out of fashion: 2 borse di studio per i giovani amanti della moda sostenibile

Il corso di formazione organizzato da Connecting Cultures, London College of Fashion, CNA Federmoda e Fondazione Gianfranco Ferrè è la vostra occasione per imparare a lavorare nella moda aiutando il pianeta.

di Eloisa Reverie Vezzosi
|
27 ottobre 2015, 11:55am

Connecting Culture ci aveva già mostrato come la moda sia energia sociale. Oggi, in occasione della seconda edizione di Out of Fashion, vuole insegnarci come funziona.
Il 13 novembre comincerà il corso di formazione ideato da Connecting Cultures in collaborazione con London College of Fashion, CNA Federmoda e Fondazione Gianfranco Ferrè. Incentrato sulla moda consapevole, etica e innovativa, questo progetto si rivolge a studenti di moda, arte e design ma anche a professionisti interessati ad avviare una propria attività o lanciare il proprio marchio. Anche quest'anno Out of Fashion mette a disposizione due borse di studio per frequentare l'intero programma formativo del corso composto da otto masterclass con la novità, per questa edizione, di Stella Jean, scelta come ambasciatrice e rappresentante del progetto.

"Abbiamo deciso di dedicare out of fashion alla consapevolezza," ha affermato Anna Detheridge di Connecting Cultures, "perché consapevole è una parola più ampia rispetto a sostenibile, la consapevolezza riguarda la responsabilità di ognuno e delle singole aziende. Nella progettazione dei corsi abbiamo cercato di tematizzare i moduli intendendo la moda come cultura, la moda come immaginazione e reinterpretazione dell'artigianato."

Se anche voi siete innamorati della moda e ci tenete al nostro pianeta, allora perché non approfondire e specializzarsi in questo settore? Ecco qui trovate tutte le informazioni per candidarvi alle due borse di studio (entro il 30 di ottobre).

"Il tessuto biologico non esiste - ha rivelato Mauro Rossetti, Direttore Associazione Tessile e Salute - il cotone biologico è solo lo 0,5 % del cotone prodotto nel mondo. Questo dimostra che la comunicazione è importante e che la sostenibilità è scarsamente calcolabile. Due parole sono fondamentali: tracciabilità e trasparenza per conoscere la filiera. Non è una missione impossibile, dobbiamo fra si che le macro produzioni diventino sostenibili." 

Crediti


Testo Eloisa Reverie Vezzosi

Tagged:
Μόδα
London College of Fashion
eloisa reverie vezzosi
stella jean
fashion as social energy
borsa di studio
cna federmoda
connecting cultures
fondazione gianfranco ferrè
moda sostenibile