Pubblicità

siamo stati nel backstage di j.w. anderson a pitti uomo

Vi portiamo nel backstage della sfilata e incontriamo Michel Gaubert che ci racconta come il nuovo spirito patchwork del designer irlandese ha ispirato la sua musica.

di Gloria Maria Cappelletti
|
22 giugno 2017, 7:35am

Ph. Vanni Bassetti

È stato J.W. Anderson la guest star internazionale di Pitti Uomo 92 e noi di i-D non potevamo mancare a questo evento tanto atteso quanto esclusivo.

Il designer irlandese ha presentato una collezione Primavera/Estate 18 tempestata di cuori, righe, stampe colorate e una sorprendente capsule collection di sneakers glitterate in collaborazione con Converse.

Lo spirito patchwork, che ha dominato i capi sulla passerella erbosa, è stato anche il leitmotif della colonna sonora della sfilata, come ci racconta Michel Gaubert, re indiscusso dei sountrack della moda, nel nostro video a 360° girato nel backstage tra i cipressi di Villa la Pietra.

Crediti


Testo Gloria Maria Cappelletti
Foto Vanni Bassetti / Pitti Immagine
Video 360° CLOY Collective -  L'esperienza 360° si può avere navigando su Chrome, Opera, Firefox oppure Internet Explorer. Purtroppo Safari non supporta ancora questo servizio. Se state guardando i video dal cellulare usate l'app di YouTube. Regolare la qualità/risoluzione a 2160s oppure 1440s.

Tagged:
JW Anderson
converse
Μoda
pitti
michel gaubert
pitti uomo 92