e se il vogueing stesse diventando una moda anche in italia?

Sabato notte eravamo a Milano, eppure ci sembrava di essere a Parigi. Tra una competizione e l'altra ci siamo resi conto di una cosa: anche in Italia il Voguing piace sempre di più, e a sempre più persone.

|
ott 8 2018, 1:52pm

Sono nel backstage con La B. Fujiko, insegnante e performer di vogueing da dieci anni. Chiacchieriamo rilassate e intorno a noi ballerini, DJ e MC si preparano alla loro esibizione. Tra parrucche coloratissime, tacchi vertiginosi e glitter in pieno stile vogueing, una sua frase mi colpisce: "Sai, fino all'anno scorso trovare spazi a Milano che ospitassero serate di vogueing e ballroom era difficilissimo, nessuno ci voleva scommettere su. Ora invece è diventato più facile, stiamo organizzando un sacco di eventi, tutti ci accolgono a braccia aperte. E tutti ci vogliono."

Non posso che darle ragione: è passato quasi un anno dal The Scandalous Ball, la più grande competizione di vogueing che si tiene in Italia. A distanza di 365 giorni (circa) è impossibile non notare la differenza. Il vogueing è sempre stata una disciplina squisitamente di nicchia in Italia, ma sabato abbiamo visto centinaia di persone ballare scatenate sulle note di Lazy Flow—DJ parigino di SoundSystem—e applaudire le incredibili performance di Matyouz, Rheeda e Shylee.

A organizzare questa sinergia di musiche e culture è stata BBallroom in collaborazione con Balera Favela, serata itinerante sempre aperta a nuove contaminazioni, che per questo appuntamento ha superato se stessa e tutte le nostre più rosee aspettative, ospitata per l'occasione da Santeria Social Club. Facendo arrivare a Milano quello che a Parigi è un collettivo piuttosto noto negli ambienti del vogueing, il The Paris Xclusive House Of LaDurée, ha presentato alla città una Mini Ball, ma non per questo meno coinvolgente, anzi.

Insomma, raccontare a parole quello che abbiamo vissuto sarebbe riduttivo. A farvi capire che anche Milano brucia ci sono le nostre foto, però.

PS: Lazy Flow ci ha preparato anche un mix in esclusiva. Per un'esperienza ancor più immersiva, consigliamo assolutamente l'ascolto durante la visione delle immagini.

Segui i-D su Instagram e Facebook.

Altro dal mondo del vogueing in Italia:

Crediti


Testo di Amanda Margiaria
Fotografia di Kamisalak