Orecchini Antimattermane, felpa e giacca Supply Store

questa modella è la prova che la moda non è un mondo di squali

A tre anni Sabah Koj è fuggita dal Sudan in Egitto, poi in Australia. Adesso di anni ne ha 21 e sfila per l'Haute Couture di Valentino.

|
08 febbraio 2019, 10:50am

Orecchini Antimattermane, felpa e giacca Supply Store

Sabah Koj fa parte della nuova guardia di modelle che stanno mettendo sottosopra il fashion system. Essendo scappata da un Sudan distrutto dai conflitti bellici, Sabah ha avuto un percorso di vita tutt'altro che facile. Con bontà d'animo, un sorriso contagioso e tanta sensibilità per le tragedie umane, questa modella 21enne ha conquistato prima l'industria della moda australiana, e poi quella internazionale.

Nata a Khartoum, Sabah ha vissuto in Sudan fino ai tre anni, quando insieme alla sua famiglia si è rifugiata in Egitto. Il trasferimento definitivo è avvenuto nel 2005, quando i Koj sono arrivati a Melbourne. Da allora, molte cose sono cambiate per lei. La vera svolta? Essere la prima modella africana ad aprire una sfilata durante la Settimana della Moda australiana.

La passerella era quella di Georgia Alice e Sabah descrive quel momento come un immenso onore, conscia che la sua presenza lì abbia dato un notevole contributo al percorso della moda verso la diversity. L'esperienza l'ha fatta "appassionare alle sfilate d'alta moda, spingendola a esplorare mercati diversi, sfilare per brand di spicco e continuare lavorare sodo."

Dopo quel debutto stellare, Sabah ha calcato le passerelle più importanti dell'intero fashion business: Burberry, Armani, Miu Miu e Balmain, giusto per fare qualche nome. Nel 2018 Models.com l'ha inserita nella lista delle Top Newcomers della primavera/estate 2019. Il suo ultimo successo risale invece a poche settimane fa, quando ha sfilato per Valentino durante la Settimana della Moda Haute Couture di Parigi.

Di fronte a questo successo, Sabah prova un'enorme gratitudine. "I miei genitori mi hanno cresciuto dandomi valori saldi. Mi hanno insegnato a essere sempre beneducata, determinata e grata per ciò che ho," ci spiega. "È questo che ha fatto di me la persona che sono oggi, indipendentemente dal mio lavoro. Mi do da fare, apprezzo quello che la vita mi offre e tratto gli altri con rispetto." Senza dubbio, il suo approccio la rende un modello a cui ispirarsi.

La conversazione si sposta poi sui social media, e Sabah mi dice che da un lato sono essenziali per costruirsi un buon portfolio. "Tutto è più accessibile su internet," spiega. Dall'altro lato, hanno anche democratizzato l'industria della moda. "Credo che i social abbiano davvero dato una grossa spinta alla diversity, perché è su Instagram che sono state scoperte un sacco di modelle di colore," riflette.

Ovviamente, la strada da percorrere per arrivare a una vera diversity è ancora lunga, ma Sabah crede che senza i social media sarà impossibile arrivare al traguardo. "Possiamo usare queste piattaforme per far sentire la nostra voce e dar vita a conversazioni sul tema," ci tiene a sottolineare. "Credo che a chiunque dovrebbero essere offerte le stesse opportunità, indipendentemente dal luogo in cui si nasce o dallo stato sociale della propria famiglia. Nella moda in particolare vorrei vedere più uguaglianza: solo se il numero di modelle asiatiche, di colore e latinoamericane sarà uguale a quello delle ragazze bianche, ecco, solo in quel momento potremo dire di aver raggiunto una vera diversità."

Sabah è un simbolo di come il cambiamento in positivo sia possibile. La sua è una storia di passione e determinazione, ma anche di umiltà. Grazia e forza si combinano alla perfezione nel suo sguardo, rendendola un vettore di trasformazione formidabile. Non sorprende quindi scoprire che in futuro spera di diventare una speaker motivazionale. Noi però pensiamo che la sua vita sia già, in qualche modo, un esempio incredibile a cui ispirarsi.

Sabah Koj i-D interview
Collana Dinosaur Designs, orecchini Antimattermane, camicia Vetements da Harrolds, t-shirt Supply Store, gonna Prada, scarpe MAN-TLE x JOJO
Sabah Koj i-D interview
Collana Dinosaur Designs, orecchini Antimattermane, camicia Vetements da Harrolds
Sabah Koj i-D interview
Orecchini Antimattermane, abito Saint Laurent da Harrolds, braccialetto Dinosaur Designs (sinistra) Antimattermane (destra)
Sabah Koj i-D interview
Orecchini Antimattermane, top Prada
Sabah Koj i-D interview
Cappello Supply Store, orecchini Antimattermane, collana e braccialetto Dinosaur Designs, giacca Supply Store, pantaloni Garbagetv
Sabah Koj i-D interview
Orecchini Antimattermane, t-shirt Garbagetv, giacca Supply Store, pantaloni Vetements da Harrolds, scarpe MAN-TLE x JOJO
Sabah Koj i-D interview
Orecchini Antimattermane, gilet Raf Simons da Harrolds, camicia Supply Store
Sabah Koj i-D interview
Orecchini Antimattermane, gilet Raf Simons da Harrolds, camicia Supply Store, pantaloni Balenciaga da Harrolds, scarpe MAN-TLE x JOJO
Sabah Koj i-D interview
Orecchini Antimattermane, top Holiday The Label, pantaloni P.A.M. (Perks and Mini), braccialetto Antimattermane

Segui i-D su Instagram e Facebook

Altra modella di colore che sta riscrivendo le regole dell'industria:

Crediti


Fotografia di Jesse Lizotte per Bernstein & Andriulli
Moda di Charlotte Agnew
Capelli e trucco di Claire Thomson per Company 1
Fashion Assistant Hetty Cutler e Luca Ward
Un ringraziamento speciale a Pix On Location, Supply Store, Harrolds e Vivien's Model Management

Questo articolo è originariamente apparso su i-D Australia