positivamente a questi stimoli. Siamo in contatto con molti collezionisti privati di caratura internazionale, compreso Quidam de Revel Paris, che ha scelto di venderci la sua collezione Margiela privata per la prima volta nella storia. Dopo questi primi pezzi abbiamo continuato ad acquistare, fino ad arrivare all'attuale collezione. La nostra prima 'retrospettiva di moda in cui i pezzi sono acquistabili dal pubblico' è stata a New York, ma è stato qui a Parigi che abbiamo lanciato la prima retrospettiva è completamente incentrata su un solo stilista. E non possiamo che essere orgogliosi di aver scelto Margiela per quest'avventura."

"Speriamo che la gente si accorga di quando ci siamo impegnati nel rispettare l'approccio originario di Margiela. Comunque, non si tratta di una mostra vera e propria; la fashion week non ha bisogno dell'ennesima presentazione per gente di classe. Con questa retrospettiva vogliamo rendere omaggio alla brutta bellezza sovversiva di Margiela."

Crediti


Text Felix Petty
Images courtesy Byronesque 

Tagged:
Margiela