Alaina Waller ed Erik Pascarelli via Instagram

#processporn è l'ultima trovata asmr e noi siamo già ossessionati

Poche cose al mondo sono così piacevoli da guardare come queste foto.

di Shannon Peter; traduzione di Gaia Caccianiga
|
30 gennaio 2019, 10:24am

Alaina Waller ed Erik Pascarelli via Instagram

Il mondo del beauty è responsabile di una bella fetta dei fenomeni ASMR nati negli ultimi anni (se non sapete di cosa stiamo parlando, qui trovate l'intervista a una delle principali YouTuber italiane del settore). Ci ha regalato video di #pimplepopping, rossetti spiaccicati con cura e anche gente che massaggia spazzole per capelli (sì, avete letto bene). Ci ha fatto scoprire che i tutorial di trucco in cui la protagonista sussurra sono super rilassanti, e che per quanto sembri disgustoso anche il fetish del grattare via la forfora può dare assuefazione.

C’è un che di primordiale, un’energia indomabile, alla base dei rituali beauty. Proprio questa visceralità ha trasformato il settore in un mercato fiorente per questi strani, ma appaganti, fenomeni. L’ultima novità da cui ci siamo fatti ossessionare può sembrare ancor più assurda delle precedenti, ma fidatevi: guardare foto di tinte per capelli in posa vi cambierà la vita, in meglio.

Su Instagram, dove ormai nascono e prosperano la maggior parte dei trend ASMR, ultimamente si vedono sempre più foto così:

In pochissimo tempo c'è chi ha trovato il nome perfetto da affibbiare al fenomeno, #processporn, che sta riscuotendo sempre più successo per due motivi: da un lato è oggettivamente rilassante guardare queste foto, dall'altro per i coloristi sono diventate un modo per far conoscere il loro lavoro. L'hair-stylist losangelina Alaina Waller ormai da anni condivide sui social le foto delle sue tinte in posa, passando da ossigenature dal sapore preraffaellita ad accecanti capigliature rosa fluo. "Credo che queste immagini catturino ciò che il cliente prova in quel momento," spiega. "C’è qualcosa di ribelle e volubile in queste colorazioni, che non noti una volta che la tinta è fatta e i capelli sono asciutti. L’aspetto è molto diverso anche quando i capelli sono bagnati.”

Il colorista del salone Bleach London Erik Pascarelli crede che le sue foto #processporn siano un modo per unire i suoi lavori come hair-stylist al suo passato da artista. "Il fulcro dei miei quadri è sempre stato il processo di realizzazione più che il risultato finale, quindi mi sembra normale portare avanti questo concetto anche con i capelli," riflette. “Il risultato finale è sicuramente la cosa più importate quando si tratta di fare la piega a qualcuno, ma quando si parla di scattare foto, trovo più interessanti le strane immagini di lavelli o gli zoom sul capello che il risultato finale. La stessa cosa succede quando dipingo, una tavolozza coperta da pittura è più spettacolare di una tela secondo me.”

È difficile capire cosa nello specifico renda queste immagini così accattivanti, anche per un esperto. "Può essere che queste immagini scatenino la stessa reazione ASMR in alcune persone, ma non sembrano avere molto in comune con ciò che di solito causa questa sensazione, come il sussurrare, o la sensazione di ricevere attenzioni intime," spiega la dottoressa Giulia Poerio, psicologa ed esperta di ASMR. "Forse questo senso di soddisfazione deriva da altri fattori estetici come simmetria, forma e colore." Le immagini #processporn sono la perfetta combinazione tra piacere e ribrezzo. Le sfumature arcobaleno sono semplicemente belle da vedere, ma è l’inquietudine che suscitano i capelli bagnati senza volto a rendere tutto così incredibilmente appagante.

Pascarelli crede che il successo delle foto delle tinte per capelli in posa abbia anche a che fare con il nostro amore per le istruzioni. "Siamo una generazione che ama imparare cose nuove. Ci sono tutorial su Youtube per praticamente qualsiasi cosa, tutti vogliono sapere come funzionano le cose e credo che le foto e i video che mostrano il processo di posa delle tinte soddisfino questo bisogno di sapere."

Per Waller l'elemento chiave è invece documentare un’esperienza molto reale nel mezzo di un feed curato fino allo sfinimento. "Credo che alla gente piaccia vedere e sentire qualcosa di vero, di genuino. Quando scatto queste foto penso a quando avevo 15 anni e mi tingevo i capelli di nero nel mio bagno e facevo un casino assurdo, affermando la mia identità e divertendomi un casino. L’importante non era il risultato, ma l’esperienza."

Qualunque sia il motivo, siamo ipnotizzati.

Segui i-D su Instagram e Facebook

Non propriamente ASMR, forse, ma anche questi tagli di capelli ci ossessionano:

Questo articolo è originariamente apparso su i-D UK

Tagged:
capelli
nuovi trend