le nomination agli oscar sono (finalmente) queer, femministe e multietniche

Le candidature 2018 hanno riservato un sacco di belle sorprese.

di André-Naquian Wheeler
|
24 gennaio 2018, 10:51am

Ieri sono state annunciate le nomination agli Oscar 2018 e dobbiamo ammetterlo: siamo abbastanza soddisfatti. Sembra che finalmente l'istituzione si sia accorta delle campagne online che volevano attirare l'attenzione sulla mancanza di diversità della cerimonia, come #OscarsSoWhite e #BrownRibbonCampaign. La categoria più inclusiva quest'anno è sicuramente Miglior Film, che comprende Chiamami Col Tuo Nome (storia d'amore queer), Get Out (satira sul razzismo) e Lady Bird (pellicola in cui le protagoniste sono donne). E finalmente anche i nomi in lizza per Miglior Regia non corrispondono più esclusivamente a uomini bianchi (magari il comitato ha visto i Golden Globes, chissà): Jordan Peele (Get Out) e Greta Gerwig (Lady Bird) sono infatti nella rosa dei candidati.

"Penso a tutti quelli che hanno comprato un biglietto per Get Out e hanno detto ai loro amici di fare lo stesso," ha twittato Jordan Peele in riferimento alle cinque candidature ricevute dal film che ha diretto. "È merito vostro. Grazie." Peele è la terza persona nella storia degli Oscar nominata contemporaneamente per Miglior Film, Miglior Regia e Miglior Sceneggiatura di un lavoro d'esordio.

Get Out è il vero outsider di quest'edizione degli Oscar. I suoi fan temevano che sarebbe stato ignorato, paura alimentata anche dal fatto che la pellicola ha ricevuto una sola nomination ai Golden Globes come Miglior Film Commedia o Musicale (categoria che ha lasciato molti interdetti, perché eliminava tutto il lato di commento sulle questioni razziali presente nel film). La presenza di Get Out in più e più categorie agli Oscar risulta quindi una vera vittoria per l'inclusività.

Altre nomination degne di nota (perdonate il gioco di parole) includono Margot Robbie (I, Tonya) e Saoirse Ronan (Lady Bird) come Miglior Attrice Protagonista e Timothée Chalamet (Chiamami Col Tuo Nome) come Miglior Attore Protagonista. Anche la categoria Miglior Fotografia ha una sorpresa molto positiva: per la prima volta nella storia degli Oscar tra i nomi è presente anche una donna, Rachel Morrison (Mudbound).

La lista completa di tutte le nomination la trovate qui su VICE.