Stella Asia Consonni, Love me

"love me" è la serie che ti insegna come superare la fine di una storia d'amore

Quando ha chiuso una relazione importante, Stella Asia Consonni ha deciso di non arrendersi al dolore e ha iniziato a fotografare l'amore degli altri.

di Benedetta Pini
|
23 aprile 2019, 12:45pm

Stella Asia Consonni, Love me

Non esiste una cura quando si spezza il cuore, né una terapia scientificamente provata per stare meglio alla fine di una relazione. Nel corso dei millenni—chissà se già l’Homo di Neanderthal andava in depressione quando i suoi sentimenti non erano corrisposti—abbiamo elaborato un’infinità di metodi per alleviare il dolore di un amore che si spegne: chiodo schiaccia chiodo, psicoterapia (per chi se la può permettere), viaggi dall’altra parte del mondo, trasferimenti improvvisi e, ovviamente, il buon vecchio alcool.

Tutti tentativi apprezzabili, certo. Volendo generalizzare: o ci si arrende passivamente alla disperazione, oppure si affronta di petto il dolore e si reagisce. È questa la strada scelta dalla fotografa Stella Asia Consonni, con una brutalità e un coraggio ammirabili.

Stella Asia fa parte della nostra i-D family da anni, così quando ci ha detto che stava lavorando a un nuovo progetto sull'amore, ci siamo subito incuriositi. "La serie Love Me è nata da una storia finita molto (ma molto) male un anno e mezzo fa, diciamo che l'ho trasformato in una sorta di self-heal process,” ci ha raccontato lei stessa. Così ha iniziato a immortalare vere coppie di fidanzati durante i loro momenti più intimi. "È stata una scelta molto dolorosa. Forse sono matta, ma quando qualcosa mi fa male cerco di riviverla finché non la sconfiggo, come una sorta di catarsi," ha continuato.

1556019099103-PRESS-2-Stella-Asia-Consonni_Love-Me

Determinata a trasformare tutto quel dolore in energia creativa, anche quella di scattare in analogico non è una scelta presa a caso. “Il lavoro fisico sulle immagini mi costringeva a vederle e rivederle più volte. Non è stato per niente facile e ci è voluto tutto il mio impegno per non far cadere le lacrime sui negativi mentre li scansionavo. Dall'altra parte, però, Love Me mi ha ricordato che, anche se per me l’amore era un sentimento da cancellare, là fuori c'era ancora gente che ci credeva.” Ecco la chiave di tutto il progetto di Stella: superare una visione autocentrata dell’amore e neutralizzare i tentativi del proprio ego di prevalere all’interno delle dinamiche sentimentali.

La ricerca delle coppie è stata casuale: "Alcune hanno risposto a una casting call su Instagram, altre le ho approcciate in un bar raccontandogli il mio progetto, cercando in tutti i modi di non spaventarle," mi spiega Stella. Era strano perché erano perfetti sconosciuti. Di solito andavo a casa loro, bevevamo un tè insieme e chiacchieravamo un po'. Mi parlavano del loro rapporto, e io condividevo qualche aneddoto sulla fine del mio. Per me era un momento terapeutico importantissimo."

E poi, la mostra. Inaugurerà a Londra (Protein Studios) il 25 aprile e anche questa iniziativa nasce da un momento di negatività che Stella è riuscita a sfruttare a suo favore. La scorsa estate, proprio su i-D è uscita la prima parte di Love Me, ma una delle immagini, che ritraeva due ragazzi mentre si baciano, è stata bannata da Instagram. Insieme alla censura sono arrivati una valanga di commenti omofobici e insulti rivolti direttamente a Stella Asia, che le auguravano di bruciare all’inferno. Tutta questa negatività le ha fatto capire che la strada da fare per una totale accettazione della comunità LGBT è ancora tanta, tantissima. E quindi ha deciso di organizzare la sua prima personale, dove esporrà nove ritratti di innamorati e uno short film. "Lo dovevo a Jordan e Luca [i due ragazzi nella foto bannata da Instagram, NdA] e a tutti i miei amici del Joiners Alm, il locale queer che mi ha accolto con amore quando 10 anni fa mi sono trasferita a Londra e non conoscevo nessuno."

1556021709911-PRESS-3-Stella-Asia-Consonni_Love-Me

La mostra "Love me" inaugurerà il 25 aprile a Londra presso il Protein Studios. RSVP: intern@stellaasiaconsonni.com

1556022069668-PRESS-1-Stella-Asia-Consonni_Love-Me

Crediti


Fotografia su gentile concessione di Stella Asia Consonni
Testo di Benedetta PIni